Imitation ummah

tecnicamente, tra un mese, il genere umano potrebbe già essere estinto, scomparso definitivamente, da questo pianeta, ed io credo che, sia utile anche per le troie di satana: come la MERKEL, come anche per voi, di incominciare a dire la verità! poiché i MORTI NON HANNO PAURA di poter ESSERE UCCISI!
in realtà: i farisei massoni Cabalisti ENTITà SpA FMI NWO, loro con i loro filmini pornografici, hanno fatto un ottimo lavoro per la galassia sharia, terrorismo jihadista ummah MECCA CABA, perché, per un maniaco sessuale è buono avere 4 mogli che lavorano per te, e che te lo succhiano tutto il giorno: anche! poi, quando, Ummah MECCA CABA sharia, con 4 mogli, lui quella la bestia di Maometto ha fatto 40 figli, lui prende il mitra, fa lo sterminio, di un paio di famiglie di schiavi dhimmi cristiani, e così, Maometto ha sistemato il problema dei suoi figli: con la benedizione della sua Moschea Madrassa IMAM Obama GENDER Darwin.
con tutti i genocidi di MARTIRI CRISTIANI, che si stanno commettendo sotto i nostri occhi: TUTTI DELITTI SHARIA ONU IMPUNEMENTE, dubito che i Padroni ABUSIVI del Mondo, potrebbero validamente sconfessare le mie affermazioni. QUì C'è UNA NEGAZIONE ASSOLUTA DEL VALORE SACRO DELLA VITA UMANA CHE DIO HA CREATO A SUA IMMAGINE ED A SUA SOMIGLIANZA.
QUANDO SI è DATA AD UNA SPA, LO STATUS DI PERSONA GIURIDICA? IN QUEL MOMENTO VOI AVETE UCCISO SPIRITUALMENTE E GIURIDICAMENTE IL GENERE UMANO.
VOI potete vedere la grandezza del REGIMe MASSONICO, la forza e la potenza del NUOVO ORDINE MONDIALE, e giustamente ne siete terrorizzati, MA, VOI NON RIUSCITE A VEDERE LA MIA GRANDEZZA, DATO CHE IO STO CALPESTANDO IL NWO COME SI PUò CALPESTARE UN TOPO.. io vi farò mettere tutti a morte per alto tradimento!
quando, ai livelli di associazioni corporazioni, di uomini noi parliamo di "ENTITà"? noi stiamo indicando sempre qualcosa di demoniaco! Per VELTRONI Enlightened SPA SISTEMA MASSONICO: il Nuovo Ordine mondiale è la più grande ENTITà, poi abbiamo la ENTITà PALESTINESE, e poi, abbiamo la ENTITà SIONISTA!
come satanisti massoni farisei, anche gli islamici loro complici, non hanno una Patria, loro hanno la UMMAH che sta soffocando inesorabilmente, il genere umano!
poiché, 1. C'è UN SOLO CORANO, 2. c'è una sola UMMAH; e c'è 3. una sola sharia, e poi, 4. c'è una sola MECCA CABA: poi tutta la LEGA ARABA è una sola truffa ed un solo delitto! COME, allora, POTREBBE ESSERE REALE legale legittimo uno STATO dei PALESTINESI?
ISraele ] MA, DOVE LONTANO TU CREDI DI POTER ARRIVARE? tra la kabbalah esoterica, il talmud satanico: il sistema massonico SpA bancario, e la stella di Rothschild sulla bandiera? TU SEI GIà ALL'INFERNO!
CINA E RUSSIA ] la MECCA CABA è il luogo, attraverso cui, tutti i demoni dell'inferno, [ che, i sacerdoti di satana della Cia hanno invocato, attraverso bestemmie e sacrifici umani ] possono risalire dall'abisso per infestare il nostro pianeta!
CINA E RUSSIA ] è vero, la WW3, può distruggere ogni forma di vita, su questo pianeta e può durare 10 anni. EPPURE, la WW3 PUò DURARE UN ORA SOLTANTO! se, voi mi DISINTEGRATE LA MECCA CABA? poi, ANCHE OGNI TERRORISMO ISLAMICO FINIRà nel MONDO!
======================
il tradimento delle religioni ] [ AVERE UN RAPPORTO CON DIO? è FACILISSIMO BASTA SOLTANTO DESIDERARLO! DIO NON è BLOCCATO DAL TUO PECCATO, PERCHé, DIO SA CHE IL TUO PECCATO PUò ESSERE VINTO, SOLTANTO DAL TUO RAPORTO CON LUI! è IMPOSSIBILE: PER UNA qualsiasi religione di questo pianeta, di pensare alla sua relativizzazione, perché, uomini religiosi che, hanno raggiunto il potere religioso di controllo degli uomini, no! non lo vogliono più lasciare questo potere! QUINDI SI ASSOCIANO AL POTERE POLITICO, PER COMMETTERE MAGGIORI DELITTI, ED è IN QUESTO MODO, CHE ABELE ZOROBABELE E GESù DI BETLEMME, loro CONTINUANO A MORIRE MILIONI E MILIONI DI VOLTE! Perché il potere demonico religioso, sempre in conflitto con il potere demonico politico, possano trovare un punto di incontro, dove l'uomo, il profeta, la coscienza libera: può mette il crisi il sistema criminale! ] perché questa è l'unica verità della LEGGE NATURALE, il potere deve servire la felicità dell'uomo, e non si deve servire dell'uomo, facendolo diventare da soggetto un oggetto di sfruttamento, un oggetto strumentalizzato. [ QUINDI, IL DELITTO DI ALTO TRADIMENTO CONTRO IL REGNO DI DIO, CHE OGNI RELIGIONE PUò COMMETTERE, CONSISTE NELLO AFFERMARE: " tu assolvi a questi obblighi, rispetta questi riti, rispetta questi decreti, pribizioni, sacrifici, limitazioni e comandamenti e quindi, e così, che tu sarai salvato!" ma, in realtà questa è la più grande menzogna del diavolo: perché soltanto Dio JHWH può salvare gli uomini! ECCO PERCHé, IL VERO CRISTIANESIMO: PENTECOSTALE, NON POTREBBE MAI ESSERE UNA RELIGIONE, MA SOLTANTO UNA RELAZIONE INTIMA, CONFIDENTE, COLLABORATIVA CON DIO, NoN UNA RELAZIONE DAL CARATTERE ESOTERICO: OCCASIONALE EPISODICA, o soprannaturale, no! MA, QUESTA è UNA RELAZIONE DI TIPO umano e divino: una relazione CONTINUATIVa! QUINDI NOI NON DAREMO ALLA RELIGIONE, A QUALSIASI RELIGIONE UN VALORE MAGGIORE CHE SI DEVE DARE AD UN PEDAGOGO, CHE POI, ANCHE IO, UNIUS REI IO SONO UN PEDAGOGO! Gesù lo ha detto: "quando avrete fatto tutto il vostro dovere, poi dite: "SIAMO SERVI INUTILI, AbBIAMO FATTO SOLTANTO IL NOSTRO DOVERE!"
=======================
farisei salafiti ] ok! [ io credo, che, tra, le molte possibilità, non si dovrebbe escludere l'ipotesi che, Gesù di Betlemme sia stato un ciarlatano e che, sua madre, la umile Maria di Nazareth sia stata la povera vittima di un soldato romano stupratore! CERTO BRAVE PERSONE, NIENTE DA DIRE, MA, SUL PIANO TEOLOGICO, NON DOVREMMO ESCLUDERE CHE IL CRISTIANESIMO POSSA ESSERE STATA UNA TRUFFA! ] e c'è un solo uomo nella storia del Genere UMANO, a cui il Cristo PRESUNTO Messia di Betlemme, è costretto a mostrare il suo potere divino, perché, io sono il Regno di Dio in terra, io sono un potere politico universale! GESù HA DETTO: "MI è STATO DATO OGNI POTERE IN TERRA ED IN CIELO!".. ok! allora se, voi non farete la morte delle bestie? Poi, ISRAELE verrà disintegrato: e le profezie di Dio JHWH su di lui? sono soltanto una favola per bambini!
==========
dei farisei TALMUD SATANA AGENDA SPA FMI, mi hanno rimproverato perché, io ho messo in relazione la presunta distruzione di ISRAELE, con la presunta verità teologica di Gesù Messia di Betlemme! ma, quando gli scribi farisei sadducei Rothschild Anna Caifa, misero a morte Gesù, poi, furono costretti a maledire, anche, tutto il popolo degli ebrei: perché tutti volevano diventare cristiani. Quindi operarono, distruggendo al popolo, le genealogie paterne: e estromettendo il popolo degli ebrei, in questo modo, dalle alleanze. Quindi, sia il popolo degli EBREI, che la stessa religione ebraica sono soltanto una truffa, quindi, soltanto, i FARISEI SPA potrebbero essere legalmente il Messia: ma loro sono diventati i satanisti usurai massoni, di un popolo ebreo delle Promesse e delle alleanze: di Abramo e Mosé, che non esiste più da 2000 anni, e che loro hanno distrutto per sempre! è QUINDI PATETICA OGNI RIVENDICAZIONE DELLA PALESTINA DA PARTE DEGLI ISRAELIANI!

E SE COLORO CHE POTREBBERO ESSERE LEGALMENTE IL MESSIA, OGGI SONO I SATANISTI MASSoNI: ANTICRISTO USURA DELLA KABBALAH CHE è SEGRETAMENTE MAGIA NERA SATANICA: DI POTERE E CONTROLLO SUL FONDO MONETARIO, tutto nel NUOVO ORDINE MONDIALE, E SE è patetico ogni tentativo di ricostruzione, delle 12 Tribù di Israele, dato che, le promesse che si fondavano sulle genealogie, sono tutte promesse che sono andate distrutte! ECCO CHE, SIA UNA EBRAICITà, che una NAZIONALITà, COME UNA SALVEZZA DI TIPO EBRAICO RELIGIOSO: circa promesse alleanze e genealogie, possono rinascere (sia pure nella loro indipendenza ebraica) SOLTANTO ATTRAVERSO UNA LAICA SPIRITUALITà CRISTIANA! ECCO PERCHé, IO: "lorenzoJHWH" io SONO IN TUTTO IL MONDO, L'UNICO MESSIA umano figlio dell'uomo, l'unico messia EBREO CREDIBILE! Perché io ho il mandato creativo del Regno di Dio, per edificare e demolire.. TUTTO QUELLO CHE IO DECIDO DI FARE, COSì SARà FATTO COME IN CIELO E COSì IN TERRA! SOLTANTO ATTRAVERSO DI ME, PUò RINASCERE SIA L'EBRAISMO, SIA IL TEMPIO EBRAICO, CHE, anche UNA UNITà NAZIONALE DI TUTTI GLI EBREI DEL MONDO!
===========
il più grande nemico della crescita è l'evasione!" ha detto il vampiro fariseo satanista! MA UN POPOLO SOVRANO CHE NON DEVE COMPRARE IL SUO DENARO, AD INTERESSE, COME UN SCHIAVO? BENE QUESTO POPOLO NON HA BISOGNO DI PAGARE TASSE INDIRETTE!
===================
SE è INDIPENDENTE LE PRETESE DELLA CINA SONO ASSURDE! PECHINO, 17 DIC - La Cina protesta contro la vendita di armi a Taiwan decisa dal governo di Washington. Il viceministro degli esteri Zheng Zeguang, secondo un comunicato, ha convocato l'incaricato d'affari Usa Kaye Lee per dirgli che Pechino "è fermamente contraria" alla vendita dato che Taiwan è "un territorio inalienabile" della Cina. L'isola è di fatto indipendente dal 1949 ma Pechino la considera una provincia ribelle e minaccia un attacco militare in caso l'indipendenza venga formalmente dichiarata.
===============================
QUELLA DELL'ISLAM è UNA FEDE TOTALIZZANTE SOSTITUTIVA CHE SFOCIA IN DIVERSE FORME DI GENOCIDIO, E FORSE è GIUSTO DIVENTARE TUTTI ISLAMICI, OPPURE, SE è ERRATO, INVECE, è GIUSTO CHE, NOI DOVREMMO STERMINARE LA LEGA ARABA E CONDANNARE QUESTA RELIGIONE A LIVELO MONDIALE! WASHINGTON, 17 DIC - Syed Rizwan Farook e Tashfeen Malik marito e moglie, la coppia che ha compiuto la strage di San Bernardino in California, si scambiavano messaggi sulla jihad già prima di essere sposati. Lo facevano via internet ma in corrispondenza privata, non sui social media. "Dalle indagini risulta che alla fine del 2013, prima che si incontrassero di persona, nelle loro comunicazioni online si faceva riferimento all'impegno per la jihad e il martirio", ha detto il direttore dell'Fbi James Comey.
====================
IMPERIALISMO SAUDITA TURCA QATAR ISIS SHARIA ] ARABIA SAUDITA STA INVADENDO IL PAKISTAN .. E PENSARE CHE IL PAKISTAN GLI VOLEVA BENE! [ KABUL, 17 DIC - L'Isis ha inaugurato una radio nella provincia afghana di Nangarhar con cui si propone di diffondere il suo messaggio e tenta di consolidare la sua presenza in una area strategica al confine con il Pakistan. Lo riferisce Tolo Tv. L'emittente, denominata 'Voce del Califfato', ha come ulteriore obiettivo quello di facilitare il reclutamento di militanti da impegnare contro le forze di sicurezza del governo di Kabul e contro i talebani che si oppongono alla presenza dell'Isis in Afghanistan.
======
NON CREDO CHE UN EVENTO POLITICO E PUBBLICO POSSA ESSERE RITENUTO UN EVENTO PRIVATO! QUESTO è SEMPRE STATO L'ISLAM DA MAOMETTO AD OGGI, E TUTTI LO DEVONO SAPERE! PARIGI, 17 DIC - I genitori del giornalista americano James Foley, decapitato dall'Isis SHARIA, hanno espresso indignazione per la diffusione su Twitter, da parte della presidente del Front National, Marine Le Pen, di una foto del cadavere mutilato del figlio DA SHARIA, e ne hanno chiesto l'immediato ritiro. "Siamo profondamente colpiti dall'uso fatto di Jim a beneficio politico di Le Pen - scrivono John e Diane Foley - e speriamo che la foto di nostro figlio, così come altre due immagini esplicite, vengano subito ritirate".
    ==========
CHI è STATO DANNEGGIATO? EUROPA SOLTANTO è STATA DANNEGGIATA! TUTTI CI AHNNO GUADAGNATO, ANCHE USA CI HANNO GUADAGNATO A NOSTRE SPESE! I NOSTRI POLITICI DEVONO ESSERE ARRESTATI! MOSCA, 17 DIC - "L'economia russa sta uscendo dalla crisi, è praticamente superata". Così il presidente Vladimir Putin risponde alla prima domanda della maxi-conferenza stampa. "Si è ridotta la fuga di capitali e il nostro interscambio commerciale è positivo", ha aggiunto. Putin ha ammesso che si dovrà probabilmente rivedere il bilancio statale del 2016 a causa del calo dei prezzi del petrolio. "Molto probabilmente saremo obbligati a cambiare qualcosa", ha detto.
==================
    Bce: peso rischi geopolitici su crescita
    Bce:pesante impatto crisi su occupazionE
    Alitalia: Ball si dimette da Jet Airways
    Commercio estero, export -0,4% a ottobre
    Borsa: Europa corre con Fed, Milano +2%
    Spread Btp apre stabile a 102 punti
    Borsa: Milano corre con Fca e Telecom
Banche: 60 miliardi di obbligazioni subordinate, la mappa dei rischi
Banche, ecco i numeri del crac
Legge Stabilità, proroga Opzione Donna se avanzano fondi
Risparmi, i dieci consigli per non sbagliare
Banche, Berlusconi-Meloni-Salvini, ok mozione sfiducia Renzi
Legge di Stabilità: arriva l'autovelox che controlla assicurazione e revisione delle auto
La Pininfarina passa all'indiana Mahindra
Banche: 60 miliardi di obbligazioni subordinate, la mappa dei rischi
Dalla crisi delle 4 banche al caso Civitavecchia. Le 8 date principali
Banche, ecco i numeri del crac
Risparmi, i dieci consigli per non sbagliare
Legge Stabilità, proroga Opzione Donna se avanzano fondi
Banche, Berlusconi-Meloni-Salvini, ok mozione sfiducia Renzi
Vola il lavoro: 415 mila posti fissi in più, ma il Sud arranca.
=============================
TEL AVIV, 17 DIC - Un palestinese ha tentato di accoltellare dei soldati israeliani al check point di Huvara non lontano da Nablus in Cisgiordania. Lo dicono i media che citano l'esercito. Il sospetto aggressore - hanno aggiunto - è stato colpito e ucciso dal fuoco dei soldati.
======================
MOSCA, 17 DIC - La Russia sostiene l'iniziativa degli Stati Uniti per la stesura di una risoluzione Onu sulla Siria. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin, aggiungendo che la Russia è soddisfatta e che dopo aver studiato il progetto forse anche il governo e le autorità siriane saranno d'accordo.
=====================
Per il Cremlino “nel mondo è in corso una grande guerra mediatica”. 17.12.2015( Nel mondo è in corso un grande guerra mediatica, ritiene il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov.
"Si svolge da tanto tempo. Non è un grande gioco, ma una grande guerra informativa", — ha detto in un'intervista al canale televisivo "Rossiya 24". Peskov ha osservato che in questa guerra dell'informazione alcuni media "perdono l'aspetto umano e perdono la loro funzione di mezzi di comunicazione." "Vediamo tutti i partecipanti della guerra mediatica, vediamo le informazioni oggettive degli avversari, vediamo i nostri avversari completamente privi di qualsiasi obiettività, e traiamo le dovute conclusioni," — ha aggiunto il portavoce del Cremlino. Secondo Peskov, l'unico mezzo per contrastare questa situazione può essere una linea informativa attiva volta a trasmettere il proprio punto di vista alla comunità internazionale. "Penso che nell'ultimo periodo, negli ultimi anni, il nostro Paese abbia imparato molto e probabilmente è diventato il promotore di alcuni standard elevati in questo contesto", — ha osservato.
    Correlati:
“La Russia subisce un'aggressione mediatica senza precedenti”
La Russia ha subito una nuova aggressione mediatica per il rapporto del boeing malese
Siria, dai media di tutto il mondo campagna anti-Russia
Media occidentali: retorica degli USA sempre più pericolosa per la pace: http://it.sputniknews.com/mondo/20151217/1742757/Peskov-Russia-Media-Occidente-Propaganda.html#ixzz3ua4qAZMg
Vladimir Putin
Chi è Putin? La risposta in un libro italiano. 10:33 17.12.2015. Tatiana Santi. Chi è veramente Vladimir Putin? È una domanda che si chiederanno in moltissimi, dai più simpatizzanti del presidente russo ai critici più accaniti. La risposta a questa domanda è una biografia firmata da Gennaro Sangiuliano.
Il libro "Putin. Vita di uno zar" racconta la storia di un personaggio complesso, che troppo spesso è stato banalizzato e ridotto a una serie di stereotipi dai media. La figura di Putin in realtà non può essere estrapolata dalla storia della Russia, dalle trasformazioni che ha vissuto il Paese. Ebbene, in questa biografia originale italiana l'autore ripercorre le avventure di un giovane Volodia cresciuto in "Komunalka", gli appartamenti collettivi in epoca sovietica, passando per la tappa del Vladimir spia al Kgb, fino ad arrivare alla crisi in Siria.
Leader carismatico, pragmatico e sicuro di sé, Putin è anche un personaggio da conoscere meglio. Questo è lo scopo della biografia "Putin. Vita di uno zar", presentato il 14 dicembre a Roma all'Istituto dell'Enciclopedia italiana, edito da Mondadori. Gennaro Sangiuliano, vicedirettore del TG1, ha gentilmente rilasciato un'intervista a Sputnik Italia in merito al suo libro.
— Non è il suo primo libro su temi russi. Da dove nasce il suo interesse per la Russia?
Vladimir Putin arriva nelle case degli italiani, la vita del presidente su rete 4
— Io molti anni fa ritrovai dei documenti inediti, erano dei rapporti della polizia italiana degli inizi del ‘900, che documentavano la presenza di Lenin a Capri. Decisi allora di fare un libro per raccontare queste presenze di Lenin che ci furono tra il 1908 e il 1910. In quell'occasione cominciai a studiare la storia russa, io di provenienza sono un giurista, non avevo fatto studi letterari. Ho cominciato però a leggere la grande letteratura russa, adesso posso dire di aver letto tutto Dostoevskij, Tolstoj e Pushkin.
— Perché ha deciso di scrivere un libro su Vladimir Putin?
— Facendo poi il giornalista ho continuato a fare attenzione sul personaggio che è Putin. Nelle dialettiche interne di un giornale, io mi sono sempre schierato dalla parte di Putin. Adesso i filoputiniani sono diventati più numerosi. Avevo capito che il personaggio era molto interessante e ho deciso di costruire questa biografia. Credo che la statura del personaggio meriti di essere conosciuta dal grande pubblico, al di là di tanti pregiudizi e luoghi comuni che filtrano di qua e di là sui giornali. Occorreva fare qualcosa di più organico e più complessivo che sfatasse i luoghi comuni e dicesse la verità.
La presentazione del libro su Vladimir Putin
— Al di là dei pregiudizi del mainstream, da parte dei lettori e i cittadini italiani c'è un grandissimo interesse nei confronti di Putin. Perché il presidente russo è più popolare che mai?
— Perché la gente è intelligente e sta cominciando a capire che una serie di fatti storici danno ragione a Putin. Prendiamo la Cecenia: questo fu il primo tentativo si stabilire al mondo un Califfato islamico, che sarebbe stato un califfato molto pericoloso per il Caucaso. I combattenti ceceni ora sono in Siria, Iraq e Libia, sono anche tra i più agguerriti e violenti. Putin ci aveva visto giusto a stroncare il califfato in Cecenia. Lo fece in maniera dura, ma era necessario fare così.
Anche in altri casi la storia gli sta dando ragione, come per esempio per quanto riguarda le vicende economiche e sociali. Io penso che alla fine l'opinione pubblica sia più intelligente di quello che le elite pensino e quindi la gente sta percependo il valore del personaggio.
— Qual è il ruolo della Russia oggi sull'arena internazionale e in Siria a suo avviso?
Raid aereo russo contro Daesh in Siria. Russia, ministero Difesa sottolinea trasparenza informazione su raid in Siria.
— Putin è l'unico che fa veramente la guerra al terrorismo. A me piace un Paese come gli Stati Uniti d'America, ma in Siria gli americani sono stati molto ambigui. Putin ha preso una posizione molto chiara e ben definita, sta facendo veramente la guerra.
Prendiamo per esempio l'ultima lite con la Turchia. Un italiano medio sente molto più vicino un russo che un turco come cultura, stile di vita, dato antropologico. I russi sono dei frequentatori dei nostri Paesi, vengono nelle nostre città, noi andiamo da loro. I turchi sono molto più distanti, al di là del fatto che la Turchia faccia parte della NATO. Credo che la gente lo percepisca bene.
— Si ritornerà a suo avviso a un vero punto di incontro tra la Russia e l'Occidente? Forse la Siria è proprio quest'occasione?
— Credo di sì. Con il tempo credo che quei occidentali che hanno rapporti storici con la Russia, penso ai tedeschi, agli italiani e adesso anche i francesi, premeranno anche sugli Stati Uniti. È molto importante vedere che cosa succede nelle leadership americane. A parte Donald Trump, che ha espresso pubblicamente la sua ammirazione per Putin, anche gli altri Repubblicani, hanno una posizione diversa da quella di Obama.
    Correlati:
Conferenza stampa di fine anno del presidente Putin
Daily Mail: Putin ha dimostrato che l’Occidente sbagliava
L'Elvis Presley iraniano si è rivolto a Putin: http://it.sputniknews.com/opinioni/20151217/1743247/putin-libro-russia-presidente.html#ixzz3ua5jXgxk
Conferenza stampa di fine anno del presidente Putin
© Sputnik. Ramil Sitdikov
Mondo
09:56 17.12.2015(aggiornato 14:33 17.12.2015) URL abbreviato
51966150
Il 17 dicembre il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin ha tenuto la tradizionale conferenza stampa di fine anno. Ecco la cronaca testuale della conferenza stampa.



Dopo 3 ore 11 minuti si e conlusa la conferenza stampa di Vladimir Putin. E' disposto a cambiare la legge che vieta l'adozione dei bambini russi in alcuni paesi stranieri?
Il governo russo non deve avere fretta di cambiare la legge sull'adozione dei bambini russi all'estero. Il numero dei bambini adottati è più alto di quello dei bambini che necessitano di cure.
Serve in futuro alla Russia una base in Siria?
E' una domanda complessa. Non so se serva davvero. Se dobbiamo colpire qualcuno anche così (senza base) lo colpiamo lo stesso.
La Russia smetterà di fornire il gas all'Ucraina?
Non credo che vada eliminato il transito del gas in Ucraina e neanche che vada posto in competizione con il Nord Stream. Il punto chiave è che ogni gasdotto deve garantire affidabilità, sicurezza e costanza degli approvvigionamenti. Se le autorità ucraine mantengono il loro impegno, non ci sono problemi. Diversamente dovremo rivedere i piani.
Qual'è la sua opinione sull'omicidio Nemtsov?
Ritengo che questo sia un omicidio che vada indagato ed i cui colpevoli debbano essere puniti, chiunque essi siano.
Signor presidente, come stanno le sue figlie?
Per molte ragioni, non ultime quelle di sicurezza non ho mai parlato della vita private delle mie figlie. Io ritengo che ogni persona abbia il diritto di costruirsi il proprio destino. Le mie figlie non sono mai state viziate. Non hanno mai avuto privilegi. Fanno la loro vita e la fanno con dignità. Le mie figlie non fanno politica, non fanno business, lavorano e parlano e usano per lavoro 3 lingue europee.
L'anno prossimo ci saranno le elezioni negli USA. Come vede le prospettive di lavoro con il nuovo presidente statunitense?
Prima bisogna capire chi è. Noi siamo pronti a dialogare. Dopo l'ultimo incontro con Kerry mi è parso che gli USA siano d'accordo con noi. Noi siamo aperti e trasparenti. Sono loro che provano sempre a "suggerirci" cosa fare e come. Se un osservatore straniero in USA alle elezioni si avvicina a più di 5 metri da una coda al seggio lo arrestano. Noi siamo pronti a sederci e parlare con qualunque presidente che venga eletto dal popolo statunitense.
Secondo lei è arrivata l'ora di privatizzare le compagnie statali come Rosneft e Aeroflot, per sostenere l'economia?
Le compagnie statali possono essere parzialmente privatizzate per aumentare l'efficacia del loro operato, non per fare cassa. Lo Stato non
Qual'è lo stato è il futuro delle relazioni con la Georgia?
Noi non siamo la causa di questo deterioramento delle relazioni con la Georgia. Tornando ai fatti del 2008, la colpa storica è loro ed è in pieno sulle loro spalle. La colpa è dell'allora presidente Saakashvili che ha dato il via al processo di divisione del paese.
A Saakashvili hanno dato un visto lavorativo in USA e poi l'anno mandato in Ucraina. E come se gli avessero detto "Non soltanto vi governiamo. Ma vi mandiamo anche chi vi governa, perchè voi non siete in grado di farlo da solo. Su 45 milioni di personi non si riesce a trovare 10/15 persone in grado di governare? Questo è uno sputo in faccia al popolo ucraino.
Il presidente Putin durante la conferenza stampa di fine anno di fronte alla folta platea di giornalisti. Il presidente Putin durante la conferenza stampa di fine anno di fronte alla folta platea di giornalisti
Il 31 dicembre scadranno gli accordi di Minsk, qual'è la vostra posizione sul conflitto in Donbass?
Siamo favorevoli alla risoluzione del conflitto nel sud-est ucraino ma non attraverso l'eliminazione fisica di tutti gli abitanti del Donbass.
Putin invita un giornalista ucraino a fare una domanda: "Date la parola al giornalista ucraino, una repubblica a noi fraterna, non lo stancherò mai di ripetere"
Giornalista: Grazie presidente per la possibilità di farle una domanda anche se noi non siamo turchi, siamo ucraini. Lei ha detto che in Donbass non ci sono militari russi. Eppure ne sono stati catturati due. Li cambierete con tutti gli ucraini detenuti dai filorussi?
Putin: Lei ha nominato due persone e poi ha elencato un elenco lungo di persone con cui li vorreste cambiare. Gli scambi si fanno alla pari. Noi abbiamo detto che in Donbass non ci sono divisioni ufficiali russe. Possono esserci dei cittadini russi coinvolti nell'esecuzione di alcuni compiti militari. Capisca la differenza.
Giornalista: Come cambieranno le vostre relazioni con l'Ucraina dal primo gennaio?
Putin: A livello economico cambieranno in peggio, perchè siamo costretti a escludere l'Ucraina dallo spazio economico comune della CSI.
Lei ha detto che in Turchia abbiamo molti amici a livello di popolazione. Che futuro vede per le relazioni russo turche?
Con i popoli turchi (di etnia e lingua) che ci sono vicini e fanno parte della Russia dobbiamo continuare a dialogare. A livello statale invece non vedo prospettive di creare delle relazioni.
Su Assad la Russia dice che deve decidere il popolo siriano. Gli USA ed i loro alleati dicono che per Assad non c'è futuro politico. Avete discusso di questo con Kerry?
Ne abbiamo parlato con Kerry. La nostra posizione non cambia. Non accettiamo che nessuno dall'esterno imponga alla Siria il suo futuro. Solo il popolo siriano deve scegliere chi e con quale forma dovrà governarlo. Appoggiamo la decisione degli USA di scrivere una relazione al Consiglio di Sicurezza dell'ONU sulla soluzione del conflitto in Siria, per cui il segretario di stato Kerry è venuto in Russia. Questo ci dà l'idea del fatto che USA ed Europa sono seriamente preoccupati di ciò che succede nel medioriente.
Secondo lei c'è uno stato terzo dietro l'abbattimento del SU-24 russo da parte turca?
Capisco il vostro riferimento. Se qualcuno in Turchia ha deciso di leccare gli americani in un determinato posto, non lo so. Riteniamo il gesto turco un gesto nemico. Anche nell'ultimo incontro con le autorità turche ad Ankara ci sono state poste questioni molto importanti per la Turchia. Su questioni sensibili. Noi abbiamo  detto che capiamo e siamo pronti ad aiutare. Era così difficile alzare la cornetta e telefonare. Chiedere di non colpire determinati territori?
Cosa hanno ottenuto? Pensano che fuggiremo? Certamente no. La Russia non è quel tipo di paese. Se la Turchia aveva degli scopi non li ha raggiunti. Anzi ha solo peggiorato la situazione.
E' soddisfatto del lavoro del governo? Potrebbero esserci dei cambiamenti?
In tutti questi anni mi sembra di aver sempre mantenuto una linea equilibrata nei confronti dei membri del governo. Non sono per i cambi in corsa, ancor più radicali. Quasi sempre non portano a nulla. Se invece parliamo di migliorare il lavoro del governo, allora si, c'è questa intenzione, ma non per cambiare qualcuno in particolare, ma migliorare il lavoro del primo organo governativo dello stato.
A causa dei tassi d'interesse alti i nostri imprenditori non possono ricevere crediti. Anche all'estero, per ovvi motivi, non possono. Faremo la fine del Venezuela?
Tutti vorrebbere che il tasso di rifanziamento della Banca Centrale venga rivisto. Sento dire che all'estero i tassi sono più bassi. E' vero. Ma li la struttura dell'economia è un altra. Noi abbiamo la minaccia dell'inflazione, loro quella della deflazione.
Nonostante la crisi in Russia i dati economici mostrano un dato positivo
La disoccupazione è al 5,6%. Nel 2009 era all 8.3%.  Il debito pubblico è sceso al 13%. Si è registrato un trend positivo nell'afflusso di capitali dall'estero: sono sicuro che gli investitori capiscono la realtà della nostra economia e esprimono l'intenzione di entrare nel nostro mercato. Il picco della crisi è già stato toccato. A settembre e ottobre è già stato registrato un aumento della produzione. Soprattutto nell'agricoltura. Per il secondo anno consecutivo il nostro raccolto ha superato quota 100 milioni di tonnellate, 103 milioni.
L'anno scorso preannunciò che entro due anni usciremo dalla crisi. Adesso qual'è il suo pronostico?
Rispondo con un annedoto: "Si trovano due amici e uno chiede all'altro. Come va? Ma guarda, la vita va a momenti. Bianchi e Neri. Adesso è nera. Dopo sei mesi si ritrovano di nuovo e gli fa la stessa domanda. Guarda la so la storia dei momenti. Come va? Guarda adesso è nera, forse prima era bianche". Nel 2014 abbiamo impostato il nostro budget calcolando un prezzo del petrolio di 100 dollari. Per il 2016 di 50 dollari al barile. Adesso costa 38 dollari al barile. Probabilmente dovremo apportare ulteriori modifiche.
Giornalisti da tutta la Russia e dal resto del mondo ] Tradizionalmente alla conferenza stampa di fine anno del presidente Putin prendono parte giornalisti russi e di tutto il mondo. Per attirare l'attenzione del presidente e ricevere il diritto a rivolgere la propria domanda ognuno si ingegna come può. Cartelloni, bandiere, abbigliamenti stravaganti. Anche questo fa parte dell'evento.
Tutto pronto per la conferenza stampa di fine anno di Vladimir Putin
Alle ore 12 russe — 10 italiane — inizierà la conferenza stampa di fine anno del presidente della Federazione Russa Vladimir Putin. L'anno scorso i giornalisti accreditati furono 1348, 78 le domande poste, 4 ore e 40 minuti la durata totale.
    Correlati:
Putin: Russia e USA stanno cercando soluzioni delle crisi più gravi
Putin sospende accordo su zona libero scambio tra Russia e Ucraina: http://it.sputniknews.com/mondo/20151217/1742903/putin-conferenza-fine-anno.html#ixzz3ua6qelFB
Esto es muy urgente e importante. No podemos construir Actuall sin ti. Hola lorenzoJHWH:
No podemos, ni queremos.  [ DIO BENEDICE ECONOMICAMENTE I DONATORI! ] Este correo es... muy importante (y muy urgente). Y, déjame que te lo adelante ya, de tu respuesta al mismo dependerá el futuro y el rumbo de Actuall. Actuall nació hace poco más de tres meses. El 1 de octubre. Hoy, puedo decir con orgullo que es una realidad espléndida y creciente. Las cifras de Actuall en número de lectores, suscriptores (como tú) del Brief de Víctor, comentarios, noticias compartidas, etc., son muy estimulantes e ilusionantes. Queríamos hacer, lo estamos haciendo, periodismo centrado en defender las causas de la vida, la familia y la libertad. Periodismo para saber más, para actuar mejor y organizarnos de manera más inteligente como sociedad. Periodismo que abraza la innovación tecnológica y reúne escritores, editores y programadores brillantes y entusiastas alrededor de la visión de una sociedad ordenada y abierta, formada por personas libres, hombres y mujeres más fuertes que cualquier gobierno en defensa de nuestra libertad y nuestros bienes materiales e inmateriales. Estamos construyendo el primer diario nativo digital provida, profamilia, con una perspectiva liberal-conservadora y cristiana de la sociedad, hecho en español y con una cobertura global de las causas de la libertad en España, Europa y América. Estamos haciendo ese periodismo para ti, pero queremos (y necesitamos) dar un paso más, hacerlo contigo. A ese paso lo llamamos de lectores a miembros (socios).
lorenz ¿puedes convertirte ahora en socio de Actuall con una contribución mensual de 35, 50 o incluso 100 euros (o cualquier otra cantidad —mayor o menor— que te parezca oportuna)? (puedes modificar o cancelar esa aportación mensual en cualquier momento).
https://colabora.actuall.com/hazte-socio-de-actuall
En Actuall, encuentras la mejor información de actualidad, junto a sugerencias para actuar eficazmente a favor de la vida, la familia y la libertad.
Somos el primer diario profesional en España con un modelo no lucrativo; queremos construir una comunidad (identificada con los valores del diario) de ciudadanos informados y activos en defensa de las causas de la libertad, como el derecho a la vida, la propiedad privada o la libertad religiosa.
Antes de nacer, hacíamos esta declaración de principios: Actuall, se sostendrá gracias al apoyo de su comunidad, se declarará libre de banners publicitarios y no aceptará subvenciones de fondos públicos ni campañas de gobiernos o de partidos políticos.
Tu apoyo económico es pues, absolutamente imprescindible.
Tu apoyo económico y, si tú quieres, también tu soporte como voluntario, algo de lo que te hablaré con detalle en otro momento.
Convirtiéndote en socio de Actuall, podrás...
Participar como 'periodista' en la Redacción de Actuall
Tendrás derecho a proponer temas e historias para investigar o para tratar a fondo en el diario. Si las publicamos, te citaremos. Convertirte en autor de Actuall. Si nos envías artículos o tribunas y el equipo de Edición de Actuall considera que el tema que propones es de interés, publicaremos lo que nos mandes. Visitar la Redacción de Actuall
    Yo mismo, será un honor, te guiaré por ella explicándote cómo funciona el equipo, qué hace posible nuestro (tu) diario. Participar en una reunión anual del Consejo de Redacción de Actuall
    Una vez al año. Tendrás voz y se tomará nota de tus propuestas. Serás un miembro más del Consejo de Redacción. Asistir a los Encuentros Actuall
    Que celebraremos periódicamente, transmitiéndolos por Internet, con prestigiosos periodistas y relevantes analistas de opinión como invitados, para compartir ideas, críticas, aportaciones sobre la situación social y política y la batalla cultural que libramos
    Siempre serás de los primeros. Podrás probar antes que nadie los nuevos servicios y tecnologías de Actuall y orientarnos sobre su calidad
    Participar en la votación del Premio anual Actuall
    Cada año otorgaremos un Premio Actuall a alguna personalidad destacada que defienda los principios de Actuall. Podrás votar. Y tendrás un precio especial
    En la Gala de los Premios HO en la que se entregará (y en otros actos que organicemos en HO)  Detalle Actuall
    Pues es solo eso, un pequeño detalle, pero te lo enviaremos como ¡bienvenida! por hacerte socio. Es el peor de los tiempos y es el mejor de los tiempos para hacer periodismo sobre la defensa de principios. Es más que evidente que vivimos unos momentos difíciles. Es claro el incremento de la agresividad de los progre-laicistas... como lo es, por lo tanto, la necesidad de una mayor información y movilización de los provida, profamilia y pro-libertad, entre otras cuestiones. En Actuall queremos actuar contigo, construyendo una comunidad informada y activa. Defendiendo, juntos, los valores que te importan.
Es hoy... Es tiempo de cambiar, es tiempo de actuar, es tiempo de Actuall.
Queremos, contigo, informar, reflexionar, actuar.
Creo firmemente que hace falta un periódico online como el nuestro, que defienda la vida, la familia y las libertades, que son las bases de la civilización.
Un periódico para todos, participativo, para ciudadanos activos. Un periódico transparente en permanente diálogo con el ciudadano y sus preocupaciones. Un periódico que pretende, ¡ahí es nada!, algo que en realidad es contradictorio con la naturaleza misma del periodismo: sobrevivir a lo efímero. Actuall ayudará (te ayudará a ti, lorenz) a defender, en el terreno de las ideas y de la acción, los valores que te importan. Es un medio, quiere serlo, para saber y actuar, para haceroír tu voz.  [ Independiente. ] [ Decimos, sin falsas retóricas, que Actuall es independiente, esto es, que sus verdaderos propietarios son sus lectores. Para construir Actuall necesitamos, ahora, tu apoyo y tu concurso.  ¿Puedes convertirte ahora en socio de Actuall con una contribución mensual de 35, 50 o incluso 100 euros (o cualquier otra cantidad —mayor o menor— que te parezca oportuna)? (puedes modificar o cancelar esa aportación mensual en cualquier momento). https://colabora.actuall.com/hazte-socio-de-actuall
Millones de ciudadanos necesitan (necesitamos y demandamos) un medio de comunicación moderno que haga frente al pensamiento izquierdista dominante (a las dentelladas de una suerte de Leviathan, que acosa las más elementales libertades) creando opinión, ofreciendo argumentos, influyendo en los centros de poder y defendiendo las convicciones que nos hacen ser comunidad y que tú y yo sabemos que son buenas imprescindibles para mejorar la sociedad.
Actuall es eso... En Actuall queremos atenernos a los hechos, dudar de los paraísos en la Tierra, reírnos de los emperadores desnudos, atizar dialécticamente a los tiranos, y dejar en evidencia a sus bufones y corifeos. Y, como el viejo maestro Montanelli, estamos dispuestos a hacerlo con (absoluta) independencia «a prueba de censores, dictadores y balas». Porque creemos, como él, que «El periodismo no es un oficio, es una misión».
Eso tiene un precio. La libertad y la independencia, siempre tienen un precio...
https://colabora.actuall.com/hazte-socio-de-actuall
Actuall es gratuito. No tenemos ánimo de lucro pero, como es obvio, sí tenemos gastos...
Para afrontarlos con una mínima estabilidad; para tener la seguridad de que podremos hacer nuestro trabajo (contigo), el que de alguna manera nos has encomendado y en el que, sin duda, participas; para poder seguir adelante, te necesito. Necesito que des ese paso adelante y te conviertas ahora en socia/o de Actuall. Ojalá te animes a hacerlo. Estoy convencido de que, como intentamos de todo corazón (contigo y para ti), con Actuall... Es posible cambiar el mundo y si no (de forma inmediata) el mundo, sí el rumbo de la política y de las ideas, dando voz a quienes aún creen en los valores de la libertad, el dinamismo de la sociedad civil, y en la dignidad inviolable de la persona. Y, como Buckley, gigante del periodismo que en la segunda mitad del siglo XX, obró el milagro de sacar al conservadurismo norteamericano de la postración, librarlo de sus complejos y arrebatarle a la izquierda el monopolio cultural e incluso político, hacerlo con glamour y sin perder la sonrisa. Un fuerte abrazo, mil gracias por estar ahí.
Alfonso Basallo, director y todo el equipo de Actuall
P.D. Por supuesto tú eres quien determina el importe de tu contribución mensual como socio de Actuall (somos diferentes), de tal manera que puede ser con alguna de las cantidades que te propongo o con cualquier otra, mayor o menor. Puedes hacerlo aquí: https://colabora.actuall.com/hazte-socio-de-actuall y recuerda además que, en cualquier momento, puedes cancelar o modificar esa aportación mensual.
Este email tiene más de una vida. Reenvíalo a tus contactos que aún no conocen Actuall e invítales a unirse Actuall, el periódico para lectores alertas y activos en las buenas causas. ¡Gracias! HO es una entidad de utilidad pública   
HazteOir.org tiene la declaración de entidad de utilidad pública (ver B.O.E.). Esto significa que todos los donativos que hagas a Actuall (que es una iniciativa de HO) los podrás desgravar, en el siguiente ejercicio fiscal, en el pago del impuesto correspondiente. Un 50% por los primeros 150€ que nos dones y un 27,5% por el resto. Por ejemplo, si donas 200€ Hacienda te devolverá 88,75€ en 2016.
===================
è sceso all'inferno il massone, soltanto, un altro massone che Satana partorì con Rothschild ] [ Licio Gelli, la P2 perde il suo maestro. Nato a Pistoia il 21 Aprile 1919 si è spento nella sua storica “Villa Wanda” (dal nome della prima moglie) il 15 dicembre 2015. Il quadro clinico, data anche la veneranda età, si era aggravato irrimediabilmente sino a spirare silenziosamente. Condannato per innumerevoli capi d’imputazione, come:  Procacciamento di notizie contenenti segreti di Stato; Calunnia nei confronti dei magistrati milanesi Colombo, Turone e Viola; Calunnia aggravata dalla finalità di terrorismo per aver tentato di depistare le indagini sulla strage alla stazione di Bologna - vicenda per cui è stato condannato a 10 anni; Bancarotta fraudolenta (Banco Ambrosiano). Dal 2001 scontava una pena detentiva di 12 anni nella sua residenza affermando di sé nel 2003: “Ho una vecchiaia serena. Tutte le mattine parlo con le voci della mia coscienza, ed è un dialogo che mi quieta. Guardo il Paese, leggo i giornali e penso: Ecco qua che tutto si realizza poco a poco, pezzo a pezzo. Forse sì, dovrei avere i diritti d'autore. La giustizia, la tv, l'ordine pubblico. Ho scritto tutto trent'anni fa.”
=======================
IL REGNO DI DIO NON SCENDERà A PATTI CON TE PER SALVARE LA TUA ANIMA! ] L’aborto non dà pace. La confessione di due uomini. E una donna, dopo 30 anni, chiede perdono per il voto pro-choice al referendum. Ora è volontaria al Centro di aiuto alla vita. 16 dicembre 2015. SEMPLICEMENTE AVERE APPROVATO LA LEGGE SULL'ABORTO, SEMPLICEMENTE QUESTO ASSENSO, TI PORTERà ALL'INFERNO! TU DEVI PENTIRTI DI GNI TUO PECCATO! IL REGNO DI DIO NON SCENDERà A PATTI CON TE PER SALVARE LA TUA ANIMA! ] Chi l’ha detto che l’aborto è una questione “da donne”? Sono certamente loro a pagarne le conseguenze più dirette, spesso lasciate sole a portare il peso di una decisione, spesso proprio perché lasciate sole spinte a scegliere questa strada. Eppure quello dell’aborto è anche e soprattutto un affare “da uomini”. Come racconta don Luigi, parroco alle porte di Milano. Da quando il Papa – con l’occasione del Giubileo della Misericordia – ha esteso a tutti i sacerdoti la facoltà di assolvere il peccato dell’aborto, da lui si sono presentati due uomini. Entrambi si erano già confessati in passato, ma a distanza di tempo dai fatti (30-40 anni) ancora non si sentono in pace. Il primo è un signore di 65 anni: lui e la moglie hanno deciso di abortire quando lei è rimasta incinta del terzo figlio. Pensavano di non farcela. Il secondo ha circa 50 anni: aveva 18 anni quando la sua ragazza è rimasta incinta e hanno deciso di abortire. Nessuno ha mai saputo, neanche i genitori, ma quel fatto ha lasciato in lui una impronta indelebile. E l’aborto è un affare “da donne”, non nel senso dispregiativo di una debolezza, ma in quello pieno di dignità e coraggio, di vita. Una di loro, Rosella (leggi qui la sua storia), ha deciso di confessarsi per qualcosa a cui molti nemmeno penserebbero: il voto a favore dell’aborto nel referendum del 1981. Non ci aveva più pensato, né ha mai dovuto affrontare il problema. A più di 30 anni di distanza, mentre scriveva il suo libro “Un’anima sola” in cui racconta la storia della sua conversione dopo la morte dell’unica figlia, un’amica le ha proposto di devolvere il guadagno al Centro di Aiuto alla vita (Cav) della clinica Mangiagalli, a sostegno delle gravidanze difficili. “In quel momento ho cominciato a riflettere: Signore, cosa mi stai dicendo? Da lì poi ho devoluto tutto al Cav… e mi sono confessata”. Cosa è successo? “Che Dio è vita, e se credo in Dio credo nella vita, e non ho nessun diritto di decidere per vita di un altro bambino”. Adesso Rosella sostiene come volontaria il Cav, è vicina ad alcune mamme. E ha trasformato anche la camera di sua figlia in una specie di nursery: “In genere le camere dei figli che se ne sono andati rimangono intatte…il letto rifatto, gli armadi con tutta la roba dentro. La camera di mia figlia è completamente diversa, perché io raccolgo le cose per i bambini: ci sono ciucci, biberon, abitini, il mio computer per scrivere. È una stanza che ha preso vita. I figli ci sono ma non sono più lì. È un cammino”.
========================
Dear Mr mESSIAH, An Open Doors safe house can be a lifeline to a pastor or evangelist. Especially ones who are standing firm against persecution, but trying to save their families from threats, arrest and imprisonment. Others need a safe house so they themselves can escape arrest – and be there for their families in times of need.
Your Gift of Hope helps provide vital aid and temporary safe houses for Christians who are under attack – offering their whole families the protection and courage they need to stand firm as a witness for Christ! Thank you for giving generously.
Together in His service, Jan Gouws. Executive Director, Open Doors Southern Africa
========================
Costco employee hurls anti-Semitic abuse Click here to watch: Costco smoothie demonstrator hurls anti-Semitic abuse at shopper. A Jewish shopper at a Costco store in the San Francisco Bay Area has uploaded footage of an extremely anti-Semitic rant tirade he was subjected to by a woman giving a smoothie demonstration at the store. According to the Coordination Forum for Countering Antisemitism, he said the woman began her rant by interrupting him during a conversation with another Jewish man. "I struck up a conversation with a Jewish guy in Costco in front of the Vitamox Blender Demonstration, when an employee interrupted to tell us that Jews need to go back where they came from. I asked her how that would be possible after what happened in WWII. She responded that Hitler never did anything wrong to the Jews and that they brought it on themselves," he said.
Watch Here. In the video - originally posted on the Live Leak video sharing site - the woman can indeed be heard claiming that the Jews were not persecuted by the Nazis, while simultaneously admitting something bad may have happened to them but that they "brought it on themselves." "They had a chance to go ahead and get $500 for their freedom," she bizarrely asserted. Prior to that, she could be heard saying that Jews should leave Israel and "go back to Europe", because it is "Palestinian land." The clip ends with the victim owing to report her to her managers. "You're gonna be fired today." Source: Arutz Sheva
==============
Donald Trump è il nostro candidato! Putin, 'endorsement' a Trump: 'E' vivace e talentuoso' Putin entra a gamba tesa nella campagna elettorale Usa: "E' una persona vivace e talentuosa".
=============
Erdogan, si è inventato questa: "lotta contro Pkk che continuerà", perché il genocidio è la sua soluzione.. Nel sud-est Turchia "finché non sarà garantita la tranquillità" già la tranquillità del cimitero degli armeni uccisi a tradimento, perché i turchi islamisti sono degli spergiuri e traditori!
=======================
io sono indignato per questo atto di violenza! MA IL SISTEMA MASSONICO LA DEVE SMETTERE DI FARE VIOLENZA ALLE MINORANZE! Spagna: il premier Mariano Rajoy colpito da un pugno
======================
MALEDETTI DISGRAZIATI MAOMETTANI SHARIA! quello che non deve essere dimenticato, è che le fosse comuni dei martiri cristiani, la profanazione di tutte le Chiese, ecc..., del genocidio dei cristiani siriani e iracheni, sono stati i salafiti: finanziati dalla CIA, tutto l'esercito libero siriano di OBAMA, di liberi terroristi moderati turchi sauditi: jihadisti, internazionale islamica: sharia LEGA ARABA, che lo hanno fatto! ] NON RIUSCIRETE CON LE VOSTRE MENZOGNE A CAMBIARE LA STORIA, PERCHé IO HO VISSUTO QUESTA TRAGEDIA PERSONALMENTE E LA HO DOCUMENTATA GIORNO PER GIORNO, SUI MIEI 110 BLOG! [ BEIRUT, 17 DIC - Una fossa comune con almeno dieci cadaveri è stata rinvenuta nella regione orientale siriana di Dayr az Zor controllata dall'Isis. Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani secondo cui il gruppo jihadista ha ammesso di fronte ai parenti delle vittime di aver ucciso le persone seppellite nella fossa. Sin da quando l'Isis ha preso il controllo delle regioni orientali della Siria nel 2013 ha commesso numerosi massacri, in particolare ai danni di membri di influenti tribù locali.
=====================
questo discorso DI Michael Moore: è perfetto anche per Donald TRUMP, noi contestiamo la sharia AL COGLIONE CANCEROGENO Michael Moore, perché quando, i musulmani faranno la richiesta della sharia? TU DEVI MORIRE CON TUTTE LE TUE IDEE DEMOCRATICHE: PERCHé NULLA DI QUESTO, discorso, CHE VIENE AFFERMATO ADESSO, in questo articolo, è PRESENTE NELLA LEGA ARABA senza reciprocità!!  NEW YORK, 17 DIC - Michael Moore scende in campo contro Donald Trump: il regista si e' fatto fotografare davanti alla Trump Tower con un cartello e la scritta "siamo tutti musulmani" per protestare contro l'idea del re del mattone di vietare l'ingresso negli Usa a tutte le persone di fede islamica. "Siamo tutti musulmani, cosi' come siamo tutti messicani, cattolici ed ebrei, bianchi, neri e tutte le sfumature intermedie", ha aggiunto Moore in un post sulla sua pagina Facebook.
==================
come non posso riconoscere nessun diritto ai musulmani, PALESTINESI, ecc.. finché la LEGA ARABA non condanna la sharia, così, io non posso riconoscere nessun diritto ai GAY finché non viene condannata la ideologia GENDER, per tutti è SODOMA educativi antiomofobi! ANZI VOI SIETE SCESI SUL CAMPO DELLA BATTAGLIA CONTRO il REGNO DI DIO CHE IO SONO!  STRASBURGO, 17 DIC - Forte sostegno alle nozze gay, viste anche come presupposto per una maggiore tutela dei diritti delle persone. E netta bocciatura della pratica della maternità surrogata, il cosiddetto 'utero in affitto' perche' "compromette la dignità umana della donna dal momento in cui il suo corpo e le sue funzioni riproduttive sono usati come una merce". E' quanto si legge nel rapporto annuale sui diritti umani nel 2014, un testo di oltre trenta pagine, approvato dalla Plenaria di Strasburgo.
======================
 TEL AVIV, 17 DIC. IO MANDERò MIEI MISSILI BALISTICI, SU TUTTA A LEGA ARABA SHARIA PER QUESTA AGGRESSIONE! Un razzo SHARIA lanciato da Gaza è caduto in un'area aperta del sud di Israele dove poco prima sono risuonate le sirene di allarme. Lo dice il portavoce militare israeliano secondo cui non sono segnalate vittime.
========================
NON ESISTE UNO STUPIDO, IN TUTTO IL MONDO, CHE LUI POSSA PENSARE CHE GLI USA O LA NATO SIANO SERI NELL'EVITARE LA GUERRA MONDIALE, CHE INVECE, è PROPRIO IL LORO VERO OBIETTIVO! 17.12.2015. COME SE, QUESTE ARMI POSSANO RAPPRESENTARE UN OSTACOLO PER LA CINA SE DECIDESSE DI FARE UNA INVASIONE! GLI USA, E I LORO MASSONI LOCALI NEL LORO CINISMO, HANNO DECISO DI AMMAZZARE QUESTE PERSONE DI TAIWAN! Il ministero degli Esteri cinese richiama l’ambasciata Usa: “Taiwan è parte inalienabile del territorio cinese”. Il ministero degli Esteri cinese ha convocato l'incaricato d'Affari dell'ambasciata statunitense per protestare contro la decisione dell'amministrazione Obama di autorizzare la vendita di armamenti a Taiwan per un valore di 1,83 miliardi di dollari. Minacciate anche sanzioni contro le aziende che parteciperanno all'iniziativa. Come rilanciato dall'agenzia Xinhua, per il vice ministro degli Esteri cinese, Zheng Zeguang, "Taiwan è parte inalienabile del territorio cinese" e la vendita di armi non solo andrebbe contro il diritto e i rapporti internazionali, ma minaccerebbe "pesantemente" la sicurezza e la sovranità nazionale della Cina. Oggetto della disputa la vendita di due fregate della classe Perry a Taiwan e di missili anticarro, veicoli anfibi d'assalto, sistemi elettronici di puntamento, missili terra-aria Stinger.
http://it.sputniknews.com/mondo/20151217/1748347/usa-cina-taiwan-armi.html#ixzz3ubEtEl8E
L'UNICO MOTIVO DI QUESTE SANZIONI CONTRO LA RUSSIA, è PERCHé, sia LA NATO che, LA CIA HANNO FATTO UN GOLPE ED UN POGROM IN UCRAINA: contro i russofoni! ] [ Ue rinnova le sanzioni alla Russia. 17.12.2015. e dopo CHE FARISEI SALAFITI MASSONI LEGA ARABA HANNO INVASO LA SIRIA CON I JIHADISTI: LA GUERRA MONDIALE TOTALE NUCLEARE, è SOLTANTO UN EVENTO TEMPORALE, CHE LA MOLTO SOFISTICATA DIPLOMAZIA RUSSA PUò SOLTANTO POSTICIPARE! Le sanzioni verso Mosca, che scadono il 31 gennaio prossimo, saranno prorogate da Bruxelles senza discussione al vertice dell’Unione Europea. Non ci sarà alcuna discussione sul tema del rinnovo delle sanzioni economiche contro la Russia al vertice dell'Unione Europea del 17 e 18 dicembre. La Cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha chiuso bruscamente la discussione. Evidentemente le pressioni americane sono state molto forti. Il ministro degli Esteri italiano, Paolo Gentiloni, a sua volta, ha precisato che l'Italia non ha chiesto alcun rinvio sulle sanzioni alla Russia e ha confermato che la decisione del vertice europeo sarà comune, senza alcun dibattito. "Politicamente parlando, la valutazione generale è andata chiaramente nella direzione di un rinnovo delle sanzioni" alla Russia ha precisato alla stampa l'Alto Rappresentante per la politica Estera dell'Ue, Federica Mogherini. Tutti i ministri degli esteri dei Paesi aderenti all'Ue, ha proseguito Lady Pesc, "hanno indicato che stiamo andando nella giusta direzione sulla messa in atto dell' accordo di Minsk ma siamo ancora lontani da una piena messa in atto e così hanno dato l'indicazione che abbiamo bisogno di un rinnovo delle sanzioni per un ulteriore periodo di tempo".
Correlati:
Poroshenko: ricevute rassicurazioni da Bruxelles su estensione sanzioni vs Russia
Matteo Salvini torna a Mosca, "no alle sanzioni": http://it.sputniknews.com/politica/20151217/1748667/ue-russia-sanzioni.html#ixzz3ubGLVBYG
Shalom lorenzojhwh, As the boycotts against Israel continue to increase, it becomes even more important to BREAK the boycotts by purchasing products from Israel. Although Israel is under the constant threat of Palestinian terror, suffers from rampant anti-Israel media bias and increasing boycotts, the People of Israel are blessed to live in their ancient homeland with a thriving economy. Our reaction to the Boycotts, Divestment and Sanctions (BDS) against Israel should be very simple: Just BUY more. Turn the boycotts into BUYcotts! Click Here to Buy Your Gifts from Israel. The European Union supports labeling Israeli products from Judea and Samaria. This hurts Arabs as much as Jews. Thousands of Arabs are employed by Israeli companies in Judea and Samaria. Boycotting these goods means Arab workers will lose their jobs. Israel is the best country in the region for Arabs to live. Yet it is also the ONLY country whose products are labeled and boycotted. Show Support by Buying Gift Items from Israel. For those of you who love Israel - and want to share the beautiful blessings of Israel with your family and friends - please consider buying your gifts from Israel. Not only will you and your loved ones cherish having a piece of Israel in your home, you are helping the effort to defeat the anti-Israel boycotts, So this year, please buy as much as you can from Israel... Shop Israel and Break the Boycotts! Thank you for standing united with the People, Country and Land of Israel. With Blessings from Israel! IMPORTANT NOTICE: The 25% off sale on ALL Israeli gift items from the Israel Boutique has been extended, but only through the weekend. Use discount code ISRAEL25. Take advantage of this great opportunity to help Israel, break the boycotts and share in the blessings! Click Here to Buy Beautiful Gifts from Israel.
=========================
QUESTO è L'INCUBO DELLA TEOSOFIA SATANICA GENDER I MASSONI FARISEI COMUNISTI BILDENBERG. PRESTO VEDREMO LA GUERRA CIVILE! SE AVESSERO FATTO QUESTA VIOLENZA A ME: IO MI SAREI FATTO GIUSTIZIA DA SOLO! Siete «cristiani radicali». E gli allontanano i cinque figli. L'incredibile storia di una coppia in Norvegia. Che ora cerca giustizia e vuole dimostrare l'abuso subito. 15 dicembre 2015. Sono stati arrestati, interrogati e subito rilasciati dai servizi sociali norvegesi mentre i figli venivano allontanati da loro, per giorni e senza alcuna spiegazione. Ma questo è solo l’inizio dell’incredibile storia che ha coinvolto i due coniugi Marius e Ruth Bodnariu, lui romeno e lei norvegese, residenti a Bergen, in Norvegia, di cui ora si inizia a sapere qualcosa tramite la voce del loro legale. Per ora, le notizie sono abbastanza frammentate e molti rimangono i punti oscuri (Tempi.it, 14 dicembre). SOLO PER L’ALLATTAMENTO. La storia è stata resa pubblica dalla stampa rumena intorno al 20 novembre, ma solo questa settimana sono emerse le motivazioni per cui, da oltre un mese, non è permesso alla coppia di vedere i cinque figli, se non per l’allattamento del più piccolo da parte di Ruth. Nei documenti che l’avvocato difensore ha finalmente ottenuto dai servizi sociali, si legge che Marius e Ruth sono «cristiani radicali che stavano indottrinando i loro figli» (RomaniaTv.net, 20 novembre). ESAMI MEDICI. Bodnariu, fratello di Marius e pastore cristiano, ha detto di essersi messo in contatto con l’avvocato della famiglia ha appreso sugli interrogatori ai nipoti e ha scritto on line il resoconto del colloquio avuto con il legale. I bambini sono stati sottoposti a diversi esami medici da cui emerso che non vi è alcun segno di abusi fisici. Nonostante questo è stato domandato loro se fosse vero che ricevevano punizioni. LA VERSIONE DELL’ACCUSA. A parte sculacciate o tirate d’orecchi, non hanno raccontato di punizioni violente e pericolose e non sono affatto spaventati all’idea di tornare a casa. In particolare gli psicologi hanno puntato l’indice su presunte percosse ricevute, come sottolinea ancora Tempi.it. Una delle figlie avrebbe detto che il padre una volta aveva «scosso come un tappeto» il figlio minore perché si era aggrappato ai suoi occhiali.
LA VERSIONE DEI GENITORI. La verità è però molto diversa. «Marius – ha continuato il fratello – mi ha spiegato che era semplicemente felice per il fatto che per la prima volta il figlio (di tre mesi) era riuscito ad afferrare qualcosa» e che quindi gli aveva fatto fare un balzo. Il timore del pastore è che gli assistenti sociali stiano cercando di far dire ai bambini quello che vogliono loro. “MAI SUBITO ABUSI”. «Hanno anche provato a far da dire a Ruth, nei primi interrogatori, che il marito abusAva di lei fisicamente», denuncia Bodnariu. «Ma Ruth ha risposto che non poteva, perché è una bugia». I bambini avrebbero scritto anche delle lettere a mamma e papà, che però non sono mai state consegnate. I servizi sociali hanno invece dichiarato che non esistono lettere e che ai bambini non mancano i genitori. I CANTI CRISTIANI. Sul web è scattata una petizione a sostegno della famiglia mentre Bodnariu parla di «attacco demoniaco» alla famiglia e di problemi pregressi tra Marius e la preside della scuola perché l’uomo insegnerebbe agli scolari canzoni cristiane. «Sono accecati dal male – conclude il pastore – con la preghiera lo abbatteremo» (rodiagnusdei.wordpress.com, 20 novembre).
=============================
LA CONSAPEVOLEZZA DELLA INTRINSECA PECCAMINOSITà DELLA NATURA UMANA, è IL PRIMO LIVELLO DI AUTOCONSAPEVOLEZZA, PER AVERE UN RAPPORTO CON DIO, E DIO NON TI CHIEDERà MAI DI ODIARE O DISPREZZARE TE STESSO, MA, TI CHIEDERà DI INCOMINCIARE UN COMBATTIMENTO SPIRITUALE, CHE NASCE DAL RICONOSCERE LA PROPRIA CONDIZIONE DI PECCATO, DAVANTI ALLA PAROLA DI DIO! ] SE IO NON AVESSI QUESTO MINISTERO POLITICO UNIVERSALE, IO ACCOGLIEREI ED AIUTEREI TUTTE LE PERSONE CHE HANNO IL CUORE SPEZZATO DELLA MIA SOCIETà: INTORNO ALLA PAROLA DI DIO, LI RACCOGLIEREI! [ Preghiera e castità non sono una “terapia ripartiva” per gli omosessuali. Monta la polemica sul metodo Courage dopo un'inchiesta de L'Espresso. Molly Holzschlag 15 dicembre 2015. Omosessualità e preghiera: l’inchiesta del settimanale L’Espresso (6 dicembre) ha provato ad alzare un polverone intorno alle attività di Courage Italia. Courage è nata a New York nel 1980 e si è diffusa nel mondo, arrivando anche nel nostro Paese con l’apertura di circoli autorizzati dal Pontificio consiglio per la famiglia. Il servizio che si offre alle persone omosessuali è un “accompagnamento spirituale”, con l’obiettivo di incoraggiare la castità e seguire l’insegnamento della Chiesa sull’omosessualità. LA RICOSTRUZIONE DE L’ESPRESSO. Secondo L’Espresso, quelli di Courage sono «circoli di pochi, convinti ultracattolici che con la guida di un prete messo a disposizione dalla Curia si convincono che possono “guarire” e tornare eterosessuali». Un giornalista del settimanale che ha partecipato ad uno degli incontri dell’associazione scrive: «Nel solco della dottrina cattolica intende l’uomo unicamente come peccatore. L’unico modo di essere accettato agli occhi del Signore per chi è lesbica, gay, bisessuale o transgender e allo stesso tempo credente. Nessuna indicazione concreta per chi soffre e reprime i propri istinti. Per chi cerca parole di conforto, amore e compagnia».
UNA SERATA A “COURAGE”. La serata con i membri di Courage a cui ha partecipato il giornalista «si chiude con una preghiera comune mano nella mano. Le dinamiche sono simili a quelle delle sette. Nei giorni successivi scatta un bombardamento continuo di sms, telefonate e inviti per non mollare il gruppo».
POLEMICHE A REGGIO EMILIA. L’11 dicembre, scrive la Gazzetta di Reggio, «l’arrivo a Reggio Emilia dell’associazione Courage, il movimento internazionale di orientamento ultracattolico che organizza gruppi di auto-aiuto che servirebbero a “guarire” dalle pulsioni omosessuali, ha scatenato una grossa polemica. E non solo nella città emiliana».
COSA E’ REALMENTE COURAGE. Prova a far chiarezza sulla vicenda Courage, il quotidiano dei vescovi italiani Avvenire (12 dicembre): «L’Apostolato Courage – fondato nel 1980 dal servo di Dio Terence Cooke, arcivescovo di New York, per aiutare chi è attratto da persone dello stesso sesso a vivere la propria condizione in modo coerente con gli insegnamenti della Chiesa – ha organizzato nei giorni alcuni momenti di preghiera a Reggio Emilia, Torino e Roma». SESSUALITA’ E PAROLA DI DIO. Si tratta di iniziative «che fanno parte di un percorso, liberamente proposto e altrettanto liberamente accolto da chi decide di aderirvi, fondato su due obiettivi: la riflessione sulla propria sessualità e l’accoglienza della Parola di Dio come regola in base alla quale organizzare la propria vita». NESSUNA “TERAPIA RIPARATIVA”
Difficile cogliere in questo programma spirituale «un’offesa alle condizioni delle persone omosessuali e, soprattutto, la volontà di proporre una ‘terapia riparativa’. Pratica psicoterapeutica ormai desueta e che vuol dire tutto e niente, ma che per le lobby gay si è trasformata in una parola d’ordine per una sorta di indignazione a comando».
CASTITA’ COME SCELTA DI VITA. Sul caso si è registrato anche l’intervento diretto di Courage Italia che in un comunicato sottolinea come «molte persone ritengono legittima e attraente una proposta di vita affettiva in armonia con l’antropologia cristiana». Inoltre, si fa notare, «la castità non è un ‘obbligo’ ma viene vissuta come scelta di amore per Dio e per gli altri». Scelta che merita rispetto «indipendentemente dall’orientamento sessuale». Respinta con molta fermezza l’accusa di praticare terapie di guarigione: «Ogni uomo o donna che partecipa liberamente alle attività di Courage sa che lì può trovare aiuto spirituale, accoglienza e amicizia, ma non una terapia medica, come viene ricordato all’inizio di ogni incontro».
================
LA LEGA ARABA CON LA SHARIA STA MINACCIANDO IL GENERE UMANO DI STERMINIO, MA, QUESTA VOLTA NELL'ERA DEI SATANISTI MASSONI FARISEI: PER L'ISLAM FINIRà IN TRAGEDIA! MA QUESTA è UNA TRAGEDIA DEFINITIVA SENZA RIMEDIO! I cristiani possono professare la fede nell’islam per salvarsi la vita? Rinnegare la propria fede è una cosa seria, ma non a tutti è dato il dono del martirio. 15 dicembre 2015. Padre Elias Mallon. I cristiani possono professare la Shahada islamica, il credo o professione di fede dei musulmani, per salvarsi la vita? La questione è stata sollevata di recente da un docente di Storia e Teologia della St. Paul’s University di Limuru e Nairobi, in Kenya. Di primo acchito la domanda sembra semplice, pressante e molto attuale, soprattutto considerando i recenti massacri di cristiani da parte degli estremisti islamici in Kenya. A una lettura più approfondita, però, la questione non è poi così semplice. L’autore menziona i leader cristiani in Kenya, che hanno detto che per salvarsi la vita i cristiani possono recitare la Shahada. L’autore dell’articolo è fortemente in disaccordo. È chiaro, quindi, che la domanda non è solamente teologica, ad esempio sul fatto che la Shahada contenga qualcosa di diametralmente opposto alla fede cristiana. La risposta è sia sì che no. La prima parte della Shahada, “non c’è dio all’infuori di Dio”, non è più problematica per un cristiano dello Shemà degli ebrei, “Ascolta, Israele: il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno solo” (Deuteronomio 6, 4). I cattolici romani e molti altri cristiani, ebrei e musulmani credono nello stesso Dio (cfr. Concilio Vaticano II, Lumen Gentium, par. 16). La seconda parte della Shahada, “e Maometto è il messaggero di Dio”, è per i cristiani molto più problematica. Ad ogni modo, non è questo il fulcro della questione, che sembra riguardare piuttosto il permesso. La posizione dell’autore al riguardo è chiara. Parla di recitare la Shahada per salvarsi la vita come “scegliere di rinnegare Cristo per il bene della preservazione di sé”. Recitare la Shahada per salvarsi la vita comunica che “la mia fede in Cristo è una fede di convenienza”, e i cristiani che la pensano così sono “concentrati su se stessi” e “un giorno lodano il Signore e quello dopo recitano il credo musulmano solo per uscire dalla sofferenza”. La persecuzione tira fuori il meglio e il peggio della cristianità, e a volte il peggio viene da settori inaspettati. Nei primi cinque secoli della Chiesa ci sono stati due movimenti importanti (dichiarati eresie) che avevano a che fare con cristiani la cui fede non era abbastanza forte da morire per lei. Questi movimenti erano il novazianesimo (III secolo) e il donatismo (IV secolo). Entrambi i movimenti erano quello che si descrive come “rigoristi”. Per i novaziani, i cristiani che “sbagliavano” (lapsi) non avrebbero mai potuto essere riaccolti nella comunione con la Chiesa. I donatisti, pur se meno estremi dei novaziani, erano ad ogni modo molto rigidi nei confronti dei cristiani che avevano sbagliato ma poi si erano pentiti. Quello che avevano in comune i due movimenti era il concetto della Chiesa come “Chiesa di santi, ad esclusione dei peccatori”. In entrambi i casi, la Chiesa non era d’accordo. È interessante e ironico che una discussione analoga stia avendo luogo nell’islam. Come quella nel cristianesimo, la discussione nell’islam risale a molti secoli fa. Nell’islam, la questione riguarda l’apostasia. La domanda è fondamentalmente questa: la fede è solo una questione di cuore o è una questione di osservanza esteriore? Se una persona non rinnega davvero la fede, anche se non vive affatto i suoi precetti, quella persona è un’infedele (kāfir) condannata all’inferno? I Murjiʽiti, che risalgono alla prima generazione dell’islam, e i seguaci della scuola di giurisprudenza Ashʽari non ritengono questi atti un’apostasia. I musulmani sciiti hanno la categoria della taqiyya, “dissimulazione, prudenza”, che permette ai credenti di rinnegare la propria fede sotto minacce estreme. Alcune scuole di pensiero islamiche sunnite come i Kharijiti, tuttavia, si sono affrettate a considerare questi musulmani infedeli e meritevoli di morte e dannazione. È interessante che l’ultima scuola di pensiero rigorista sia stata scelta da molti musulmani salafiti-jihadisti contemporanei e portata all’estremo dall’ISIS. E così, in un esempio ironico degli opposti che si incontrano, la posizione rigorista nella cristianità trova delle analogie nella posizione estremista contemporanea nell’islam.
Alla fin fine, ad ogni modo, la questione dev’essere trattata come questione pastorale. Come tutta la ricerca medica mira alla guarigione, tutta la teologia, indipendentemente da quanto possa essere astratta, deve tendere alla pratica pastorale. È anche una questione di ecclesiologia o teologia della Chiesa. Se la Chiesa è esclusivamente la comunità dei santi, dei puri e degli eroici, allora non c’è posto per chi ha sbagliato o per chi è debole. Se invece la Chiesa è la comunità dei santi e dei peccatori, degli eroici e dei deboli, se la Chiesa è – come la definisce papa Francesco – l’ospedale da campo dopo una battaglia, allora c’è posto per tutti. Il Nuovo Testamento descrive Gesù come una persona venuta non per i giusti ma per i peccatori (Luca 5, 32), non per i sani ma per i malati (Marco 2, 17) e come colui che richiede misericordia, non sacrificio (Matteo 9, 13). I cristiani stanno subendo persecuzioni terribili in molte parti del mondo. Non parliamo della discriminazione o della perdita di prestigio, ma della perdita di proprietà, famiglia e vita. Se dobbiamo essere onesti, nessuno di noi sa come reagirebbe di fronte alla minaccia di una morte violenta. Sono certo che quei “leader e accademici cristiani… che dicono che si può recitare la Shahada islamica” non stanno dicendo semplicemente che va bene, come se fosse una possibilità tra le tante (uguali?) sono pienamente consapevoli del tipo di situazione in cui una persona si dovrebbe trovare per avere questo dilemma. Il mio sospetto è che qualcuno possa aver usato l’antico ragionalmento morale del “male minore”. In ogni caso, indipendentemente da come venga posta la domanda, il problema è profondo a livello pastorale, riguardando nella fattispecie come ci rapportiamo alle persone che non hanno scelto il martirio. Quasi fin dall’inizio, i cristiani hanno parlato del martirio come di un dono. Se il martirio è un dono, allora potremmo dover affrontare il fatto che è un dono non dato necessariamente a chiunque. Come la storia della Chiesa ha mostrato ripetutamente, l’ideale e la realtà di una fede eroica fino alla morte sono sempre stati due cose diverse. Ci sono stati coloro che sono morti piuttosto che rinnegare la propria fede e quelli che non l’hanno fatto. Rinnegare la propria fede è sicuramente una cosa molto seria. Spesso nei Vangeli Gesù parla di rinnegare chi lo rinnega (Matteo 10, 31 segg; Marco 8, 38; Luca 12, 9). Quello stesso Gesù, tuttavia, dice a Pietro che deve perdonare non 7 ma 77 volte (Matteo 18, 22). Dubito davvero che Gesù abbia stabilito uno standard più elevato per gli uomini che per Dio. Il reverendo Elias D. Mallon è membro dei Frati Francescani dell’Atonement. Ha conseguito una licenza in Antico Testamento e un dottorato in Lingue Mediorientali presso la Catholic University of America. I suoi articoli appaiono regolarmente sulle riviste America e ONE. Elias è responsabile per le relazioni esterne della Catholic Near East Welfare Association (CNEWA), che sostiene progetti caritatevoli, educativi, sanitari e di sviluppo in Medio Oriente, Etiopia, Europa orientale e India meridionale. Rappresenta la CNEWA alle Nazioni Unite.
===================
QUESTI CRIMINALI IDEOLOGICI SONO UNA TEOSOFIA SATANICA CHE ABBATTE LA LEGGE NATURALE, E CHE ABBATTE LA SAPENZA ED UN AMORE: NATURALE CREATIVO ED INFINITO, MA, IL CREATORE ONNIPOTENTE, SARà COSTRETTO AD ABBATTERE TUTTI LORO, IN UNA DISPERAZIONE INFINITA! PERCHé QUESTI PERVERTITI HANNO DISTRUTTO IL CONCETTO DI MORALITà E DI ETICA, PERCHé, HANNO SCARDINATO LA VITA, E I SIGNIFICATI SEMANTICI, I CONCETTI FONDATIVI DI DEFINIZIONE DEL BENE E DEL MALE? DA LORO SONO STATI PERVERTITI! Michela Marzano usa anche Papa Francesco per promuovere il gender. Chris Maxwell. Unione Cristiani Cattolici Razionali. 15 dicembre 2015. BOLOGNA, ITALY - NOVEMBER 08: Italian authoress Michela Marzano attends the presentation of her book 'Love is everything: that's all that I know about Love' (L'Amore e tutto: e tutto cio che so dell'Amore) at Ambasciatori book shop on November 8, 2013 in Bologna, Italy. (Photo by Roberto Serra - Iguana Press/Getty Images) Sono almeno quattro i diretti interventi di Papa Francesco nel solo 2015 contro il gender, la teoria secondo la quale l’essere uomini e donne sarebbe una costruzione sociale e non derivata necessariamente dall’essere nati come maschi e femmine. Come abbiamo documentato nel nostro dossier apposito, a gennaio Francesco ha rivelato di essere stato un testimoni oculare del tentativo di introdurre il gender nelle scuole: «Era un libro di scuola, un libro preparato bene didatticamente, dove si insegnava la teoria del gender […]. Questa è la colonizzazione ideologica: entrano in un popolo con un’idea che niente ha da fare col popolo […] e colonizzano il popolo con un’idea che cambia o vuol cambiare una mentalità o una struttura. Lo stesso hanno fatto le dittature del secolo scorso […] pensate ai Balilla, pensate alla Gioventù Hitleriana. Hanno colonizzato il popolo, volevano farlo». Ha poi ripreso l’episodio nel marzo successivo: «Sono stato testimone di un caso di questo tipo con una ministro dell’educazione riguardo l’insegnamento della teoria del “gender” che è una cosa che sta atomizzando la famiglia. Questa colonizzazione ideologica distrugge la famiglia». Sempre nello stesso mese ha parlato di «quello sbaglio della mente umana che è la teoria del gender, che crea tanta confusione. Così la famiglia è sotto attacco», mentre nell’Udienza generale di aprile ha valorizzato la differenza tra uomo e donna, dicendo anche: «io mi domando, se la cosiddetta teoria del gender non sia anche espressione di una frustrazione e di una rassegnazione, che mira a cancellare la differenza sessuale perché non sa più confrontarsi con essa». Davanti a questi durissimi interventi, il fatto che la filosofa Michela Marzano citi il Pontefice nei suoi quotidiani spot pro-gender è ancora di più deleterio e significativo della cattolicità autodichiarata dalla parlamentare Pd. Invitata recentemente anche a Tv2000, la televisione della CEI, il giorno prima di Costanza Miriano: una scelta poco felice (non è la prima da quando l’ex Iena Alessandro Sortino è diventato vicedirettore), dando spazio (senza contraddittorio) in buona fede e in nome di un giornalismo etico e obiettivo a chi spazio ne ha già a sufficienza (anzi, sui grandi media si sente la carenza delle voci contrarie) e in buona fede non lo è affatto. Lo ha dimostrato proprio la Marzano quando ha strumentalizzato Francesco in una recenteintervista a Il Mattino, sostenendo che anche il Papa sarebbe a favore dei ripensamenti dei ruoli di genere per promuovere l’uguaglianza. La filosofa è autrice del recente libro “Papà, mamma e Gender” (Utet 2015), scritto frettolosamente per smentire l’esistenza della famosa teoria ma, attraverso il quale, ne ha riproposto i contenuti, come abbiamo già evidenziato. E’ infatti molto più facile introdurre queste “colonizzazioni” nelle scuole senza dare ad esse un’etichetta ben precisa, facilmente accusabile e confutabile.
Anche recentemente la Marzano ha scritto: «paternità e maternità sono caratteristiche che appartengono a ognuno di noi, indipendentemente dalla propria identità di genere». Questa è esattamente l’ideologia gender: la mamma può essere chiunque si percepisce come donna, indipendentemente dal fatto che sia nato come maschio o femmina, e viceversa. Questo per la Marzano significa “ripensare” i ruoli di genere, tirando dalla sua parte il Pontefice. Nella stessa intervista al quotidiano campano la Marzano ha ancor meglio precisato: «Quando si parla di “sesso” ci si riferisce all’insieme delle caratteristiche fisiche, biologiche, cromosomiche e genetiche che distinguono i maschi dalle femmine. Quando si parla di “genere”, invece, si fa riferimento al processo di costruzione sociale e culturale sulla base di caratteristiche e di comportamenti, impliciti o espliciti, associati agli uomini e alle donne». Sarebbe quindi da promuovere come normale il percepirsi come maschi-donne e femmine-uomini nel caso in cui sesso e genere non coincidano, alla faccia delle rassicurazioni sul fatto che si vuole soltanto insegnare il rispetto. Ecco la colonizzazione ideologica contro cui sta combattendo Papa Francesco.
=============================
QUESTI CRIMINALI IDEOLOGICI SONO UNA TEOSOFIA SATANICA CHE ABBATTE LA LEGGE NATURALE, E CHE ABBATTE LA SAPENZA ED UN AMORE: NATURALE CREATIVO ED INFINITO, MA, IL CREATORE ONNIPOTENTE, SARà COSTRETTO AD ABBATTERE TUTTI LORO, IN UNA DISPERAZIONE INFINITA! PERCHé QUESTI PERVERTITI HANNO DISTRUTTO IL CONCETTO DI MORALITà E DI ETICA, PERCHé, HANNO SCARDINATO LA VITA, E I SIGNIFICATI SEMANTICI, I CONCETTI FONDATIVI DI DEFINIZIONE DEL BENE E DEL MALE? DA LORO SONO STATI PERVERTITI! Educazione. “Educazione moderna”, il video che critica con tanto umorismo l’ideologia di genere che fa paura. 15 dicembre 2015. Che cos’è il politically correct? Dire le cose senza offendere nessuno o dire bugie? Poco tempo fa leggevamo la notizia del divieto del Padre Nostro in un cinema e pochi giorni fa una mostra sacrilega di ostie consacrate veniva chiamata arte. Entrambe le proposte in onore dell’esercizio del diritto di dire quello che voglio e del mondo di tollerarlo. Conceptional Media ci presenta esattamente questo fenomeno. Il video Educazione moderna può sembrare a molti simpatico o esagerato, ma in realtà è un video da incubo. La storia ci mostra una lezione di matematica in cui il linguaggio è stato completamente modificato, e quindi la matematica non ha più il significato reale. Il “nuovo” alunno, che potrebbe essere chiunque di noi, non capisce cosa succede. Le sue parole e i suoi atteggiamenti hanno un significato del tutto diverso per il resto della classe. Questa sala non si allontana dal mondo moderno in cui tutto è relativo, tutto è permesso e ciò che è anormale diventa normale e dev’essere non solo accettato ma celebrato, mentre ciò che è naturale viene sminuito. Tutto questo accade semplicemente modificando il linguaggio. Suona familiare? Non siamo molto lontani dal trasformarci in questa classe. Lasciarci trascinare da questa “modernità” ci toglie il senso autentico e libero di essere persone. È come se all’improvviso non avessimo più il diritto di avere un’opinione formata e obiettiva riguardo al mondo. Come se la ricerca del bene e la verità fossero proibite, o peggio ancora non esistessero. Questa ideologia ci sta privando del nostro diritto di essere persone! Ci sta allontanando da ciò che è buono per tutti e sta evitando che il mondo sia migliore. Una società felice è impossibile in queste circostanze. Il bene, il buono, è l’unica cosa che ci può legare armoniosamente come società. Senza il bene e senza la verità, la libertà scompare e con questo noi come persone rimaniamo vuote, tradendo il nostro fine, che è donarci e incontrare gli altri. Quante volte vi siete trovati nella situazione in cui dovevate tenere per voi le cose o modificare il vostro linguaggio non solo per non offendere o discriminare, ma per proteggervi? Essere cattolici, avere una famiglia numerosa, essere a favore della vita, difendere il matrimonio ed essere eterosessuali è aggressivo. Come può essere possibile che si debba tenere per sé la verità e non si diffonda il bene per paura? Forse anche voi non avete il diritto di essere tollerati e rispettati? E al di sopra di questo, forse il mondo può perdere l’opportunità di essere migliore? Come ha detto papa Francesco nel suo discorso ai vescovi dell’Asia nell’agosto 2014, “(…) l’abbaglio ingannevole del relativismo, che oscura lo splendore della verità e, scuotendo la terra sotto i nostri piedi, ci spinge verso sabbie mobili, le sabbie mobili della confusione e della disperazione. È una tentazione che nel mondo di oggi colpisce anche le comunità cristiane, portando la gente a dimenticare che ‘al di là di tutto ciò che muta stanno realtà immutabili; esse trovano il loro ultimo fondamento in Cristo, che è sempre lo stesso: ieri, oggi e nei secoli’ (Gaudium et spes, 10; cfr Eb 13,8)”. Non parlo qui del relativismo inteso solamente come un sistema di pensiero, ma di quel relativismo pratico quotidiano che, in maniera quasi impercettibile, indebolisce qualsiasi identità. Modern Educayshun ITA - Nelle Note Multimedia. https://www.youtube.com/watch?v=z72jtR_om98 Nelle Note multimedia. Published on Dec 16, 2015. The follow up to #Equality, Modern Educayshun delves into the potential dangers of our increasingly reactionary culture bred by social media and political correctness. Written and Directed by Neel Kolhatkar
Instagram & Twitter @neelkolhatkar https://youtu.be/z72jtR_om98
==========================
What Do Palestinians Think about the Holocaust? https://youtu.be/7TJzclHiQIY Have you ever wondered what the average Palestinian knows or thinks about the Holocaust? The answers provided in this video are shocking. https://www.youtube.com/watch?v=7TJzclHiQIY Palestinians: What do you know about the Holocaust? Corey Gil-Shuster. Published on Aug 31, 2014 Please donate to the project so I can travel further and more often: http://www.gofundme.com/Ask-Project Want to know what Israelis and Palestinians in the Middle East really think about the conflict? Ask a question and I will get answers. Want to contribute? Go to http://www.gofundme.com/Ask-Project People ask Israeli Jews questions. I go out and ask random people to answer. Canadian-Israeli filmmaker Cory Gil-Shuster set out last summer, during Operation Protective Edge, to find out what the Palestinians on the street have to say about the Holocaust. The answers from our Palestinians neighbors presented in the video below are very interesting, to put it mildly. This film is a must-watch and SHARE…    http://unitedwithisrael.org/watch-what-do-palestinians-say-about-the-holocaust
=======================
ONU HA SMESSO DI ESSERE IL TESTIMONE DEI DIRITTI UMANI, ECCO PERCHé, LO STERMINIO, IL GENOCIDIO, SONO DELLE LOGICHE DELLA GEOPOLITICA USA NATO LEGA ARABA! ECCO PERCHé, LA GUERRA MONDIALE PUò ESSERE SOLTANTO UN FATTO, UN EVENTO INEVITABILE, DA DECIDERE SOLTANTO SU SCALA TEMPORALE! http://unitedwithisrael.org/watch-its-so-easy-to-blame-israel/ Has anyone noticed that the Palestinians have never compromised on ANY issue, yet Israel is to blamed for literally EVERYTHING? This video is a bit funny but dead serious. Its message is extremely relevant and must be seen by all. WATCH: It’s So Easy to Blame Israel. https://www.youtube.com/watch?v=MhrJAZHHSIg Blame Israel! https://youtu.be/MhrJAZHHSIg thelandofisrael, Uploaded on Nov 1, 2011
TheLandofIsrael.com has done it again! In this new, entertaining approach to sticking up for the Jewish People, Ari & Jeremy put the blame where it belongs! UNESCO has accepted the Palestinian Authority (PA) as an official member. Pressure on Israel is mounting, fingers are pointing at the Jewish State, and the layers of the blame are those who should be our greatest allies. Wach this video to decide for yourself who's to blame in the Middle East conflict. Israelis and the Palestinians have been embroiled in negotiations for years. Some of Israel's most hard line leaders have made unprecedented sacrifices for peace, while throughout the entire process, the Arab leadership in Gaza, Judea & Samaria (the West Bank) and Jerusalem have never compromised on any issue. With regards to israel, The differences between Hamas, Fatah (PLO), Islamic Jihad and Hezbollah have become nuanced at best. Can any rational person blame Israel for the lack of peace when their so called "partner" in negotiation has never made even one concession or compromise?  
Secretary of State John Kerry just recently blamed Israel (again) for the lack of peace with the Palestinians. United with Israel is often bombarded with messages from people urging us to just “make peace” and “stop killing” the Palestinians. What nobody seems to realize is that the blame is being placed on the wrong side. Who is responsible for the lack of peace? Here comes the answer!
============================
NON è GIUSTO CHE, IO DEVO FARE MORIRE GLI ISRAELIANI, PER DISTRUGGERE LA LEGA ARABA E SALVARE IL GENERE UMANO! NO NON è GIUSTO! PRESTO VERRANNO A SGOZZARE ANCHE VOI! IO SONO SCANDALIZZATO DELLA COMPLICITà DI TUTTE LE NAZIONI CON IL PIù BRUTALE NAZISMO SHARIA DI ASSASSINI SERIALI MANIACI DELLA STORIA DEL GENERE UMANO!
http://unitedwithisrael.org/watch-palestinian-lies-kill/ WATCH: How Palestinian Lies Literally Kill. Palestinian lies are constantly spread, inciting the masses to violence and terrorism, and innocent civilians have died as a result. Incitement kills. Words kill. Lies kill.
The Palestinian “lie machine” is in full effect, urging Palestinian civilians to give up their lives so they can become martyrs. The lie that Israel is trying to change the status quo of the Temple Mount is still being spread. In fact, this particular lie has been spread since 1929! And yet, Israel has never attempted to damage or destroy the Al-Aqsa Mosque. It stands today as it has for centuries. What we see clearly is that Palestinian incitement and lies really do kill. Please help Israel and SHARE this video. Published on Dec 15, 2015
https://youtu.be/JAndoxXUNtI As Israeli civilians are being butchered by Palestinian terrorists, it's evident that Palestinian lies kill. The Biggest Palestinian lie is that Israel is trying to change the status-quo on the Temple Mount, while in fact Israel is determined to maintain the status-quo. Palestinian Lies Kill
Israel's Foreign Affairs Min. https://www.youtube.com/watch?v=JAndoxXUNtI
==============================
IL TERRORISMO ISLAMICO SHARIA è CONCESSO, PERMESSO, FINANZIATO, DIFFUSO, DALLA GALASSIA JIHADISTA TURCO SHARIA SAUDITA, IN TUTTO IL MONDO, MA, NON è MAI CONDANNATO, ALMENO IPOCRITAMENTE, FORMALMENTE, SOLTANTO, IN ISRAELE! IN ISRAELE OGNI TERRORISMO è LEGITTIMO! MA, SE LA SHARIA DELLA LEGA ARABA, NON FOSSE DIETRO, A TUTTO IL TERRORISMO MONDIALE? POI, IL TERRORISMO MONDIALE SECCHEREBBE SUBITO! IO FARò DEL MALE A TUTTE LE NAZIONI DEL MONDO PER QUESTO MOTIVO! Defense Minister Moshe Ya’alon responded to US Secretary of State John Kerry’s accusations that Israel is responsible for stalled peace talks, charging that Kerry’s plans for Israel would endanger its security and were impracticable. In an interview with the The New Yorker magazine this month, US Secretary of State John Kerry expressed frustration with the stalled Israeli-Palestinian peace process and placed the blame on Israel. “We know exactly what we are doing,” Ya’alon told Israel’s IDF Radio on Tuesday. “I will say this clearly: we do not want to rule over them [the Palestinians] and it is good that they have political independence and that they vote for their own parliament. Between this and [Israel] leaving Judea and Samaria – then what? It [the Palestinian entity] will be vital – financially, with infrastructure and even security? If we[the IDF] would not be operating [against Palestinian terrorism] in Jenin and Shechem, Abu Mazen [Palestinian Authority head Mahmoud Abbas] would cease do to so as well.” “It’s no secret we don’t agree [with the Americans] on everything,” he added. “If we would have implemented Kerry’s plans for security, which he passed on to us over a year ago – then there would be mortar shells falling on Ben Gurion Airport today.” Minister of Internal Security Gilad Erdan blasted Kerry for his lack criticism of the Palestinians for their refusal to negotiate and their terrorism. “I deeply regret Kerry’s remarks,” he stated. “I will not begin to ask similar questions about other conflicts occurring across the globe. I think that Kerry would have done better if, instead of making those statements, he put pressure on the side that actually refuses to enter a diplomatic process.” By: Max Gelber, United with Israel
==========================
LE NAZIONI DEL MONDO NON ASCOLTANO LA DISPERAZIONE DEI MARTIRI CRISTIANI ED ARRIVERà IL GIORNO, CHE IO NON ASCOLTERò PIù LA DISPERAZIONE DEL MONDO! Kenya: non solo Garissa. Sintesi: il Kenya sale nella nostra WWList a causa di una forte islamizzazione di certe aree del paese e di conseguenti tensioni derivanti da frange radicali. L'attentato di Garissa di aprile è solo il più eclatante, ma si susseguono da tempo aggressioni, minacce e discriminazioni a danno dei cristiani locali. Il pastore Abramo ci accoglie sorridente: "Siamo felici di ricevervi. Grazie per essere venuti da molto lontano per incoraggiarci”. La sua comunità è una delle tante che la nostra missione aiuta in Kenya, paese profondamente cristiano, ma che in alcune regioni sta vivendo fortissime tensioni per un'islamizzazione crescente e l'arrivo di frange estremiste che seminano il terrore. In Italia si parlò molto della strage dell'università di Garissa, dove ad aprile di quest'anno i terroristi islamici di Al-Shabaab fecero irruzione separando gli studenti cristiani dai musulmani e assassinando brutalmente 143 di loro (più alcune guardie e decine di feriti). Quell'università deve ancora riaprire, il trauma di quell'evento ha avuto profonde ripercussioni nelle famiglie delle vittime, nei sopravvissuti, nello staff dell'università e nell'intera comunità cristiana di Garissa. Confidano e lavorano affinché a breve possa riaprire. Il pastore Abramo guida una chiesa di almeno 100 membri in un'area fortemente islamizzata e dove la tensione è palpabile: "Non molto tempo fa, ci stavamo riposando dopo una riunione di preghiera tenutasi nel nostro locale quando fecero irruzione 2 uomini armati, gridando Allah è grande. Era notte e ci sorpresero, mi alzai di scatto, sentii le esplosioni e una forte spinta e fitta al petto: caddi tra le sedie rovinosamente e capii che mi avevano sparato”, racconta il pastore. In quell'attentato avvenuto ben prima di quello dell'università di Garissa, persero la vita due membri di chiesa presenti, mentre la pallottola che colpì al petto il pastore passò a un paio di centimetri dal cuore per uscire da dietro la spalla. "Quando riaprii gli occhi, non c'erano più. Pensavo di essere morto, ma il dolore mi ricordò immediatamente che ero vivo. Mi guardai attorno e vidi la confusione e i corpi dei miei fratelli a terra. Poi arrivarono gli aiuti”. Garissa non è un caso isolato, è solo uno dei più eclatanti di queste zone del Kenya. Si registra infatti un aumento di aggressioni, minacce, discriminazioni a danno delle comunità cristiane in particolare in aree come quelle al confine con la Somalia. Di fatto il pastore Abramo e i leader delle altre chiese della zona, da tempo non possono tenere incontri serali (di preghiera, di studio o altro) per ordine delle autorità. Iniziano a sperimentarsi ostacoli nell'apertura di nuove chiese in alcune specifiche aree fortemente islamizzate, per via del fatto che le autorità preferiscono "non alimentare tensioni”: ebbene una chiesa in queste aree evidentemente è considerata fonte di tensioni. E' per questa ragione che il Kenya sta guadagnando posizioni nella nostra WWList.
=========================
ISraele ] MA, DOVE LONTANO TU CREDI DI POTER ARRIVARE? tra la kabbalah esoterica, il talmud satanico: il sistema massonico SpA bancario, e la stella di rothschild sulla bandiera? TU SEI GIà ALL'INFERNO!
==========================
ma, la aggressione letale contro la RUSSIA? è soltanto, la storia della morte [ NATO ], che cerca a sua occasione! Russia, Medvedev: con abbattimento Su-24 Turchia ha dato motivo per scoppio guerra ] e gli islamici non giudicano negativamente un evento di guerra mondiale, anzi, perché nella storia gli islamici hanno sempre giocato d'azzardo! e grazie a tutti i genocidi che hanno fatto? dobbiamo dire che gli è sempre andata bene! [ 09.12.2015( Con l'abbattimento dell'aereo russo Su-24 Ankara ha creato un motivo per far scoppiare una guerra, ma le autorità russe non hanno risposto simmetricamente, ha dichiarato il primo ministro Dmitry Medvedev rispondendo alle domande dei giornalisti dei canali televisivi russi nel programma tradizionale "Conversazione con il primo ministro." "Nel 20° secolo come agivano solitamente i Paesi a casi simili? Iniziavano una guerra," — ha detto Medvedev. Medvedev ha sottolineato che Mosca non intende avviare azioni militari di risposta, tuttavia vuole dimostrare alla Turchia la durezza della sua posizione. Medvedev: giusto aumento spese difesa, senza buon esercito Stato russo non esisterebbe
Medvedev accusa Turchia: difende ISIS
Putin sull'abbattimento Su-24: "Perchè lo hanno fatto? Lo sa solo Allah"
Lavrov su abbattimento Su-24: qualcuno vorrebbe far saltare i negoziati di pace su Siria: http://it.sputniknews.com/politica/20151209/1691011/Siria-Aviazione.html#ixzz3ubzMMYT7


This little book hasformed forcenturies anprecise steps offor referencetheChristian spirituality, so thatit can be considered "the most widely read book after the gospel, meditating in the monasteries, in bedlifereligious and priestly, given asmanual ofChristian formationstrongforso many generations oflay, of Christians inthe world. "The Imitation of Christ, whose author remainsnot known, although it maybe placed ina monastic around the thirteenth and fourteenth centuries, is anand simpleconcrete track oflife, asceticism. Thespiritual tension thatthe soul, he says, antext key ina drawpathtosearchof God, the abandonment of the '"old man" Joinedbuild the' 'new man' Joinedroot inside aprofound personal spirituality.

Index ofchapters.
Chapter I - The Imitation of Christ andcontempt ofvanity of allthe world
Chapter II - The humble consciousnessofself
Chapter III - The instruction of Truth
Chapter IV -deliberatenessacting
Chapter V -readingofBooks ofdevotion
Chapter VI - The unruly movements of the soul
Chapter VII - Beware of vain hopes andescapepride
Chapter VIII - Avoid excessivefamiliarity
Chapter IX - Obedienceandsubmission
Chapter X - Refrain from useless talk
Chapter XI - The Conquestofinner peace and the love ofspiritual progress
Chapter XII - Benefits of adversity
Chapter XIII - Resisting temptation
Chapter XIV - Avoid rash judgments
Chapter XV - The works made ​​forlove
Chapter XVI - Endure the faults of others
Chapter XVII -life in the monasteries
Chapter XVIII - The examples ofgreat fathers
Chapter XIX - asyou have to train him thatit isgiven to God
Chapter XX - Love ofloneliness andofsilence
Chapter XXI - Thecompunction ofheart
Chapter XXII - The Meditation ofpovertyhuman
Chapter XXIII - The Meditation ofdeath
Chapter XXIV - The divine judgment andtheof punishmentsinners
Chapter XXV - Correct fervently alltheourlife

Book ITHE EXHORTATIONS begin Useful forThe VITAofSPIRIT
Chapter I (Contents Chapters)
IMITATION of CHRIST andTHE CONTEMPT ofALL VANITY 'ofWORLD
 1. "Whoever follows me will notwalkingin darkness" (John 8:12), says the Lord. These are the words of Christ, which urge us to imitateherlifeandthehisbehavior, if we want to be truly enlightened anddelivered byevery inner blindness. Therefore, theourMaximumconcern istheofto meditate onlife of Jesus Christ. Even the teaching of Christ isexcellent, andexceedone ofall saints; and Who was strong in spirit would find amanna hidden. Butit happens thata lotpeople draw anvery little of desirethe Gospel from having listened to more than once, because it isnoofthe sense of Christ. Instead, those who want to fully understand andenjoy the words of Christ must doso thatallthehislife is models of Christ. thatyou need to know how to discuss deeply ofTrinity, ifnotyou are humble, andtherefore toTrinity you are worrying? Indeed, notare the deep dissertations thatare holy andright man; butisalife, virtuous thatmakes it dear to God. I'd rather feelheartrepentance thatknowing how todefine. Without the love for God andwithout:his grace, and to thatyou would benefit from aknowledgeexterior ofalltheBibleandthe doctrines ofall philosophers? "Vanity of vanities, all isvanity" (1.2), except to love God andserve him only. Thisisatopwisdom tend to heavenly realms, despising this world.

 2. Vanity isthen search for riches, destined to end, andput in placethese our hopes. Vanity iswell aspire to the honors andmounthighcondition. Vanity isfollow and carnal desiresto aspire to things, forwhich is to bethen be severely punished. Vanity isaspire to live to long, andgive little thought ofliving well. Vanity istake care only oflifeand thisnotlook right nowthe future. Is vanity to love what thatpasswithallspeed andnothurry up there, where it lastseternal joy. Remember often ofthe proverb, "is not satisfiedthe eye oflook, nor the ear isfull ofhearing" (Ecclesiastes 1.8). It ', then, thatyour heart isdistracted by the love of visible thingsand on earththatyou areled towards the things ofabove, thatnotwe see. Because those who goback to its senses spottheownconsciousnessandlosegrace of God.

Chapter II (Chapters Index) humble awarenessofSE '
 1. Man, forhernature, longingto know; butthatmatterknowledge ifnotit hasthe fear of God? Certainly anhumble farmer thatserve the Lord is more valuable ofanscholar who, mountedprideandforgetful ofwhat thathe isreally, go tostudying the movements ofheaven. One thatyou know to feel the bottom ofworth very littleifand the samenotlookthe approval of men. Before God, who will judge me formy actions, thatI would benefit ifI also possessed it allthescienceofthe world, butnotI love? Give yourself peace ofalusttooofto knowinin fact, it notyou will find thatgreat diversion and deception. Those thatthey know want to appear and to be called wise. Butthere are a lot of things,which knowledgeit is goodvery little, or notit should benot at all, soul. And it isanything thatthe wise one thatwaiting to different thingsthose thatare used tohisSalvation. The many speeches notsatisfy the soul; instead of onelifegoodcoolthemind andaconsciousnesspureit gives great confidence in God. The larger anddeepisayourscience, the more you will be judged severely, just starting fromit; to less than thateven greater notiswasthe sanctity ofyourlife.

 2. notwant you to inflate, then, foranyart or science, thatyou may possess, butrather hast fear ofknow thatyou isgiven. Even ifyou think ofto know many things; even ifyou are goodintelligence, remember thatare a lot of more things thatnotyou know. notyou want to look deeper (Rom 11,20; 12,16); manifests itselfratheryour ignorance. Why do you want to carry forward to other, as ifthere are plenty of more productstea, and more experienced in the sacred texts? ifyou want to learn andknow something, inso spiritually helpful, searchofbeing ignored andofto be considered annothing. And 'This is the teaching deeper and more useful, and really get to knowdespise. notkeep ifsame as inno account andalways have goodandhighconsideration of others; inthis isgreat wisdomandperfection. Even ifyou saw anmore clearly fall into shame, or do anything of major, neverthelessnotyou should believe the best ofhe; Indeed notyou know for how long you canpersist ingood. We are all fragile; but thou notyou have to believe no more fragile ofyou.

Chapter III (Chapters Index) of The TAUGHTTRUTH '
1. Happy is he thatis taught directly from the Truth, as well asit is, andnotforhalf ofpictures or ofhuman words; because theourintelligenceandtheoursensitivity often deceive us, andare ofshorta view. toWho benefitswideandthin thread arounddark things andhidden to man; for thingsthat, even ifwe have ignored the, not, we will be held accountable, inthe final judgment? Our greatstupidityforgetting what thatthere isuseful, even necessary, we devote ourselves to things thatattractourcuriosity andmay causeofourdamnation. "We have eyes andnotsee" (Jeremiah 5:21). thatwe careofissueofand genresthe species? One thatlisten:wordeternal releasesfrom our many discussions. From theoneworddescend all things and that all things proclaim thatoneword; itis"the principle" thatcontinuing to speak to men (Jn 8,25). No one understands, no one believeswithout properlythata word. Only those who feel things asathing only, andthe doorand towards unitythe unity sees all, and can have peace of mindto live in God inpeace. O God, thou thatare the Truth itself, is' thatI amathing alonewithyou, atnLove without End. Often I get tired ofread a lot of things, or oflistento thatand I wantI want is all inyou. Silent all the masters, silenced all creatures beforeyouyou just tell me.

2. The more you will be done internally balance and simple, the more easily will understand many things, anddifficult, because he will receive from Daylights. A pure spirit, and balancenot simpleyou also lose ifendeavorinmany matters, because everything he says, to honor of God, of strivingto abstain fromEvery searchofself. thatwhatbinds youandyou hurtof more ofyour desire notmortified? The man and rectumdevoted to preparefirst, internally, the external works thatto accomplish. So notthis will encourage him to want to hurt faces; buthe will instead thatbend to his worksselection made​​Fromlinereason. No one arguesstruggle harderofthe one thatlookofwin ifhimself. This is precisely what should be our commitmentto win ourselves, let us each day in excess ofourselves andan advancein shortgood.

 3. inthislifeall our opera, forhow good iscommingledto some imperfection; all our reasoning forhow deep, presentssome darkness. Thereforeestablishment ofyourbasenessis awaythatleads to God most certainly thatalearnedresearchphilosophical. notalready thatisafaultthe study, andeven lessthesimple knowledgeof things -which is inifthe same, anwell and isdeliberateby God - ; butisalways somethinga bestgoodknowledgeofself andalife of virtue. In fact, many often go out ofgoodstreetandnotgive any fruit or little fruit, of, well, just because they care more oftheir sciencethatofthe holiness oftheir lives. thatifthepeople put so mucheradicating the vices and attentionincultivating the virtues, how muchit connectsLift subtle philosophical questions notthere are so many evils andso many scandals ofthepeople; andin cohabiting notthere would be so muchdissipation. Joinedof course, when it came on the day ofjudgment, notyou will be prompted thatwhatwe studied, butrather thatthing we did; or we will be asked ifwe have been able to speak well, butrather ifwe have been able to live piously. Tell me where they are nowall those capiscuolaandthose masters, to well-known while you were in the life, thatshining fortheir studies? The bright their positions are nowgiven byother; andnotissaying thatthey do not even remember ofthem. When they were alive they seemed to be anmuch; but nowofthem notit isa word. Oh, how quickly passesthegloryofthis world! andwantthe sky thatthetheir life iswasheightoftheir knowledge; inthis case notthey studied andtaught in vain. How many men are concerned about very little ofto serve God, andare lostbecauseofanin vain sought to knowthe world. They choose foritselfstreetofsize, rather ofthehumility; therefore disperses thetheir mind (Rom 1:21). Great is, in Truth, the one thathasbig love; one thatit is considered small andnotholdsany account also the highest honors. Prudente is, in Truth, the one thatconsiderdung every thing on earth, in order ofgain Christ (Phil 3,8). Dotto, inright of wayword is, in Truth, the one thatisathe will of God, throwing innthe songhiswill.

Chapter IV (Contents Chapters) Thedeliberatenessacting

We must believeall thatwe hear; notwe must trust to our every impulse. On the contrary, every thing must be evaluatedtolikeofthe will of God, withfocus andwithgreatness of soul. Unfortunately, we often think of others andspeak more easily hurt thatgoodthat istheourmisery. Those thatthey want to be perfect notthe last foolishly believe thattalk, because they know the weaknesshuman capacitytomaliceandtoo easy to rattle. Great wisdom, notto jump the gun in action and, on the otherhand, notremain stubbornly to our first impressions. Great wisdom, therefore, notgo back to any discussion ofpeople andnotspread of the ear immediatelyothers what we have heard andbelieved. You have to choose ofbe guided by, one of the bestyou, rather thatgo back to your fantasies; beforeofact, you must advise with any personwiseandoflineconsciousness. As isthelife virtuous thatmakes a man a man of wisewisdom of God, andgood judgemany problems. The more humble and will be needlesslysubject to God, the more it will be wise, andcalm ineverything.

Chapter V (Contents Chapters) TherEaDInGofof booksDEVOTION

In the books ofdevotion you have to search for the Truth, notthebeautyofthe form. They must be read in the spirit withthey were written; inthey should berefinedthe spiritual benefit, rather than thatthe elegance ofword. Therefore, we must also read simple works, butdevout, withwith the same desirewe read scholarly works anddeep. notlet hit by the name ofwriter, ofless than or greater resonance; that thatit should lead toreading must be the pure love of Truth. nottrying ofknowing who hasone saidwhat, butbayto what thatBeen issaid. Indeed, the men go, "instead of the Truth of Lord remainsforforever" (Ps 116,2); and that God speaks to usinnumber of different ways, "nottake into account the people" (1 Peter 1:17). Often when we read the scriptures, there isofthe obstacleourlustofto investigate, because we want to deepen anddiscuss where notthere would be thatfromto move forward in simplicity ofspirit. ifyou want to take advantage of, read witha humble and simple, withfaith. andnotsuck up tofameofthe scholar. Lovesquery andlistenthe silencewordofthe saints. andnotbe indifferent to the words ofupperthey notthey are pronounced withoutreason.

Chapter VI (Contents Chapters) unruly THE MOTIONS OF THE SOUL

Each timeyou wantathingagainst the will of God, immediately becomesuneasy inside. The superb andthe miser notthey never rest; instead the poor andthe humble ofheart of enjoyfullness ofpeace. One thatnotisperfectly deadifeasily fall into the sametemptation and iswon Things to nothinganddespicable. The one thatisweak in spirit and insomehow, again aimed atMeat andto the senses, it is difficult to divert ofeverything from earthly desires; and, even when unable to escapethese desires, he gets sad. thatifthen someone puts obstacle, easily indignant; if, finally, was that thatlongs for, he immediately feelsconsciousnessthe weight ofguilt, because haspanderedherpassion,what notit should beatpeace thatwas looking for. Since therealof peacethe heartis itresisting passions, notsuccumbing to them. notalreadyof the heartthe one thatisattached to the meat, notalready in man's face is the externalsthepeace; butinthe heart ofthe one thatisfull ofspiritual fervor.

Chapter VII (Contents Chapters) LOOK THE VANE and HOPESThe ESCAPEPRIDE

Who puts hisherconfidence in men andin other creatures isansenseless. notyou will be sorryofstar undergoes others, forlove of Jesus Christ, andofsound like anpoor, inthis world. notlean on your own strength, butstrongtheyourhope in GodifYou will do all that isinyou, God will adhere to your good will. nottrustknowing your orcapacity ofanman whatever, but Rather ingrace of God, thatthe humble and sayslandsthe cocky. notto boast of wealth, ifyou have, andeven of powerful friends; Your pride isin God, thatgives everything, and loves to lay down ifsame aboveeverything. notgonfiarti fortheprowessandthebeautyofyour body; toMinimum diseaseand they failthey spoil. notplease you ofyourself, to causeofyourskills andofyourintelligence, that you may notdisliketo God, to whom belongs all thatofgood you were found bynature. notbelieve best ofother, so that, foradventure, you notbeconsidered worse before God, thatwell knows that thatthere is in every man (cfr. Jn 2:25). notexalted foryour good works, because the judgment of men isotherthat of God, which is often notthat like thatlike men. Even ifyou somethingofgood, thinks thatothers haveofbetter, so that you keephumility. Nothingofif badyou get to ofunder of all others; is very badinstead ifyou put yourself at ofaboveofaonly a person. Humble ispeace unfailing; inthe heart ofare superb, however, continueslustandrestlessness.

Chapter VIII (Contents Chapters) Avoid excessiveFamilial '

"Do not open your heart to the first thatit happens" (Sirach 8:22); your problems, treat them with the other handwho haswisdomandfear of God. Searchofbeing rarely withpeople and destituteunknown; notput withthe rich forflatter them; notyou see happy withthe big ones. You are, however, close to the people and humblesimple, pious andofmorals; andwiththem isof Things thatbenefit theyoursanctification. notbe familiar withnowoman, butRecommendationto God all women deserve. Search forofto be all together only to God andhis angels, without any curiosity about men. While you must have love forall thenot familiarisnot at all necessary. It happenssometimesthatapersonthatnotknow shines forfameexcellent; andthatthen, when itthere isbefore, give usboredom, only to see her. On the otherhand, sometimesof hopeplease, someone, standing withhim, and Instead let's start theninnotplease Him, for he seesus of anythingreprehensible.

Chapter IX (Contents Chapters) obedienceandSUBMISSION

 1. Being submissive, live subject toantop andnotdispose ofhimself iswhatbig andvalid. And 'much saferthecondition ofsubjection, thattheofcommand. There are many thatthey are submissive for strength, more thatJoinedlovetodraw this suffering, andif easilythey complain; them notcome to freedom ofspirit, ifthetheir submission notit is of the deepand the heartnothasroot in God. Run of wellhereandofthere; notyou will find peace thathumble submission underguideofnsuperior. Going dreaming different places, andswitch between them, is BeenJoinedmany andeception.

2. Of course, everyone prefers to act to his talent, and it ismost of those who took to him right. But, if God isinside ofus, but sometimes we have togive up our desires forlove ofpeace. There is person so wise thatwouldfully know everything? So notyou have to have too muchconfidence in your thoughts; you must listen gladly to the opinion of others. Even iftheyouridea wasright, butthedropouts forlove of God, following oneofothers, bythis you will derive much profit. To listen and accept anadvice - as often I've heard - iswhat more certainthatgive advice. It may also happen thatthe idea ofone isgood; butisalways a sign ofprideandofobstinacynotwilling to surrender to the other, when thereasoneither the obviousthis is required.

Chapter X (Contents Chapters) ABSTAIN FROM SPEECHES USELESS

 1. Joinedas much as possible, stay away from bustling thatisthepeople. Even ifyou are expected withpurityofintention, to deal with the affairs ofthe world isanbig obstacle, because soon you will be contaminated by vanity, andenslaved. More ofaonceI would like to be kept quiet, andnotbe gonethe middle of thepeople.

 2. But why go and talkingtalking so willingly withother, even ifthen israrely, when we get to keep quiet, notwe have some failureconscience? We talk so willingly, because withthis talk, we ofconsole to each other, and we hope oflift our souls oppressed by various thoughts. We also very dearand talkdreaming of the things thatmuch love andthatdesire, or ofthat thatit seemsoppose us. But often, unfortunately, all of this iscompartment anduseless; as asimilar outward consolation goesmuch to the detriment oftheinterior anddivine.

 3. notwe spend our timeidleness, butinvigils andinprayers; and, ifwe can or should speak, saying things edify. In fact, while the bad habit andtheneglectofour spiritual progress leads us easily to keep unattendedtheourlanguage, it should bemuch to our profit inner onedevout conversion of around thingsspirit; more so when you join, inname of God, to people animated byequal spirituality.

Chapter XI (Chapters Index) The ConquestofInner Peace andLOVE ofSPIRITUAL PROGRESS

 1. ifnotwe wanted to meddle ofto thatof or sayone thatothers do, andof Things thatnotaffect us, we havegreat inner peace. How, in fact, iscan thatone maintains aalong the tranquil mood ifmeddles in the affairs of others, ifit goesto look outside of his reasonsinterest, if rarely andsuperficial collects inifthe same? Blessed are simple, since they will have great peace. Why some Saints were so perfect andfull ofcontemplative spirit? Why strove ofturn off completelyevery earthly desire itself, so - and releaseddetached fromifthemselves - could be totally united with God, withall my heart. We, however, are too absorbed in our wildest desires, andtoo concerned about the things ofbeneath; ofoften we can to win anour fault, even one, andnotwe are ardent intending to our continuous improvement. andand so we remain inertlukewarm. ifwe were, however, completely dead to ourselves andwe have aperfect interior simplicity, we may even have knowledge ofthe things of God, andexperience into some extent, ofheavenly contemplation. The real and more big obstacle consists ofthis, thatnotwe are free from the passions andfrom the wall, andthatnotwe endeavor ofenterViaofperfection, thatwasvia ofsaints, indeed, soonwe meet adifficult, even oftrivial, we leave too early and break downwe turn to earthly consolations.

 2. ifwe made ofeverything fromstrong men, fornotgive upbattle, soon we will see come to us from heaven help of the Lord. Which readily supports those thatare confident in the fighthisgrace; rather, it gives usdeals offightbecause we come out victorious. thatifwe consist only in spiritual progresssome external practices, rather theourreligion is dead. Way, we putthe darkthe root, so that, freed from the passions, we reach thepeace ofspirit. ifthere strappassimo wayanonly one vice each year would become perfect soon. But often we see ofcontrary; that is, we find thatwhen we addressedtheourlife in God were more good and more pure of now, after many years oflifereligion. The fervor andspiritual advancement is expected to grow ofdayday; on the other hand seems to havegreat thingif, one is able to keep aliveaParticleofinitial fervor.

 3. ifwe made anlittle ofviolence to ourselves at first, then we can do all thingsand easilyjoyfully. Sure ishard to leave this to you isare used; is even more difficultto walkcontrary to his desire. Butifnotyou can to win and in the little thingsfromlittle, asyou will overcome the most serious? Hang from the outsetyour incline; posted by habit, for thisnottake you, to little to little,asituation more difficult. ifyou to understand how muchpeace you give to yourself andhow muchjoyprocureresti to others, anda livinglife dedicatedthe good, I am sure thatyou would be more considerate intend to your spiritual benefit.

Chapter XII (Contents Chapters) ADVANTAGES OF ADVERSITY '

 1. 'good forus thatsometimes encounterdifficulty andopposition; these, in fact, refer to the manifthe same indeep, up to thatunderstandthathe is here on earthinexile andthattheherhopenotbeanswerinnowhatofthis world. It 'good thatsometimessuffering and contradictionthatthepeople will judge him andunfairly, even if statements and our actionsour intentions are good. All this wont encourage humility, andpreserves usfromvanity. Indeed, just as thepeople around to us and offends usdiscredits us, we yearn withgreater force at the inner witness, God.

 2. We should put ourselves so firmly in God, fromnothave no needofmany go looking for human comforts. When anof mangoodand will suffer tribulationstemptation, or isafflictedevil thoughts, thenhe heard ofto have greater need of God, andofnotto do nothingofgood noofhe. andis sadandand cryingPlease, forthe evil thatsuffering; the will to boredomthatthelife continues; andhopethatwill overtakethedeath (2 Cor 1.8), thusto disappear andabiding in Christ (Philippians 1:23). Thenhe understands thatinworld notthere can be completepeace andfullpeace.

Chapter XIII (Contents Chapters) RESIST THE TEMPTATION

 1. As long as we are in the world, notwe can be withoutand tribulationstemptations; fact isposted inbook ofJob thatthelife of man on earth(7.1 GB) isit allatemptation. Everyone should, therefore, be wary of the temptations andwatch forprayer (1 Peter 4.7), so that the devil notfind the point where it isexercise his deception; the devil, thatnever notpose, butgoaround seeking whom he maydevour (1 Peter 5.8). Nobody isadvanced inperfection andso holy bynotyou sometimesthe temptations. Go free ofeverythingthey notwe can. However, forhow troublesome andsevere, the temptations are often very useful; because, to causethe temptations, the man is humbled, purified andeducated. The Saints passed for allmany tribulations andtemptations, andprogressed; instead those thatnotyou were able to withstand the temptations and pervertedbetrayed. notthere isso perfect institution, or anwell hidden place, where notthere are temptations andadversity. Man notisnever ofall free fromtemptation, since thatlive. This is forwe are tempted isinside ofus, because we were born inlust. ifa Voidtemptation or tribulation, anotherit comes and there's always somethingfromto endure, because we have lost the benefit ofourhappiness. Many, ofthe face of the temptations of tryingto escape, but they fall thenthey also more seriously. notwe can win simply withtheescape; butiswiththeand endurancewiththegenuine humility thatwe will be stronger ofevery enemy. Very little progress one thatrunsnlittle andsuperficial temptations from withouteradicate themsoon will return and he will be even worse. You'll win more easily, to little to little, withagenerouspatienceandwiththe help of God; more easily thatinsisting stubbornly onyour personal effort. Accept frequently the advice ofother, when you're intemptation; andnotbe harsh withone thatistried, butthe comfort, aswould you most be done to you.

 2. Causefirstofany perverse temptation isthelackofstability and spiritualthelackofconfidence in God; because, asaship withoutrudder is pushedhereandbeyond the waves, so man weakened, thatabandons his plans, comes invariously attempted. as the fire is used to test the iron (Sir 31,26), thustemptation is used to test the sanctity ofaperson(Sir 27,6). What options each haveinpower, often notwe know; butthetemptation unfoldsit clearly thatwe are. Howeveryou mustensure, particularly around the beginning oftemptation; for the enemy if he wins easilynotit is allowed for nothingofpass through the doors ofourmind; andifthe bar isthewayof theof Beyondthreshold, notjusthaveknocked. ofHence the saying, "hold on at the beginning, iswhen it's too late to preparethemedicine" (Ovid, Remediaamoris, II, 91). In fact, at firstis then mindsimple thought ofand astrong imagination, and finally ancomplacency, animpulse and badacquiescence. andthus, little by little, the enemy gets wickedofall, because nothe is isresisted at first.andquanto più alungo uno hastardato torpidamente aresistere, tanto più si è, viavia, interiormente indebolito, mentre il nemico isandato crescendo offorze contro oflui.

 3. Alcuni sentono le maggiori tentazioni al principio ofloro conversione aDio; altri invece allafine. Alcuni sono fortemente turbati pressoché fortuttalavita; altri sentono tentazioni piuttosto lievisecondo quanto dispongono lasapienzaandlagiustiziaofDio, le quali pesano lacondizione andi meriti ofciascuno andpreordinano ogni cosaallasalvezzadegli eletti. Perciò notdobbiamo lasciarci cogliere dalladisperazione, quando siamo tentati. Dobbiamo invece, pregare Iddio ancor più fervorosamente, affinché si degni ofaiutarci inogni tentazione; Lui che, inverità, secondo quanto dice Paolo (1Cor 10,13), farà inmodo thatlatentazione siaaccompagnatadai mezzi forpoterlasopportare. Abbassiamo, dunque, inumiltà, l'animanostrasotto lamano ofDio, quando siamo tentati andtribolati, giacché il Signore salverà gli umili ofspirito andli innalzerà (1Pt 5,6; Sal 33,19). Quanto uno abbiaprogredito si dimostranellatentazione andnellatribolazione; qui stail suo maggior merito; qui appare più chiaramente lasuavirtù. notisgran cosaesser devoti andfervorosi quando notsi hanno difficoltà; sapere invece sopportare ifstessi inmomento dell'avversità dà asperare inangrande avanzamento spirituale. Avviene thatalcuni sono al riparo dagrandi tentazioni, masono spesso sconfitti nelle piccole tentazioni ofogni giorno; andcosì, umiliati foressere caduti incose tanto dapoco, notripongono più fiduciainifstessi, nelle cose più grandi.

Capitolo XIV (Indice Capitoli) EVITARE I GIUDIZI TEMERARI

 1. Rivolgi gli occhi ate stesso andstai attento anotgiudicare quel thatfanno gli altri. intale giudizio si lavorasenzafrutto; frequentemente ci si sbagliaandfacilmente si cade inpeccato. Invece, ingiudizio andinvaglio ofifstessi, si operasempre fruttuosamente. Spesso giudichiamo secondo annostro preconcetto; andcosì, forannostro atteggiamento personale, perdiamo il criterio ofverità. ifil nostro desiderio fosse diretto soltanto aDio, notci lasceremmo turbare così facilmente dallaresistenzaoppostadal nostro senso umano. ofpiù, spesso, c'è qualcosa, già nascosto, latente innoi, o sopravveniente dall'esterno, thatci tiraofquao oflà. Molti, intutto ciò thatfanno, cercano ifstessi, senzaneppure accorgersene. Sembrano essere inperfettapace quando le cose vanno secondo i loro desideri andi loro gusti; se, invece, vanno diversamente, subito si agitano andsi rattristano.

 2. Avviene offrequente thatnascono divergenze traamici andconcittadini, persino trapersone pie anddevote, fordiversità inmodo ofsentire andofpensare. Giacché isdifficile liberarsi davecchi posizioni abituali, andnessuno si lasciatirare facilmente fuori dal proprio modo ofvedere. Così, ifti baserai sui tuoi ragionamenti andsullatuaesperienza, più thatsullaforzapropriaofGesù Cristo, raramente andstentatamente riuscirai ad essere anuomo illuminato; Dio vuole, infatti, thatnoi ci sottomettiamo perfettamente alui, andthattrascendiamo ogni nostro ragionamento grazie ad anfiammeggiante amore.

Capitolo XV (Indice Capitoli) LE OPERE FATTE forAMORE

 1. notsi deve fare alcun male, fornessunacosaal mondo né forcompiacenzaverso chicchessia; talora, invece, forgiovare auno thatne hasbisogno, si deve senzaesitazione lasciare unacosabuonathatsi stafacendo, o sostituirlawithunaancorapiù buonaintal modo notsi distrugge l'operabuona, masoltanto lasi trasformainmeglio.

 2. anullagiovaun'azione esternacompiutasenzaamore; invece, qualunque cosa, forquanto piccolaanddisprezzataessasia, iffattawithamore, diventatuttapienaoffrutti. inverità Iddio nottiene conto dell'azione umanainsé andforsé, maofmoventi ofciascuno. Operagrandemente colui thatagisce withrettitudine; operalodevolmente colui thatsi pone al servizio ofcomunità, più thatofsuo capriccio. Accade spesso thatci sembri amore ciò thatispiuttosto attaccamento carnale; giacché israro che, sotto le nostre azioni, notci siano l'inclinazione naturale, il nostro gusto, lasperanzaofunaricompensa, il desiderio ofnostro comodo. Chi hasanamore vero andperfetto notcercaifstesso, inalcunasuaazione, madesiderasolamente thatinogni cosasi realizzi lagloriaofDio. ofnessuno isinvidioso colui thatnottende al proprio godimento, né vuole personali soddisfazioni, desiderando, al oflà ofogni bene, ofavere beatitudine inDio. Costui notattribuisce alcunché ofbuono anessuno, mariportail bene totalmente aDio; dal quale ogni cosaprocede, asdallasuafonte e, inquale, allafine, tutti i santi godono pace. Oh, chi avesse anche unasolascintillaofveracarità, forcerto capirebbe thattutto ciò thatisofquestaterraispieno ofvanità.

Capitolo XVI (Indice Capitoli) SOPPORTARE I DIFETTI DEGLI ALTRI

 1. Quei difetti, nostro od altrui, thatnotriusciamo acorreggere, li dobbiamo sopportare withpazienza, fino athatDio notdispongaaltrimenti. Rifletti che, foravventura, questasopportazione islacosapiù utile forte, asprovaofquellapazienza, senzaofquale ben poco contano i nostri meriti. Tuttavia, offronte atali difficoltà, devi chiedere insistentemente thatDio si degni ofvenirti inaiuto andthattu riescaasopportarle lietamente. ifuno, ammonito unavoltaandun'altraancora, notsi acquieta, cessaoflitigare withlui; rimetti invece ogni cosainDio, affinché intutti noi, suoi servi, si faccialavolontà andlagloriaofLui, thatben satrasformare il male inbene. Sforzati ofessere paziente intollerare i difetti andle debolezze altrui, qualunque essi siano, giacché anche tu presenti molte cose thataltri debbono sopportare.

 2. ifnotriesci atrasformare te stesso secondo quellathatpure islatuavolontà, aspotrai pretendere thatgli altri si conformino al tuo desiderio? Vogliamo thatgli altri siano perfetti; mentre noi notcorreggiamo le nostre manchevolezze. Vogliamo thatgli altri si correggano rigorosamente; mentre noi notsappiamo correggere noi stessi. Ci disturbaunaampialibertà degli altri; mentre notsappiamo negare anoi stessi ciò thatdesideriamo. Vogliamo thatgli altri siano stretti entro certe regole; mentre noi notammettiamo ofessere anpo' più frenati. intal modo, dunque, ischiaro thatraramente misuriamo il prossimo asnoi stessi. iffossimo tutti perfetti, thatcosaavremmo dapatire dagli altri, foramore ofDio? Ora, Dio così dispone, affinché apprendessimo aportare l'uno i pesi dell'altro (Gal 6,2). Infatti notc'è alcuno thatnotpresenti difetti o molestie; notc'è alcuno thatbasti aifstesso andche, offorsé, siasufficientemente saggio. Occorre, dunque, thatci sopportiamo avicenda, thatavicendaci consoliamo, thategualmente ci aiutiamo andci ammoniamo. Quantavirtù ciascuno ofnoi abbia, ciò appare al momento delle avversitànotsono le occasioni thatfanno fragile l'uomo, maesse mostrano quale esso è.

Capitolo XVII (Indice Capitoli) LaVITaNEI MONASTERI

 1. ifvuoi mantenere pace andconcordiawithgli altri, devi imparare avincere decisamente te stesso inmolte cose. notiscosafacile stare inanmonastero o inangruppo, andviverci senzalamento alcuno, mantenendosi fedele sino allamorte. Beato colui thatvi avrà vissuto santamente andvi avrà felicemente compiutalavita. ifvuoi stare saldo al tuo dovere andavanzare inbene, devi considerarti esule pellegrino su questaterra. forcondurre unavitaofpietà, devi farti stolto foramore ofCristo.

 2. Poco contano l'abito andlatonsura; sono latrasformazione ofvitaandlacompletamortificazione delle passioni, thatfanno il monaco. Chi tende ad altro thatnotsiasoltanto Dio andlasalute dell'anima, nottroverà thattribolazione anddolore. Ancora, notavrà pace duraturachi notsi sforzaofessere il più piccolo, sottoposto atutti. Qui tu sei venuto forservire, notcomandare. Ricordati thatsei stato chiamato asopportare andafaticare, notapassare il tempo inozio andinchiacchiere. Qui si provano gli uomini, assi proval'oro infuoco (cfr. Sir 27,6). Qui nessuno potrà durevolmente stare, ifnotsi sarà fatto umile dal profondo ofcuore, foramore ofDio.

Capitolo XVIII (Indice Capitoli) GLI ESEMPI ofGRANDI PADRI SANTI

 1. Guardaai luminosi esempi ofgrandi santi padri, nei quali rifulse unapietà veramente perfettaandvedrai assiaben poco, andquasi nulla, quello thatfacciamo noi. Ahimé!, thatcosaislanostravita, paragonataallavitaofquei santi? Veramente santi, andamici ofCristo, costoro servirono il Signore nellafame andnellasete; infreddo, senzaavere ofthatcoprirsi; infaticoso lavoro; nelle veglie andnei digiuni; nelle preghiere andnelle pie meditazioni; spesso nelle ingiurie andnelle persecuzioni. Quante tribolazioni, andquanto gravi, hanno patito gli apostoli, i martiri, i testimoni offede, le vergini andtutti gli altri thatvollero seguire le orme ofCristo; essi infatti, ebbero inodio ifstessi inquesto mondo, forpossedere le loro anime nellavitaeterna. Quale vitarigorosa, andpienaofrinunce, vissero questi grandi padri indeserto; quante lunghe andgravi tentazioni ebbero asopportare; quanto spesso furono tormentati dal diavolo; quante ripetute andfervide preghiere offrirono aDio; quali dure astinenze seppero sopportare. asfurono grandi l'ardore andil fervore withi quali mirarono al loro progresso spirituale; asfu coraggiosalabattagliathatessi fecero forvincere i loro vizi; asfu pienaandrettalaloro intenzione, thatessi tennero sempre voltaaDio! Lavoravano fortuttalagiornata, andlanotte lapassavano incontinuapreghiera; maneppure durante il lavoro venivamai meno inloro l'orazione interiore. Tutto il loro tempo eraimpiegato utilmente; andaloro sembravatroppo cortaogni oradedicataaDio; ancora, forlagrande soavità ofcontemplazione, dimenticavano persino lanecessità ofrifocillare il corpo. Rinunciavano atutte le ricchezze, alle cariche, agli onori, alle amicizie andalle parentele; nullavolevano avere delle cose ofmondo; mangiavano appenaquanto eranecessario allavitaandsi lamentavano quando si dovevano sottomettere anecessità materiali.

 2. Erano poveri ofcose terrene, molto ricchi invece ofgraziaandofvirtù; esteriormente miserabili, ricompensati però interiormente dallagraziaanddallaconsolazione divina; lontani dal mondo, mavicini aDio, amici intimi ofDio,; si ritenevano annullaed erano disprezzati dagli uomini, maerano preziosi andcari agli occhi ofDio. Stavano insinceraumiltà, vivevano inschiettaobbedienza; camminavano inamore andsapienzaforquesto progredivano spiritualmente ogni giorno, andottenevano tantagraziapresso Dio. Essi sono offerti asesempio fortutti coloro thatsi sono dati allavitareligiosa; essi ci devono indurre all'avanzamento inbene, più thatnotci inducaal rilassamento laschieradelle persone poco fervorose.

 3. Quanto fu grande l'ardore ofquesti uomini ofDio, quando diedero inizio alle loro istituzioni. Quale devozione nellapreghiera, quale slancio nellavita, quale rigore inesso vigoreggiò; quanto rispetto andquantadocilità sotto laregolaofmaestro fiorì intutti loro. Restano ancoracerti ruderi abbandonati, ad attestare thatfurono veramente uomini santi andperfetti, costoro, thatwithunastrenualotta, schiacciarono il mondo. Oggi, invece, già uno isritenuto buono ifnottradisce lafede; ifriesce asopportare withpazienzaquel thatgli tocca. Tale islanostraattuale condizione ofnegligente tiepidezza, thatben presto cadiamo infervore iniziale; pigri andstanchi, già ci viene anoialavita. Vogliail cielo thatinte notsi vadaspegnendo oftutto l'avanzamento nelle virtù; inte thatfrequentemente hai avuto sotto gli occhi gli esempi ofsanti.

Capitolo XIX (Indice Capitoli) COME SI DEVE ADDESTRARE COLUI thatSI E' DATO aDIO

 1. Lavitaofcolui thatsi isdato aDio deve essere rigogliosaofogni virtù, cosicché, quale egli appare esteriormente allagente, tale siaanche interiormente. Anzi, andaragione, ofdentro vi deve essere molto più ofquanto appare offuori; giacché noi siamo sotto gli occhi ofDio, andalui dobbiamo sommo rispetto, ovunque ci troviamo; Dio, dinanzi al quale dobbiamo camminare puri asangeli. Ogni giorno dobbiamo rinnovare il nostro proposito andspronare noi stessi al fervore, asfossimo appenavenuti, oggi, allavitaofmonastero. Dobbiamo direaiutami, Signore Iddio, inmio buon proposito andinsanto servizio thatti isdovuto; concedimi ofricominciare oggi radicalmente, perché quel thatho fatto fin qui isnulla. Il nostro progresso spirituale procede ofpari passo withil nostro proposito. Grande vigilanzaoccorre forchi vuol avanzare inbene; ché, ifcade spesso colui thathasforti propositi, thatcosasarà ofcolui thatsoltanto ofrado si propone alcunché, andwithpocafermezza? Svariati sono i modi nei quali ci accade ofabbandonare il nostro proposito; anche lasemplice omissione ofansolo esercizio ofpietà portaquasi sempre qualche guasto. inverità, lafermezzaofproposito ofgiusti dipende, più thatdallaloro saggezza, dallagraziaofDio, inquale essi ripongono laloro fiducia, qualunque metariescano araggiungere, giacché l'uomo propone machi dispone isDio, le cui vie noi notconosciamo. iftalvolta, forfare ofbene o foressere utili ai fratelli, si omette anabituale esercizio ofpietà, esso potrà facilmente essere recuperato più tardi; thatse, invece, quasi senzabadare, lo si tralasciaformalavogliao negligenza, ciò costituisce già unacolpa, anddeve essere sentito asunaperdita.

 2. forquanto ci mettiamo tutto l'impegno possibile, sarà facile thatabbiamo acadere ancora, invarie occasioni. Tuttaviadobbiamo fare continuamente qualche proponimento preciso, specialmente incontrapposto aciò thatmaggiormente impedisce il nostro profitto spirituale. Cose esterne andcose interiori sono necessarie al nostro progresso spirituale, perciò, le une asle altre, dobbiamo esaminarle attentamente andmetterle ingiusto ordine. ifnotriesci astare sempre concentrato inte stesso, raccogliti oftempo intempo, almeno unavoltaal giorno, lamattinao laseralamattinaforfare i tuoi propositi, laseraforesaminare asti sei comportato, cioè assei stato, nelle parole, nonché nei pensieri, withi quali forse hai più spesso offeso Dio o il prossimo. Armati, asansoldato, contro le perversità ofdiavolo. Tieni afreno lagola; così terrai più facilmente afreno ogni altracattivatendenzaofcorpo. notstare mai senzafar nullasii occupato sempre, aleggero o ascrivere, apregare o ameditare, o afare qualche lavoro utile fortutti. Gli esercizi corporali ofciascuno siano compiuti separatamente; né tutti possono assumersene ugualmente. ifnotsono esercizi oftuttalacomunità, notdevono essere palesati atutti, giacché ciò thatispersonale si fawithmaggior profitto insegreto. Tuttaviaguardaofnotessere tardo alle pratiche comunitarie; più pronto, invece, aquelle tue proprie. Che, compiuto disciplinatamente andinteramente il dovere imposto, ifavanzatempo, ritornerai ate stesso, asvuole latuadevozione personale. notispossibile thattutti abbiano afare il medesimo esercizio, giacché aciascuno giovaqualcosaofparticolare. andpoi si amano esercizi diversi secondo i momentialcuni ci sono più graditi nei giorni offesta, altri nei giorni comuni. Inoltre, inmomento oftentazione andinmomento ofpacificatranquillità, abbiamo bisogno ofesercizi ben diversi. Infine quando siamo nellatristezzaci piace pensare acerte cose; ad, invece quando siamo nellaLetiziaofSignore.

 3. Nelle feste più solenni dobbiamo rinnovare gli esercizi ofpietà ed implorare withfervore più grande l'aiuto ofsanti. I nostri proponimenti devono andare daunaad altrafestività, asifinquel punto dovessimo lasciare questo mondo andgiungere allafestaeterna. forquesto, nei periodi ofparticolare devozione, dobbiamo prepararci withcura, andmantenerci inpiù grande pietà, attenendoci più rigorosamente ai nostri doveri, quasi stessimo forricevere daDio il premio delle nostre fatiche. thatiftale premio sarà rimandato, dobbiamo convincerci thatnoteravamo pienamente preparati andthatnoteravamo ancoradegni ofimmensagloria, thatci sarà rivelata(Rm 8,18) intempo stabilito; anddobbiamo fare inmodo ofprepararci meglio allamorte. "Beato quel servo - dice Lucaevangelista- thatil padrone, al suo arrivo, avrà trovato sveglio andpronto. inverità vi dico thatgli darà daamministrare tutti i suoi beni" (Lc 12,44; cfr. Lc 12,37).

Capitolo XX (Indice Capitoli) L'AMORE ofSOLITUDINE andofSILENZIO

 1. Cercail tempo adatto forpensare ate andrifletti frequentemente sui benefici thatvengono daDio. Tralasciaogni cosaumanamente attraente; meditaargomenti thatti assicurino unacompunzione ofspirito, piuttosto thatanmodo qualsiasi ofoccuparti. ansufficiente spazio oftempo, adatto fordedicarti abuone meditazioni, lo troverai rinunciando afare discorsi inutilmente oziosi andad ascoltare chiacchiere sugli avvenimenti ofgiorno. I più grandi santi evitavano, forquanto possibile, ofstare withlagente andpreferivano stare appartati, al servizio ofDio. E' stato dettoogni voltathatandai tragli uomini ne ritornai meno uomo ofprima(Seneca, Epist. VII, 3). andne facciamo spesso esperienza, quando stiamo alungo aparlare withaltri. Tacere oftutto ispiù facile thatevitare le intemperanze ofdiscorrere, asispiù facile stare chiuso incasathatsapersi convenientemente controllare fuori casa. Perciò colui thatvuole giungere allaspiritualità interiore, deve, insieme withGesù, ritirarsi dallagente. Soltanto chi amail nascondimento stainmezzo allagente senzaerrare; soltanto chi amail silenzio parlasenzavaneggiare; soltanto chi amalasottomissione eccelle senzasbagliare; soltanto chi amaobbedire comandasenzasgarrare; soltanto colui thatiscerto ofsuabuonacoscienzapossiede gioiaperfetta.
2. However, even in the saints, this sense ofsafety foundation was inthe fear of God. They shone forextraordinary and virtueforgrace, butnotforthis was less fervent anddeeply humble. The sense ofsecurity ofbad derives instead fromprideandthepresumption; and, at the End, is changedindeception ofifthemselves. notof hopeto have security inthis world, even if six felt good monaco or hermit devoted; often, those thatlooked excellent in the eyes of men were in the most serious difficulties. fora lot of people isbetter then notbe of Everything freetemptations and often have to befight ofthese, so that not, we are too sure ofself, notfor we havecase to fit inpride, or evento turn wildly to earthly joys. What is goodconsciencehe would maintain thatnotnever go looking for the fleeting joys andnotthey take leave of this world! What great peace and serenity which one would thathe knew nip every vain thought, pondering just around to it thatrelation to God andtothe health of the soul, andplacing well fixedeveryhope inGod! No one will be worthy ofheavenly bliss, ifnothave submitted patiently ifthe same spiritual stimulus. Now, ifyou want to feel you from the bottom ofheart this goad, withdrawn inyourroom, leaving out the tumult ofworld, asiswritten prodded yourselves in your rooms (Ps 4,4). What thatout forthe more, go missing, you will find it inyourcell; thewhich becomesoffoffmore and more expensive, while concernswe only to those who areofthe wrong mood. If, from the beginning ofyourcominginconvent, you'll be inyourcell, andthehave charge withgoodstate of mind, itwill become foryou friendbelovedand ncomfort greatly appreciated.

 3. Insilence andtherest the soul devout and progresseshe learns the hidden meaning of the Scriptures; insilence andinpeace isRivers ofTears fornettarsi andcleanse every night, andbecomes, the more deeplyits creator as isfarfromevery worldly noise. If, then, one is subtracted to and acquaintancesfriends, will be the next God, with the angels saints. It 'thing better sit apart to ensure his own improvement, thatperform miracles, forgetting ifthemselves. Whatcommendable, forthe one thatlive inconvent, going out ofoften, avoid ofappearance, even dodging thepeople. Why would you want to see what thatnotyou can have? "The world is passing away, andpass his desires" (1 Jn 2:17). The desires ofways lead to roam withthemind; but, after the time thatthingget out of it ifnotanweight onconscienceandaprofound dissipation? OutputfullofjoyPrepare often anreturn full ofsadness; awatchfullofjoyit makes the next day full ofbitterness; enjoyment of allmeat penetrateswithsweetness, buttoend bites and he kills. thatthing you can see out ofmonastery, thathere you notsee? Here, and here you have the skythe earthanddaughters all elements from which all things are taken. thatthingyou will see elsewhere, thatwouldlast to long in this sun? Perhaps you think ofkeen fully satisfy; butawhat notyou will come. For, if you too could see of all thingsthis world, thatwhat would be this, ifnotanno dreamconsistency? Leverageyour eyeshigh, to God, and praysforand your sinsforyour shortcomings. Leavethe vanity toPeople in vain; andyou wait instead to what thatyou hasGod commanded. Close behind ofThe youyourdoor, callingto you Jesus, your beloved, andremainswithin himthe cell; because anot so great peace elsewherethefind. if thou notYou'll come out and nothingyou will hear noise from the mundane, you'll be more likely toaperfect peace. andbecause sometimeshear new things containpleasure, it must be thatyou knowendure the consequent disturbance of the mind.

Chapter XXI (Contents Chapters)

Theof compunction1. HEART ifyou want to make some progress stored infear of God, noaspire toainordinatefreedom; instead hold firmly to curb your senses, nolet you goAstupidjoy. Abandoned atcompunction ofheart, andthen you will find atruedevotion. Thecompunction fact isbloom many good things, which, withthe lightnessofheart, accustomed to suddenly disperse. And 'wonderthat, one couldsometimesfind fulljoyinlife on earth, ifconsiderthatthisis anexile andifreflects the many risks thatthehersoul meet you. for lightnessofheart andindifferenceofour faults often notwe are aware of woe ofoursoul; indeed, often laugh foolishly, when, in Truth, we should cry. notthere is in fact truefreedom, nor the holy joy, ifnotinfear of God andtheof righteousnessconsciousness. Happy is he thatunable to get rid ofany hindrance due to dispersion spiritual, concentrating all ifsameaperfect contrition. Happy is he thatsaremove all thatit can stain or burden his spirit. You must fightmanyou win with the habitthe habit. if statementto learnnotcure yourself ofpeople, thisleave thatyou waitquietly to yourself. notbring in ofte the affairs of others, notneither meddle ofone thatmaking people more in-view; rather monitorsalways andinout of first placeyou, andturn your warning particularly to yourself firstthatto other people, even loved ones. notbe sad ifnotget the favor of men; than thatyou must weigh, however, istheestablishment ofnotbe of Everything andcertainly instreetofwell, asit would agree to anservant of God and aan monaco full ofdevotion.

 2. 'greatly useful forus, and he gives us securityofspirit, notget a lot of joy inthislife; particularly joys materials. However, it issinourifnotreceive divine consolation or try it rarely; why notwe look forof compunctionand the heartnotreject ofall the vain consolations thatare from ofout. Recognize ofto be unworthy ofdivine consolation, andworthy rather ofa lot of suffering, When one isfully pierced inifthe same, everythingofthe world appears to him and heavybitter. The righteous man, well locatedreason ofcrying painful. Boththatreflecton ofself or thatgothinking of others, he understands thatno one lives down here withoutafflictions; andwhat is judged more severely, the more it hurts. It is our sins andour vices to provide materialofpain and rightofprofound compunction; and sinvices from which we are so wrapped andcrushed thatwe rarely to look to higher things. if statementour thoughts often go todeath, more than thatthe lengthoflife, nodoubt there emenderemmo withgreater fervor. of more, ifus to reflect onthe deep ofheart to the suffering of hell and futureofpurgatory, surely we would accept hardships andpain, andnotwe fearofnharsh judgment. Instead these things notpenetrateour soul; therefore we cling to the sweet softness, we remain cold andvery lazy. Often, in fact, issortofthe spiritual povertythateasily invades our lowly body. PrayI humbly beg the Lord thatgive you the spirit ofcompunction; andof ', withthe prophet, feed me, Lord, "with the bread of tears; give me, in tears, copiousdrink" (Psalm 79.6).

Chapter XXII (Contents Chapters)

TheMeditation ofMiseryHUMAN

 1. Wherever you areandeverywhere you turn and you're always miserablewhat; to less than thatyou are notyou may turnall to God. Why remains upset when things do notgo according toyourand desireyour wish? Who isthe one thateverything hasaccording to his good pleasure? notI, not thou, nor anyone else on thisthe earth. notno person in the world, even ifisnking or npope, thatnothavetribulation or distress. and Who isso thathasthebest part? Nohe doubt thatiscapable ofbear some evil forlove of God. It says a lotpeople, weak andsickin spirit, lookthatlife blessedthat such conduct; asisand richgreat, asisand powerfulasisascended totop! But, ifask for things eternal mind, you'll see thatall these things are passing annothing, but somethingofand very insecureparticularly heavy, as in temporal affairs notyou can not haveconcerns andfear. forthehappiness notit is necessary thatthe man has any property in landredundancy; enough, have onemodest amount, sincelifeofthis world isa reallypoorwhat. The more we wantrise spiritually, the more thelifeThis is the bitter, because it finds thatfully deficiencies due tocorruptnaturehuman. Indeed eat, drink, stay awake, sleep, rest, work, andhaving to succumb to other needs thatrequires us toournature, everything in-Fact, isamisery and greatan pain forthe religious man; who would desire to be dissolved and:-freeevery sin. inthe effects of man thatlive inwardly feel overwhelmed, asan underweight, material needs of This World; and isso thatthe prophet prays fervently ofto be released, saying, "Lord, take away my fromthese needs" (Ps 24:17).

 2. Woe to those thatnotrecognizetheir misery. Alas, even more, to those thatlike thislife miserable andintendedto finish; alifetowhich, howevercertainpeople - even if working or begging, just put togetherjustyou need - takes root, asif statements could stay down here foreternal, withoutMaybe thinking ofkingdom of God. People mad, inwardly freeoffaith; people submerged by earthly things, soenjoy just what thatisthe material. Atthe end, however, they should find, withpain, were worth as little - as indeedthey were annothing - things thatthey loved. Very differently, the saints of God, andall devout friends of Christ; them notthey went back to the pleasures ofbody orwhat thatmakes this thrivinglife, death. Thetheir yearning and tensionallthetheir hope was forthe things eternal; their desire - fornotbe derived from the attachment to the bottom of thingson earth - is elevatedcompletely invisible things, thatnotthey are not. O brother, notlosehopeofspiritual progress; See, I have the time andtime. Why, then, do you want to put off until tomorrow your purpose? Get up, and youstartimmediately, saying isthis is the time ofact; isthis is the time offight; isthis is the right time forcorrect. When you have aches andtribulations, thenisfor the time beingof yourselfyou deserve. Since it is necessary thatyou walk through the "fire andwater" beforeofcome incool (Ps 65,12). andifnotdo violence to yourself, notwin your vices. As long as we bring this fragile body, notwe can be free from sin nor live withoutand harassmentpain. Well we would like to have truce byall misery; buthaving lost, to causeofsin,ourinnocence, we have lost down here alsotruehappiness. Therefore it is necessary thatkeep it inwe astoppatiently waitingofmercy of God, "tothatisdeaththe iniquity of This World" (Ps 56.2) andmortal things "are taken fromlife eternal" (2 Cor 5.4).

 3. Much isfragilenaturehumanthatitalways hangs to the defect. You accuse of todayyour sins and tomorrow you make ofnew right of thisyou are accused. We propose of todaylook from evil, andafter an hour you act asif thou notyou were offered nothing. Ben to reason, then, we can humble ourselves; we can never have anygoodreview ofourselves, because we are so weak andunstable. Moreover, it can go quickly lost for Negligencethis thatto difficulty, witha lothard work, we had toend reached forgrace of God. Andthatthingit will be ofus atend, ifit takes so soonapathy? Woe to us, ifpretendessimo ofsit quietly, asif statementwe had already achieved peace and security, while, in theourlife, noteven see anindication oftrue sanctity. Should be thatwe were ofnew molded, almostangood novitiateAlife above reproach; inthis way can we hope ofachieving ansome improvement andofachieving anmost spiritual profit.

Chapter XXIII (Contents Chapters)

Theof MEDITATIONDEATH

 1. SoonDeath will be here, at ofyou. Consider, ofrest, theyourconditionthe man is today and tomorrow ismissing; and when isremoved from the sight, quickly also comes frommemory. How big are thefoolishnessandthehardnessofthe human hearthe thinks only of things today andnotpretty things to come. in all actions, inevery thought, you should behave asifyou were to die today; because, ifyou straighttheconsciousness, notyou will have a lot of Fearofdeath. It would be best to stay away from sin thatescapedeath. if today notare you prepared to die, asyou will be tomorrow? Tomorrow isawhatnotfor surethatdo you know ifyou have antomorrow? tothatit is good to live to long, ifwe correct ourselves so little? Unfortunately notalwayslife longit corrects the defects; and often adds more guilt. Maybe we could spend even a holy oneonedayinthis world. Many make the account of the years sincetheir conversion to God; butis pooroften the result oftheir emendation. Certainly death iswhatthatscary; but perhaps is more dangerous to live to long. Blessed is the one thathasalways before my eyes the hourofherdeath and isready every day to die. ifsometimesyou've seen one die, thinkthat you too will have to go forthesamethe road. Themorning, says, on behalf ofnotget tothe evening; and when you do then eveningnotdare to hope for tomorrow. So be always ready; andyou live inso that, inany time, thedeath notyou are unprepared.

 2. There are many people thatdieaninstant, suddenly; as "the Son of man cometh at an hourinnot thatit thinks thatwouldcome" (Mt 24:44; Lk 12:40). When it reached that extreme moment, you will begin to judge all very differenttheyourlife, past, andvery dorrai of youhaving been so careless andso weak. How much is wise andprudent man, during the life, strugglesofbeing who desiresto be found at the time ofdeath! Now onefulltrustofthe holy deathgive the complete disregard ofthe world, the ardent desire ofprogress in virtue, love of a sacrifice, the fervor inpenance,surrenderto ifand the samethe ability to endure any hardship forlove of Christ. While you are ingood health, a lot of working isgood; notI know, however, thatthing you can do when you're sick. Since there are few who, forthe fact ofto be sick, become better people; such asthere are few who, forthe fact ofto go frequentlypilgrimage, become more holy. notthink ofto defer to anthe future tenseyoursalvation, relying on the votes of friends andoffamily; all of them will forget as soon as possible ofhow you notbelieve. Therefore, rather than thathope in the help ofother, isto provide good now, since thatit isintime, putting forth anbit 'ofgood. For, ifnotyou take careofyourself now, then who will take careofyou? That isthe very precious time; these are the days ofsalvation; isthis is the time thatlike the Lord (2 Cor 6,2). Unfortunately, however, this time you are notyou spend it usefully Things meritorious forthelife everlasting. The time will comewhat wonder least anday or an hour foremendarti; andnotknow ifthe get. Here, then, my dear, ofwhat danger you can release, to which you can escape danger, ifyou have been alwaysthe fear of God, insightofdeath. Prosecutoroflive nowinso that, in the hourofdeath, you canget joy, rather than fear; learnto die to the world, so that you begin thento live with Christ; learn nowto despise all things, so that you canthengo freely to Christ; mortify nowyour body withtherepentance, that ye gothento be full ofconfidence.

 3. Thou fool, because thinking of going to live to long, and not, are you sure ofhave not onethe day? How many people have been deceived, unexpectedly removed to thislife! How many times have you heard thatone isdead ofwounds andnanother isdrowned; thatone, falling from above, isbrokenhead; thatone it ischoking while eatingandnanother isdead as he wasplaying? Who dies for fire, who forsword; Who foraplague, for those whonassault ofmarauders. In short, though fate isthedeath; andpassQuickly asa shadowthelife of man. Who of you will rememberyou, after thatyou will be gone, and Who will pray foryou? Please, my dear, you do nowall thatyou aredegree ofmaking, why notknow the day ofyourdeath; or know thatthingit will be ofafter you. Collect Now, eternal riches, while you are intime. notthinkno more than thattoyoursalvation; only concerned about the things of God. The facts nowfriends, venerating the saints of God andimitating their actions, "so that you receive the eternal places, when you have left thislife" (Luke 16.9). Mantienti, on this earth, asone thatisofpassing; asanhost, thatnothasto thatdo withchores of This World. Keep your heart free, andto the sky, why notyou have a stable homethis world (Heb 13:14). To the sky are targeting and continued prayersand sighstears, that, after thedeath,yoursoul isworthyofgo happily to the Lord. Amen.

Chapter XXIV (Contents Chapters)

And DIVINE JUDGMENTThePUNISHMENT ofSINS

 1. Inevery thingkeep your eye fixed to the final; keep the eye, that is, to asyou will appear before the supreme court; the court thatsees everything, notletplacate withgifts, notagreean apology; andjudgeaccording to justice (see. Is 11.4). Oh !, and wretchedfoolish sinner, asyou can respond to God, who knows all the evil thatyou did; you thatsometimes trembletoviewofonly the face of angrynman? Why notthinkthat thatof willYou are inday ofjudgment, when no one will be vindicated anddefended byothers, andfor each will beifn the sameweight too serious? And 'now thattheyourfatigueisproducing; isnow thatyour crying andyour breath can please God and be heard; isnow thatyour pain and can repay the evil donemake you pure.

 2. nsevere andhealthy purgatory hasthe one thatsabear. Those receiving injustices of regretsevilothers, more thatofevil suffered; isready to pray forthose thatthe contrast andpardonofheart their faults; nothesitates to ask for forgiveness to others; is more inclined to have compassion thatto be angry; agoviolence often atifand the sameit strivesofthe subject entirelythe flesh to the spirit. Nip nowthe vices andpurge timefrom sin isthe best thing thatleave thempurge inthe future. Indeed we do deception to ourselves by loving the things of the flesh, against the order established by God. Thatit shall devour the other, that fire, ifnotyour sins? So, indulge yourself as much to yourself here, following the meat, the tougher match then, preparing thus far, most abundant material forthose flames. Each will be most severely punishedin thisthat he had to sin. There are the lazy pressed byprods on fire; andthe gluttons be tormented bythirst andhunger. The lustful and thereon the lovers ofpleasures will be paidabundance and burning pitchsulfur stink; andthe envious, forthe great pain, give inhowling like rabid dogs. notthere will be vice thatnothasits special torment. There will be full of the proudevery loss; andwill be oppressed by the greedyseriouspoverty. An hour passedthere, indeath, will be greater ofa hundred years here atseverepenance. Notruce, there, no comfort forthe damned; while down here sometimeswe come offfromeffortandyou can enjoy ofrelief of friends.

 3. You have to givedo now, andcry your sins, forto be withoutthinkingday ofjudgment. on that day, in fact, the righteous shall stand infulltranquilityfaceto those thatoppressed them (Wis 5,1) andtrample them. It will be up asjudge him thathoursubmits humbly to the judgment of men. in that day, great hope will be the poor andthe humble, andwill be full of Fearthe superb; appears thatBeen isessaythis world one thathasbeen known to be foolish anddespised forlove of Christ. in that day will be dear, every tribulation thatiswasSufferedpatiently, and "all unrighteousness will closehismouth" (Ps 106.42); the pious man will be injoy, while it will be in pain who islived withoutfaith. in that day the body will benefit more troubled thatifhe was fed ofdelights; the shineas grossandthatthe end is darkened; amiserable abodeit will be admiredthatanGolden Palace. in that day onepatiencethatnotit iscome, never less, will benefit more than thatallthepowerofthe earth; thefrankobedience will be glorified more than thatit allcunningofthe world. in that day thepureandlineconscience give you more joythatthelearnedteaching; contempt of riches will be worth more thatthe treasure of all men. in that day you will have more joy fromafervent prayerthattonterrific lunch; will derive more joy from the silence thatyou have maintained thattona long talk. on that day of good works will be worth more thatmany words; alifestrictisahardpenanceyou will be the most expensive ofevery pleasure ofthisthe earth.

 4. Learnto suffer anjust now, so thenyou canbe freed bysuffering more. Tryyourself first, here, forknowledge ofthatthingyou'll be able then. ifnow you know so little suffering, asyou will endure eternal torments? ifnow anlittle suffering makes you so incapable ofendurance, asyou will makeGehenna? That is, in Truth, notyou can have all the and two, these joys enjoythislifeandthen reign with Christ. thatyou would, if, until now, you had always lived betweenand honorsthe pleasures, and nowyou happen ofdie suddenly? Everything, therefore, isvanity, except to love God andserve to Him alone. andtherefore he thatlove God withall his heart nothasscaredeither ofdeath, nor ofconviction, nor ofjudgment, nor hell. anperfect love leadswithallsecurity in God; those who continues to love the sin hasscaredand- what notdowonder- ofdeath andofjudgment. ifthen notyou still havefor love enoughstay away from evil, iswell thatat leastfear of hell hold you back; InWho indeed not; holdaccount just the fear of God notbe able to stay to long instreetofgood, but It will fall soon in the toils ofthe devil.

Chapter XXV (Contents Chapters)

CORRECT fervently throughout Laour VITA

 1. thatyou arealert andprecise, inserve God; thinksfrequently thereason forthewhat did you come here, leaving the world. notBeen is perhaps forto live in God andmake all spirit? thatyou are, therefore, fervently, as insoon you will be rewarded ofyour efforts; nor will you have on your horizon, no fear and pain for labor, hereanlittle, andthen there is agreat peace, indeed, ajoy everlasting. ifyou will be in constantfaith andfervent in the works, God, nodoubt, and will be rightgenerous inreward. thatyou keepthe santahopeofto comevictory, even ifnotiswell thatyou have itno security, fornotin the fallstate ofnumbness or ofpresumption. AOnce, ansuch debated internally betweenand fearthehope, the weary as painful, and bowed inchurch, in front of analtar saying tohimself"Oh! Ifyou knew ofbeing able to persevere ". andimmediately ofinside, he heard aanswer, thatwasfromGod"Why, ifyou knew ofto persevere, thatthingwould you do? Do it now, than thatyou want to do, and of youall quiet. "So serene andcomforted, he relied onthe will of God, andceased inhe sameanguishuncertainty; he nothe wanted to try more ofknowing that thatit would be ofhimthe future, andit gave rather to search for "what was thewill ofLord of the willand wellofperfection" (Rom 122) fortake andbring to fulfillment every workgood. Says the prophet"Hopein the Lord andagogood; dwellthe earthandfed his riches" (Psalm 36.3).

 2. Asinglewhatisthatthatdiverts muchpeople and spiritual progressthe fervent efforts ofCorrectionthe dismay ofthe face of obstacles andthe harshnessofthisfight. Indeed advance in the virtues those thatof endeavorit manfully overcome thatisJoinedthey heavier, andthat more contrasts them; since the very place where the more you win ifthemselves, mortifying the spirit, the more you earn, andmore graceyou get. Of course thatnot all men have equal strength forwin ifthemselves andJoinedmortification. However, one thathastenacityandgood will, even ifhis passions are more violent, will be able to progress more ofanother, while good, butless fervent instrive toward virtue. Two things particularly the achievement of YouthsAtotal emendationdoing violence to if statements themselves, turning away from evil, to which everyone isworn fornature; andthe spiritual good of persistently askwhere everyone hasthe greatest need. Also you need to doway ofavoid this especially thatmost often are uglyother. From every part of why you have to know how to drawspiritual profit. So, ifyou get itofof or seehear ofgood examples, you burn with the desire ofimitate them; If, however, you think thatsomethingbothworthy ofdisapproval, gotta watch from doing the same; ifsometimesyou did, Prosecutorofemendarti. asyour eye judgesothers, as well, to youtime, you will be judged by others. I rejoicedandthat sweetness of viewfull of brothersand fervorofdevotion, saints inlifeinterior andthetheir conduct; as sadness, however, andsuch as pain, see some brothers thatgo ofhereandofthere, messily, leaving out ofplaying just for thisthey were called! Great injury attorney, forget the promises of thishisvocation, turning desires to different thingsthose thatwe are ordered.

 3. Remember ofDecision thatyou get it, andask before your eyesfigureofcrucifix. Reflecting thelife of Jesus Christ, you really ofthatashamed, because notyou still havetrying ofget closer to him, even if it was fora lot of timelifeofGod. monaco thattrainswithintensedevotion onlifeholyandtheof passion, Lord, you will find atabundanceall thatthe can be helpful andnecessary; andnotwill try anythingofrather, out of Jesus. Oh, aswe would be at once fully indoctrinated ifwe are inour heart Jesus crucified! The Monaco full offervor bearseverythinga holy andagreeit thathe was given; rather than negligent andwarm is:tribulation on the otherand isdistressed forevery line, because he lackstheinterior consolation, andthatoutsidehe is precluded. The Monaco thatlive out ofrule should bemeetingfullruin. For those who tend tocondition rather free:-freediscipline will always be uncertain, for nownotthe one will bewhat, nowanother. asdo the other monks, so numerous, thatlive well covered by theruleofthe convent? They come out ofsparse andlive free fromeverything; eat very poorly anddress shoes coarse; work hard andsay little; watch up to late nowandstand up fortime; pray to the long, and often readact strictly in accordance with therule. Look, the Carthusians, Cistercians, and the monks andthe nuns ofother Orders, asget up every night forsinging the praises of God. Now, that would be a shame, inathingso much meritorious, i let you pick fromlaziness as anvery large number of monks beginshis songs ofjoy, inunion with God. Oh !, ifus notwe had nothing todo thatpraise the Lord our God withall my heart andwithalltheourvoice. Oh !, if thou notI had never need of eating, ofdrink, ofsleep; andI could instead of praisethe Lord always, andto take care of things onlythe spirit.Allorasaresti più felice ofadesso, thatsei al servizio oftuo corpo forvarie necessità.andvolesse il Cielo thatnotci fossero, queste necessità, andci fossero soltanto i pasti spirituali dell'anima, thatpurtroppo gustiamo ben ofrado.

 4. Quando uno sarà giunto anotcercare il proprio conforto inalcunacreatura, alloraegli comincerà agustare perfettamente Dio;alloraaccetterà ofbuon grado ogni cosathatpossasuccedere;alloranotsi rallegrerà, o rattristerà, foril molto o il poco thatpossieda.Si rimetterà oftutto andwithpienafiduciainDioinDio, thatforlui sarà tutto, inogni circostanza;inDio, agli occhi ofquale nullamuove o vainteramente perduto;inDio, andforil quale ogni cosavive, servendo senzaesitazione al suo comando.Abbi sempre presente thattutto finisce andthatil tempo perduto notritorna.notgiungerai apossedere forzaspirituale, ifnotavrai sollecitudine anddiligenza.ifcomincerai ad essere spiritualmente malato.ifinvece ti darai tutto al fervore, troverai unagrande pace, andsentirai più lieve lafatica, forlagraziaofDio andforlaforzadell'amore.Tutto può, l'uomo fervido anddiligente.Impresapiù grande delle sudate fatiche corporali isquellaofvincere i vizi andofresistere alle passioni.andcolui thatnotsaevitare le piccole mancanze, cade, apoco apoco, inmancanze maggiori.Sarai sempre felice, lasera, ifavrai spesalagiornatafruttuosamente.Vigilasu te stesso, scuoti andammonisci te stesso;checché facciano gli altri, notdimenticare te stesso.Il tuo progresso spirituale sarà pari allaviolenzathatavrai fatto ate stesso. Amen.

FINISCONO LE ESORTAZIONI UTILIforLaVITaofSPIRITO ======================
Benjamin Netanyahu --- WHY, not YOUTUBEPublicMORE, MY COMMENTS? WHY THERETHE GLOBAL CONTROLNWO, ofALL STATEMENTS ofPLANET! ThisistheIntelligence ARTIFICIAL A.I. ALIEN! isasIF YOUTUBE TELL ME"Idiot! You know all this, and then you notyou need MORE ofpublishing, including byme yours!" JoinedLaMIaACTIVITIES in YOUTUBEThe CIAhasPAID 4 SATANISTS, andYOUTUBE hasPUT to an AVAILABLEEMPLOYED, I WILL HAVE COST THE NWO, asMINIMUM FIVE YEAR SALARY iN THE LAST SIX YEARS! As WHY I AM APPEARED inINTERNET aslorenzojhwh THE KING of ISRAEL, THEN, Satanism SystemMASONIChasNOW The PERCEPEPITOPOTENTIAL DEVASTATING ofMY MINISTRY!
https://www.youtube.com/user/UniusRei3/discussion [[This isan occurredproblem during saving ofyour comment. Please try againwithTHE PIPE. ]] Bahia PetersSaleem Jaan .. THE LORD GOD BLESS YOU AND KEEP YOU, THE LORD GOD MAKE HIS FACE TO SHINE UPON YOU AND BE UNTO YOU THE LOR Gracious GOD TURN HIS FACE TOWARDS YOU AND GIVE YOU PEACE. SLEEP WELL AND GOD BLESS YOU MY FRIEND AND BROTHER GOD AIVEN inCHRIST AMEN !!!! :) :) :) https://www.facebook.com/saleem.jaan.9847

Benjamin Netanyahu --- SOME youtube could quantifyin millions ofdollars damage economio, which hasto suffer, forletme,freedom ofspeech. Joinedcan I speak? Now, no one can fail to parale on youtube! andforyoutube, were terrible years! now, is more thatrightlift those poor bastards of youtube, andthe restunius REI cross, Simon of Cyrene on facebook!

Benjamin Netanyahu --- of course, facebook you can refuse, but then withawar world? him nothe only ofbusiness problems, bycry, but also losehislife! In fact, notthere is no one in the world who can stop thiswar nuclear world, of theout ofme!

Benjamin Netanyahu --- of course, I do notI have telepathy, andnotI have nothingofthe supernatural, or ofcharismatic! no! nothing of all this! I notI WANTED TO HAVE THESE THINGS, AND, notI WANTED TO BE anMYSTIC, WHY, and yet, I could, ifI wanted to, because notthere are limits toMIaCREATIVE FAITH! BUT, there is somethingofMOST POWERFUL ofsupernatural, WHY isOBJECTIVE AND UNIVERSAL FACT, TheMetaphysicsispure rationality, AND INTUITION! this isthe divine right man compassionate, andrational .. that's why, iswritten, the Gloryof God isthe living man!

alltheof criminal civilizationMerkel andMogherini! the systemMasonic Rothschild Bildenberg "] [inDonbass found the bodies of hundredsofwomen raped by paramilitary Ukrainians. to Krasnoarmeysk inthe region of Donetsk, during the occupation of the forces ofSafetyUkrainian are disappeared about 400 women ofagebetween18 and25. Recently incity, where he wasthe battalion deployed "Dnepr-1", andin the suburbs have been found 286 bodies ofwomenall were detected signs ofviolence. It hassaid of the prime ministerseparatist governmentof Donetsk Alexander Zakharchenko. http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_31/Nel-Donbass-rinvenuti-i-corpi-di-centinaia-di-donne-stuprate-dai-paramilitari-ucraini-5453/

October 1, Near Donetsk found 400 bodies in mass graves. in Donetsk are 400 municipal bodies in morgues notidentified, found in mass graves in the vicinity ofcity, hasRussian told reporters the defense ofhuman rights Latvian Einārs Graudiņš. Graudiņš hasreported thatalong with aof the task force8 of expertsthe EU, accompanied bythe representatives of the pro-Russian authorities, has2 visited graves. According to him, the body lay under a layer of earthcoolshallow, thus assuming thatthe corpses were hastily thrown into the pits.
Women ofneighboring towns told to Graudiņš thattheir homes were plundered by the men of the forces ofsafety of Ukrainian and addedbeing repeatedly raped.
On 23 September, the separatist militia were found near of Donetsk several mass graves, where the forces pro-Kiev have executed civilians, according to the accounts of the local inhabitants.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_01/Vicino-Donetsk-trovati-400-corpi-nelle-fosse-comuni-7446/
The forces ofSafetyUkrainian resume bombing of Donetsk. At least anCivil haslostlife, while 6 others were woundedof followingthe bombing of forcessecurityUkraine Donetsk.
They were bombed neighborhoods ofKievsky, and KuibyshevskyPetrovsky.
Overall in the last days of the pro-Russian militias have registered 12 cases ofviolations ofcease-firepart ofUkrainian military in the region of Lugansk and Donetsk. Thesituation remains tense. Onlineofthe front, the Ukrainian armed forces have stepped up actions ofwar.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_31/Le-forze-di-sicurezza-ucraine-riprendono-i-bombardamenti-su-Donetsk-1448/
PUTIN - sorry, BUT, theCIA, even though 666 hasdiscovered, that isuseless, HOWEVER, 322 wants to prove to ObamaGENDER, the bugger, that they earn good salary, that their DataGate steal from American taxpayers, so they put anfilter, and beyond, innotin order to post on youtube? Now, I do notI can publish, not even on http://italian.ruvr.ru/,, BUT, I HAVE anONLY FOR From ask you, YOU GO TO nMISSILE Intercontinental, WHAT, hasLaAtomicMOST POWERFUL, THAT CAN DEVELOP anEARTHQUAKE From 15 DEGREES ofscaleMERCALLI, andWRITE"ROTHSCHILD I LOVE YOU, REI also Unius loves you!" .. andthatthen, notisalie!
==================
Cavallini Giles · Top · Commentator Verona
killed because he "suspected". left to diethe middle of theroad, forbleeding, withthepoliceIsraelthatshootingbullets ofRubberagainst those who triedofbring relief. butnot nowI am surprised more, these are the Jews, anof peoplethe Nazis.
 Lorenzo Scarola· Theological ItalySouthern
 https://www.facebook.com/egidio.cavallini you are anIslamic Nazi Sharia pedophile, polygamist, religious maniacpenaltyofdeath forapostasy .. Caliphate global genocide to all dhimmis? without human rights, serial murderess? they kill 300 Christian martyrs, every day .. and you too, will answer forit! When we went inKosovo to protect Muslims, thatnothasprevented to themofTO make the genocide ofall Christians! [How many of SoldiersNATO KILLED inKOSOVO? notisNEVER BEEN RELEASED! ] Notit isnot a single one remainedofCHRISTIANS inKOSOVO! Muslims have razed 3000between, monasteries and churches cemeteries! inTHESE CONDITIONS? ONLY, an APPROACH CAN PROTECT The BRUTALourSURVIVAL .. isTERRIBLE COSSE SAY THIS, THAT, notbelong toourCIVILIZATION Humanist .. BUT, isTHIS THAT, TheLeagueArabwill force us to DO, IF WE WANT tO SURVIVE!
==================
WHEN will I be theMIadayofANGER? THEN, is BeenWRITTEN, THAT is UNIUS REITheLaw ofretaliation, AGAINST ALL THE GENOCIDE thatDID THE false prophet MUHAMMAD TO DATE !! TEL AVIV, October 31 - Fatah, the organization ofPalestinian President Mahmoud Abbas, hascalled a '' dayofanger '' in Jerusalem andinWest Bank after the killing ofMuataz Hijazi suspected ofhe had shot the Rabbi ultra 'YehudaGlick. It represents:PressPalestinian. Sources ofFatah, quoted by Haaretz, announced gears ofprotestinWest Bank after the prayers ofFriday, 'andhave reportedGeneral atmosphere:' 'tension' '. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/10/31/fatah-giornata-rabbia-a-gerusalemme_a23692f9-049d-4dc1-b2e8-baf4d967b110.html

https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xpf1/v/t1.0-9/1959619_450217268449574_410310219259088280_n.jpg?oh=0269fa3f474b38268243cef85319df1b&oe=54B7FCBC&__gda__=1420973136_e4ac3a12204682c42a371fcde35c0041
ERDOGAN SHARIAH Bush 322 666 ROTHSCHILD THANK YOU!

The New Testament not Cancelsthe 10 commandments.
Themercy of God isONLY forthose who repent andchangelife. https://scontent-b-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xpa1/v/t1.0-9/1551781_817061315007168_9017534314172753546_n.jpg?oh=7c977b7a002f2ebffaf514f9215febe8&oe=54AB7947

 THIS IS ISLAM SHARIA! https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xpf1/v/t1.0-9/1959619_450217268449574_410310219259088280_n.jpg?oh=36f55fad975807a3e7eae81e0fca4981&oe=54DF89BC&__gda__=1420973136_f8eb777d61256d82791f87bab4868f28 THIS IS ISLAM SHARIA!


THIS IS ISLAM SHARIA! https://www.facebook.com/video.php?v=509913785811942
THIS IS ISLAM SHARIA!
=================
all genocidesmerkel Mogherini Bildenberg the RothschildTroikausurocracy, for the sunriseradiantofSatan, NWO!
Moscow calls for investigation of crimes against womenUkraineEastern
Alexander Brod. The Director of MoscowJoinedHuman Rights Alexander Brod hasasked for an investigation intodiscoveryofapitcommonwhere were found the bodies ofwomen inthe region of Donetsk, urgingparticipation in the investigationinternational organizations and the UNthe OSCE.
The same activistofhuman rights is eager to go tovisitinthe region of Donetsk andask questions in person tolocal people forshed light oneach other. hasexpressed confidence on the fact thatthe separatist authorities of Donetsk have already launched an investigation.
PreviouslyPrime Minister of the pro-Russian authorities of Donetsk Alexander had Zakharchenkoreported thatinthe western part ofthe region of Donetsk were foundonegravecommon bodies of286 women.
http://italian.ruvr.ru/2014_10_31/Difensore-russo-dei-diritti-umani-chiede-indagini-sui-crimini-contro-le-donne-in-Ucraina-orientale-6502/

The Russianotthe rule of discoveryother graves inDonbass.
InRoomCivicof Russianotexclude thatinthe future can be found other graves in the territories controlled by the Guardiathe Nationalsouth-east of Ukraineanddetect withbitternesssilence international organizations ofhuman rights with respect to its facts.
The member ofCameraGeorgy Fedorov hasstressed thatthe Russian activists have turned constantly appeals to international organizations, thathowever, "they have closed their eyes."

According Federov, it seemsthatare influenced by the United States and the prevention ofenterconflict with Washington, so notpay attention to the evidence andnews ofmassacres, torture andviolence.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_31/La-Russia-non-esclude-il-ritrovamento-di-altre-fosse-comuni-nel-Donbass-3073/

Moscow calls on defenders ofhuman rights ofinvestigate mass graves ofwomenDonbass. Information regarding the finding inSouth-east Ukraine, inregion of Donetsk, ofapitCommon withthe bodies of286 women are reviewed bypart ofindependent international experts, mainly from the activists ofhuman rights and UkrainianRussian.
It hassaid head ofthe Board ofchairmanRussianJoinedHuman Rights Mikhail Fedotov.
Ha pointed out that"such news in any case notthey must staysilence."
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_31/Mosca-chiede-ai-difensori-dei-diritti-umani-di-indagare-fosse-comuni-di-donne-nel-Donbass-6451/

ViennaisanFreemason COGLI0NE faceofCUL0! SPEAK SO WHEN ALL KNOW THAT, inIMF JABULLON sPA322 GMOS NWO CIA, TheWarThe World iswasDateJoinedINEVITABLE! ]
Vienna isbelievethatEuropeneed to restore relations with Moscow. Europehasneed ofrestore relations withtheRussiaandstoprhetoric of sanctions.
It hassaid Austrian President Heinz Fischer, inof coursehisvisitofficial in Sofia.
Asimilar positioniswasexpressthe head ofBulgarian state Rosen Plevneliev. In addition, the two presidents reaffirmed ofsupportconstructionrapid ofpipeline "South Stream". This project, tothe realization that many European countries are concerned, iswhen frozen fromEuropean Commission.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_31/Il-presidente-dellAustria-sicuro-allEuropa-serve-ripristinare-i-rapporti-con-Mosca-3653/
=======================
Benjamin Netanyahu - thatwhat it isTHIS ISSUE ofPHONE? 39000000000000
http://it.unknownphone.com/search.php?num=39000000000000 Addtelephone signalingtoNumber of telephone.
[Yes! the cannibals fresconi 322 Bush AgendaTalmud! inthis waywithacommunication ofyouremail, DataGate aliens abductionsCIA, human sacrifices on the altar ofSatan, they have limited, your coordinates, inperfectly, andyou also enter the aliensthe house, which then are always demons !!

Lorenzo Scarola· Theological ItalySouthern
========================
Benjamin Netanyahu PUTIN - There is ansecret, that I will have to communicate! because the USausing aTechnologyaliencustomized, resized, forcostuire their weapons? Then, with them, me aretotal panic! Because, if you put all the demons, apart, andthen put me on the other? they see them, always asasinglecrab, andme, you will always seeasasupernova! ifYOU CONSIDER THAT MY MINISTRY isIMMORTAL? WELL THIS isTHE BIGGEST PROBLEM THAT THE NWO 322 TALMUD 666 IMF FED ECB agendaGMOS kabbalah, NEED ofFACE .. BUT, THEIR to date? THEIR notHAVE found yetaSOLUTION, because notthere is asolution! That's why the government yesterday youtube Masonic world, after 6 years ofcruel conflictandimmense losses, ofcreaturesandofresourcesit ishad to give, and hasthrownsponge!

0005500000000] [ok! Now the phone number, that I hascalled, isbecome this! but, ifnotyou answered no ?, notiswhy, behind only ancomputer, no! isthatthe aliens have three problems1. stink to dead dog, andthen, 2. are fags! 3. nothave not onetonguefor its ability to communicate !!

Benjamin Netanyahu PUTIN - of coursethese creatures GENDER GMOSaliens abductions, thatthey are anabsolute process? Bush 322 Kerry kimono them, "thecivilization!"
===================
according to me, all, or almost all, the Chinese leadership have become the hidden Christians! THENTHEN YOU WILL SEE THAT THISshitofSATANISTS HALLOWEENWILL BE REJECTED, renegadeFromHumanist CIVILIZATION! HOW TO, THE ATHEISTSapes ADVANCED PENIS, AND HAVE MIGHT FALLInWITCHCRAFTSUPERSTITION, HOROSCOPE, andinsatanic? THIS isSOMETHING THAT SHOULD HAVE TO REFLECT THE GENDER MASSONI of SystemUSUROCRATICO ROTHSCHILD! Thepolice of Beijing hasexperiencedthe population thatwho will travel onSubwaywithcostumes related toof holidaysHalloween risksofbeing arrested.
 The media report todayof Hong Kong. Thedecision fallsonnof packagemeasures ofsafety takenviewofthe top ofCountries of Asia / Pacific (APEC) thatwill be held in Beijing November 7 to 12. At a summit attended byscoreofHeads ofState andofGovernment ofwhich US President Barack Obama.
 http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2014/10/31/cina-no-costumi-halloween-a-summit-apec_d50c1262-a241-4ed3-b320-ae515b839309.html
The SATANITI CANNIBALI of CIA? ARE EVERYWHERE! IDIOTS 322 666 GENDER GMOS DataGATE, YOU KNOW VERY WELL THAT I AM inFastWeb! notbe able toPROTECT YOUR DEVIL HALLOWEEN, From ME! YOUTUBE SatVERY WELL, THAT WHEN I TAKE APREY? Thetore! ]] [TypeThey could be charged for the coststhetransmission ofdata standards. facebook. Sorry, 0.facebook.com isonly supported by some operators oftelephonefurniture, includingwhich notthere is yours.
If you decide ofcontact your mobile operator, comunicagli thatyour IP address 93.43.137.178 notissupported.
Jump tom.facebook.com (signing may be charged costs forthetransmission ofdata standard) · Reportnproblem
=======================
666 322 SHARIAH NWO AgendaTalmud IMF GMOS? THE PLOT ofFAARISEIAGAINST ISRAEL! JoinedLaPurification, ofSHARIAH UN ISLAMIC, ofCALIPHATE WORLD genocide to the entire PLANET? EVEN MODERATE MUSLIMS ARE anGOAL! The Bishop ofNigerian citysurroundedbyBoko Haram'Theourlife is worth less ofsalt. "October 30, 2014 Editorial
The Bishop ofOliver Maiduguri Doeme in front of the threatofthe terrorists"We are sitting on anBarrel ofpowdershot. Among manywe have been evicted from their homes andlive in the mountains or in the forest '
Maiduguri-Nigeria-Doeme "Usually you thinkthatthe salt isthegoods more economical on the market. Well, todaylife is worth less ofsaltnorth-east of Nigeria. "He writes thusndocument Doeme Oliver, bishop ofMaiduguri, theof capitalstate of Borno almost besiegedfromBoko Haram.
HUNTED BY THE CASE. "In the past month have intensified the harsh ravages ofBoko Haram innorthern, central andSouth ofmydiocese" continues the bishop, asreported byAcn.
"Many ofwe have been evicted from their homes andfrom their villages. Even nowthousandsthey are living inside ofcave in the mountains, some in forests. Who ismanaged to escape are welcomed by Friends andrelatives to Maiduguri, Mubi andYola. in Thousands have fled to Cameroon andthey live inthe conditions really hard forthelackoffood, shelter and medical treatments. "
And CHRISTIANSMUSLIMS. for the bishop, thatofBoko Haram notisawar against Christians because they "both Christians thatMuslims are affected, both Christians thatmusulmanicristiani thatMuslims find themselves displaced andrefugeestheir own country. "Remainsthe fact thatlast month alone, terrorists have burned dozens of churches and "converted to powerIslam women thatnotmanaged to escape 'from' 25 cities thatwon in the States of Borno, Yobe andAdamawa. "
"WE ARE THREATENED." Finally, spearfor the alarmthesituation ofMaiduguri"Here we are threatened, we are sitting on anBarrel ofpowdershot. There are more of seven fields forthe displaced butthepeople sleep forthe streets. We're sinking fast in the sand, we have to swallow our pride of emptinessNigerian andasking for helpinternational Joinedaddress this issue »
Read more ofMoreNigeria, Bishop, "Thelife here is worth less ofsalt '| Tempi.it
=====================
Nazism ideology ofGENDER? anevil EVIL!
Houston retreatsthe order forthe shepherds ofdelivering sermons on homosexuality. "Victorytremendous," October 30, 2014 Editor.
Annise-parker-houston "Supporters ofreligious freedomthey just harvested in onevictoryformidable. Thedayof today isaAnsweraaprayer. "So the senator of Texas Ted Cruz, one of the most important representatives ofthe Republican Party even to the national level, hasannounced yesterday on Facebook thatthe Mayor of Houston Annise Parker, a lesbiandeclaredandPasdaran agenda LGBT hasset ofwithdrawcitationadvanced judgmenttwo weeks ago against of five Christian pastors, anwarrant thatwould force them to surrender andto have examined by the lawyers ofcity ​​all the sermons andother communicationsof which are occupiedhomosexuality, ofthe identity ofgeneral or ofmayor Parker.
TheRETALIATION. ashasalready written tempi.it in This Article,moveofthe City iswastakenin the context ofacausethe case againstEqual Rights Ordinance, thethe flag readsof Parker, hotly contestedforstreetofsome extreme measures asthe requirement forbusinesses open to the public oflet people use either of bathroomsboys or girls, to secondoftheir "of identitygender." Therefore, the "threat" ofthe use of sermonspastorsof court againstthem isappearedimmediately asaformofretaliationthe opposition. ThenewsBut hasunleashed aControversyfieryin Texas andinthe United States, have proliferated in the mediathe complaints of This "unprecedented attack onReligious Freedom" andthusfirstcityof Houston hasset ofbacktracking (not withoutfirsttrying in vain ofto move away fromDecision noabove).
"A STRONG MESSAGE." Senator Cruz is Been, one ofPolitical most active inmobilization against Parker. "Together - cheersNow on Facebbok - thousandsofpeople have risen up andsaid toCity ofwithdrawing the mandate. The Americans have defended our right ofprofessfaith freely andwithout Fearofaintimidation ofGovernment by sending anmessage and so highstrong andthatthecity of Houston nothasbeen able to ignore it. (...) I applaud the courage ofshepherds thatto have had mosthis voice, attracting the attention ofnation on attacksagainst people of coursethe faith. "Tempi.it
================
RussiaChinaISRAEL - vampires CIa 322666, throw it onmy100mg FiberOptical? andmeoff
==============
Open letter to Fecebook] let's be clearbetweenus! if I have 80 GROUPS40 Catholic groups 40 GROUPS AND LAY, and I want to share my message about the Satanism 322 halloween Kerry CIA ONLY, withall of my 40 groups CATHOLIC CHRISTIAN ?, then, you do not you need to DO THE NAZI, and say to ME (wITH FACTS), after 10 groups, which I have visited, that I'm doing spam! because, I have 40 groups OF CHRISTIANS, not 10! in this way, in the same way, many employees in youtube? they have hurt, very seriously! The FACTCIaMI hasLOCKED The ADSL, OR, YOU HAVE ME LOCKED THE FLOW DATA!

===========
it is true! But Merkel and Mogherini were innocent because they knew nothing about! ] In the Donbass found the bodies of hundreds of women raped by the military Ukrainians.
Information regarding the discovery in southeastern Ukraine in Donetsk region, a mass grave containing the bodies of 286 women need to be verified by independent international experts, mainly from human rights activists Ukrainians and Russians.
He said the head of the Council of the Russian presidency for Human Rights Mikhail Fedotov.
He pointed out that "such information in any case should not remain silent."
In the Civic Chamber of the Russian Federation do not exclude that in the future they can be found other graves in the territories controlled by the National Guard in the south-east of Ukraine and note with sadness the silence of the international organizations of human rights with regard to the relevant facts.
In the US House Georgy Fedorov pointed out that the Russian activists have turned constantly appeals to international organizations, however, that "they have closed their eyes."
According Federov, seem to be influenced by the United States and avoid coming into conflict with Washington, so do not pay attention to evidence and reports of killings, torture and violence.
The director of the Moscow office for Human Rights Alexander Brod asked for an investigation into the discovery of a mass grave in which were found the bodies of women in the Donetsk region, encouraging participation in the investigation of international organizations, of 'UN and the OSCE.
The same human rights activist is eager to pay a visit in the Donetsk region and ask questions in person to the local population to shed light on the matter. He expressed confidence that the separatist authorities of Donetsk have already launched an investigation.
Earlier, the Prime Minister of the pro-Russian authorities of Donetsk Alexander Zakharchenko had reported that in the western part of the Donetsk region were found in a mass grave, the bodies of 286 women.
A Krasnoarmeysk, in the Donetsk region, during the occupation of the security forces are Ukrainian disappeared about 400 women aged between 18 and 25 years.
Recently in the city, where the battalion was stationed "Dnepr-1", and in the suburbs have been found 286 bodies of women, all were detected signs of violence. He said the prime minister of the separatist government of Donetsk Alexander Zakharchenko.
 http://italian.ruvr.ru/2014_10_31/Nel-Donbass-rinvenuti-i-corpi-di-centinaia-di-donne-stuprate-dai-paramilitari-ucraini-9652/
in any way we can indulge in bullyingbullying! But the EU ARAB LEAGUE USA, UN, Amnesty, are forgiving and minimize, AS, Islamic terrorism! IF I WAS ISRAEL? I declared WAR I TO THE WORLD! Accidents between Palestinian demonstrators and Israeli forces are occurring at the Qalandia checkpoint between Jerusalem and the West Bank. This was reported by the agency Maan that there would be 8 injured among the Palestinians. The clashes took place after Friday prayers in a protest march Fatah and Hamas as part of a "day of rage" called against the closure of the Temple Mount and the killing of Palestinian activist held responsible for the attack of right jew Yehuda Glick.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/10/31/mo-otto-feriti-in-giornata-della-rabbia_1376af3f-f7fe-4719-883f-325e0dc0b914.html

L'Imitazione di Cristo. Libro I di IV

Questo piccolo libro ha costituito per secoli un preciso punti di riferimento per la spiritualità cristiana, tanto che si può considerare "il libro più letto dopo il Vangelo, meditato nei monasteri, letto nella vita religiosa e sacerdotale, tenuto come manuale di formazione cristiana robusta per tante generazioni di laici, di cristiani nel mondo". L'Imitazione di Cristo, il cui autore resta sconosciuto, benché possa essere collocato in ambiente monastico attorno ai secoli XIII-XIV, costituisce un semplice e concreto tracciato di vita ascetica. La tensione spirituale che lo anima, ne fa un testo fondamentale nel tracciare una via alla ricerca di Dio, all'abbandono dell'"uomo vecchio" per costruire l'"uomo nuovo", per radicare interiormente una profonda spiritualità personale.

Indice dei capitoli

Capitolo I - L'imitazione di Cristo e il disprezzo di tutte le vanità del mondo
Capitolo II - L'umile coscienza di sé
Capitolo III - L'ammaestramento della verità
Capitolo IV - La ponderatezza nell'agire
Capitolo V - La lettura dei libri di devozione
Capitolo VI - Gli sregolati moti dell'anima
Capitolo VII - Guardarsi dalle vane speranze e fuggire la superbia
Capitolo VIII - Evitare l'eccessiva familiarità
Capitolo IX - Obbedienza e sottomissione
Capitolo X - Astenersi dai discorsi inutili
Capitolo XI - La conquista della pace interiore e l'amore del progresso spirituale
Capitolo XII - I vantaggi delle avversità
Capitolo XIII - Resistere alle tentazioni
Capitolo XIV - Evitare i giudizi temerari
Capitolo XV - Le opere fatte per amore
Capitolo XVI - Sopportare i difetti degli altri
Capitolo XVII - La vita nei monasteri
Capitolo XVIII - Gli esempi dei grandi padri
Capitolo XIX - Come si deve addestrare colui che si è dato a Dio
Capitolo XX - L'amore della solitudine e del silenzio
Capitolo XXI - La compunzione del cuore
Capitolo XXII - La meditazione della miseria umana
Capitolo XXIII - La meditazione della morte
Capitolo XXIV - Il giudizio divino e la punizione dei peccatori
Capitolo XXV - Correggere fervorosamente tutta la nostra vita

Libro IINCOMINCIANO LE ESORTAZIONI UTILI PER LA VITA DELLO SPIRITO
Capitolo I (Indice Capitoli)
L'IMITAZIONE DI CRISTO E IL DISPREZZO DI TUTTE LE VANITA' DEL MONDO
 1. "Chi segue me non cammina nelle tenebre" (Gv 8,12), dice il Signore. Sono parole di Cristo, le quali ci esortano ad imitare la sua vita e la sua condotta, se vogliamo essere veramente illuminati e liberati da ogni cecità interiore. Dunque, la nostra massima preoccupazione sia quella di meditare sulla vita di Gesù Cristo. Già l'insegnamento di Cristo è eccellente, e supera quello di tutti i santi; e chi fosse forte nello spirito vi troverebbe una manna nascosta. Ma accade che molta gente trae un ben scarso desiderio del Vangelo dall'averlo anche più volte ascoltato, perché è priva del senso di Cristo. Invece, chi vuole comprendere pienamente e gustare le parole di Cristo deve fare in modo che tutta la sua vita si modelli su Cristo. Che ti serve saper discutere profondamente della Trinità, se non sei umile, e perciò alla Trinità tu dispiaci? Invero, non sono le profonde dissertazioni che fanno santo e giusto l'uomo; ma è la vita virtuosa che lo rende caro a Dio. Preferisco sentire nel cuore la compunzione che saperla definire. Senza l'amore per Dio e senza la sua grazia, a che ti gioverebbe una conoscenza esteriore di tutta la Bibbia e delle dottrine di tutti i filosofi? "Vanità delle vanità, tutto è vanità" (Qo 1,2), fuorché amare Dio e servire lui solo. Questa è la massima sapienzatendere ai regni celesti, disprezzando questo mondo.

 2. Vanità è dunque ricercare le ricchezze, destinate a finire, e porre in esse le nostre speranze. Vanità è pure ambire agli onori e montare in alta condizione. Vanità è seguire desideri carnali e aspirare a cose, per le quali si debba poi essere gravemente puniti. Vanità è aspirare a vivere a lungo, e darsi poco pensiero di vivere bene. Vanità è occuparsi soltanto della vita presente e non guardare fin d'ora al futuro. Vanità è amare ciò che passa con tutta rapidità e non affrettarsi là, dove dura eterna gioia. Ricordati spesso di quel proverbio"Non si sazia l'occhio di guardare, né mai l'orecchio è sazio di udire" (Qo 1,8). Fa', dunque, che il tuo cuore sia distolto dall'amore delle cose visibili di quaggiù e che tu sia portato verso le cose di lassù, che non vediamo. Giacché chi va dietro ai propri sensi macchia la propria coscienza e perde la grazia di Dio.

Capitolo II (Indice Capitoli) L'UMILE COSCIENZA DI SE'
 1. L'uomo, per sua natura, anela a sapere; ma che importa il sapere se non si ha il timor di Dio? Certamente un umile contadino che serva il Signore è più apprezzabile di un sapiente che, montato in superbia e dimentico di ciò che egli è veramente, vada studiando i movimenti del cielo. Colui che si conosce a fondo sente di valere ben poco in se stesso e non cerca l'approvazione degli uomini. Dinanzi a Dio, il quale mi giudicherà per le mie azioni, che mi gioverebbe se io anche possedessi tutta la scienza del mondo, ma non avessi l'amore? Datti pace da una smania eccessiva di saperein essa, infatti, non troverai che sviamento grande ed inganno. Coloro che sanno desiderano apparire ed essere chiamati sapienti. Ma vi sono molte cose, la cui conoscenza giova ben poco, o non giova affatto, all'anima. Ed è tutt'altro che sapiente colui che attende a cose diverse da quelle che servono alla sua salvezza. I molti discorsi non appagano l'anima; invece una vita buona rinfresca la mente e una coscienza pura dà grande fiducia in Dio. Quanto più grande e profonda è la tua scienza, tanto più severamente sarai giudicato, proprio partendo da essa; a meno che ancor più grande non sia stata la santità della tua vita.

 2. Non volerti gonfiare, dunque, per alcuna arte o scienza, che tu possegga, ma piuttosto abbi timore del sapere che ti è dato. Anche se ti pare di sapere molte cose; anche se hai buona intelligenza, ricordati che sono molte di più le cose che non sai. Non voler apparire profondo (Rm 11,20;12,16); manifesta piuttosto la tua ignoranza. Perché vuoi porti avanti ad altri, mentre se ne trovano molti più dotti di te, e più esperti nei testi sacri? Se vuoi imparare e conoscere qualcosa, in modo spiritualmente utile, cerca di essere ignorato e di essere considerato un nulla. E' questo l'insegnamento più profondo e più utile, conoscersi veramente e disprezzarsi. Non tenere se stessi in alcun conto e avere sempre buona e alta considerazione degli altri; in questo sta grande sapienza e perfezione. Anche se tu vedessi un altro cadere manifestamente in peccato, o commettere alcunché di grave, pur tuttavia non dovresti crederti migliore di lui; infatti non sai per quanto tempo tu possa persistere nel bene. Tutti siamo fragili; ma tu non devi ritenere nessuno più fragile di te.

Capitolo III (Indice Capitoli) L'AMMAESTRAMENTO DELLA VERITA'

 1. Felice colui che viene ammaestrato direttamente dalla verità, così come essa è, e non per mezzo di immagini o di parole umane; ché la nostra intelligenza e la nostra sensibilità spesso ci ingannano, e sono di corta veduta. A chi giova un'ampia e sottile discussione intorno a cose oscure e nascoste all'uomo; cose per le quali, anche se le avremo ignorate, non saremo tenuti responsabili, nel giudizio finale? Grande nostra stoltezzatrascurando ciò che ci è utile, anzi necessario, ci dedichiamo a cose che attirano la nostra curiosità e possono essere causa della nostra dannazione. "Abbiamo occhi e non vediamo" (Ger 5,21). Che c'importa del problema dei generi e delle specie? Colui che ascolta la parola eterna si libera dalle molteplici nostre discussioni. Da quella sola parola discendono tutte le cose e tutte le cose proclamano quella sola parola; essa è "il principio" che continuo a parlare agli uomini (Gv 8,25). Nessuno capisce, nessuno giudica rettamente senza quella parola. Soltanto chi sente tutte le cose come una cosa sola, e le porta verso l'unità e le vede tutte nell'unità, può avere tranquillità interiore e abitare in Dio nella pace. O Dio, tu che sei la verità stessa, fa' che io sia una cosa sola con te, in un amore senza fine. Spesso mi stanco di leggere molte cose, o di ascoltarlequello che io voglio e desidero sta tutto in te. Tacciano tutti i maestri, tacciano tutte le creature, dinanzi a tetu solo parlami.

 2. Quanto più uno si sarà fatto interiormente saldo e semplice, tanto più agevolmente capirà molte cose, e difficili, perché dall'alto egli riceverà lume dell'intelletto. Uno spirito puro, saldo e semplice non si perde anche se si adopera in molteplici faccende, perché tutto egli fa a onore di Dio, sforzandosi di astenersi da ogni ricerca di sé. Che cosa ti lega e ti danneggia di più dei tuoi desideri non mortificati? L'uomo retto e devoto prepara prima, interiormente, le opere esterne che deve compiere. Così non saranno queste ad indurlo a desideri volti al male; ma sarà lui invece che piegherà le sue opere alla scelta fatta dalla retta ragione. Nessuno sostiene una lotta più dura di colui che cerca di vincere se stesso. Questo appunto dovrebbe essere il nostro impegnovincere noi stessi, farci ogni giorno superiori a noi stessi e avanzare un poco nel bene.

 3. In questa vita ogni nostra opera, per quanto buona, è commista a qualche imperfezione; ogni nostro ragionamento, per quanto profondo, presenta qualche oscurità. Perciò la constatazione della tua bassezza costituisce una strada che conduce a Dio più sicuramente che una dotta ricerca filosofica. Non già che sia una colpa lo studio, e meno ancora la semplice conoscenza delle cose - la quale è, in se stessa, un ben ed è voluta da Dio -; ma è sempre cosa migliore una buona conoscenza di sé e una vita virtuosa. Infatti molti vanno spesso fuori della buona strada e non danno frutto alcuno, o scarso frutto, di bene, proprio perché si preoccupano più della loro scienza che della santità della loro vita. Che se la gente mettesse tanta attenzione nell'estirpare i vizi e nel coltivare le virtù, quanta ne mette nel sollevare sottili questioni filosofiche non ci sarebbero tanti mali e tanti scandali tra la gente; e nei conviventi non ci sarebbe tanta dissipazione. Per certo, quando sarà giunto il giorno del giudizio, non ci verrà chiesto che cosa abbiamo studiato, ma piuttosto che cosa abbiamo fatto; né ci verrà chiesto se abbiamo saputo parlare bene, ma piuttosto se abbiamo saputo vivere devotamente. Dimmidove si trovano ora tutti quei capiscuola e quei maestri, a te ben noti mentre erano in vita, che brillavano per i loro studi? Le brillanti loro posizioni sono ora tenute da altri; e non è detto che questi neppure si ricordino di loro. Quando erano vivi sembravano essere un gran che; ma ora di essi non si fa parola. Oh, quanto rapidamente passa la gloria di questo mondo! E voglia il cielo che la loro vita sia stata all'altezza del loro sapere; in questo caso non avrebbero studiato e insegnato invano. Quanti uomini si preoccupano ben poco di servire Iddio, e si perdono a causa di un vano sapere ricercato nel mondo. Essi scelgono per sé la via della grandezza, piuttosto di quella dell'umiltà; perciò si disperde la loro mente (Rm 1,21). Grande è, in verità, colui che ha grande amore; colui che si ritiene piccolo e non tiene in alcun conto anche gli onori più alti. Prudente è, in verità, colui che considera sterco ogni cosa terrena, al fine di guadagnarsi Cristo (Fil 3,8). Dotto, nel giusto senso della parola, è, in verità, colui che fa la volontà di Dio, buttando in un canto la propria volontà.

Capitolo IV (Indice Capitoli)

LA PONDERATEZZA NELL'AGIRE

Non dobbiamo credere a tutto ciò che sentiamo dire; non dobbiamo affidarci a ogni nostro impulso. Al contrario, ogni cosa deve essere valutata alla stregua del volere di Dio, con attenzione e con grandezza d'animo. Purtroppo, degli altri spesso pensiamo e parliamo più facilmente male che benetale è la nostra miseria. Quelli che vogliono essere perfetti non credono scioccamente all'ultimo che parla, giacché conoscono la debolezza umana, portata alla malevolenza e troppo facile a blaterare. Grande saggezza, non essere precipitosi nell'agire e, d'altra parte, non restare ostinatamente alle nostre prime impressioni. Grande saggezza, perciò, non andare dietro a ogni discorso della gente e non spargere subito all'orecchio di altri quanto abbiamo udito e creduto. Devi preferire di farti guidare da uno migliore di te, piuttosto che andare dietro alle tue fantasticherie; prima di agire, devi consigliarti con persona saggia e di retta coscienza. Giacché è la vita virtuosa che rende l'uomo l'uomo saggio della saggezza di Dio, e buon giudice in molti problemi. Quanto più uno sarà inutilmente umile e soggetto a Dio, tanto più sarà saggio, e pacato in ogni cosa.

Capitolo V (Indice Capitoli)

LA LETTURA DEI LIBRI DI DEVOZIONE

Nei libri di devozione si deve ricercare la verità, non la bellezza della forma. Essi vanno letti nello spirito con cui furono scritti; in essi va ricercata l'utilità spirituale, piuttosto che l'eleganza della parola. Perciò dobbiamo leggere anche opere semplici, ma devote, con lo stesso desiderio con cui leggiamo opere dotte e profonde. Non lasciarti colpire dal nome dello scrittore, di minore o maggiore risonanza; quel che ci deve indurre alla lettura deve essere il puro amore della verità. Non cercar di sapere chi ha detto una cosa, ma bada a ciò che è stato detto. Infatti gli uomini passano, "invece la verità del Signore resta per sempre" (Sal 116,2); e Dio ci parla in varie maniere, "senza tener conto delle persone" (1Pt 1,17). Spesso, quando leggiamo le Scritture, ci è di ostacolo la nostra smania di indagare, perché vogliamo approfondire e discutere là dove non ci sarebbe che da andare avanti in semplicità di spirito. Se vuoi trarre profitto, leggi con animo umile e semplice, con fede. E non aspirare mai alla fama di studioso. Ama interrogare e ascoltare in silenzio la parola dei santi. E non essere indifferente alle parole dei superioriesse non vengono pronunciate senza ragione.

Capitolo VI (Indice Capitoli)

GLI SREGOLATI MOTI DELL'ANIMA

Ogni qual volta si desidera una cosa contro il volere di Dio, subito si diventa interiormente inquieti. Il superbo e l'avaro non hanno mai requie; invece il povero e l'umile di cuore godono della pienezza della pace. Colui che non è perfettamente morto a se stesso cade facilmente in tentazione ed è vinto in cose da nulla e disprezzabili. Colui che è debole nello spirito ed è, in qualche modo, ancora volto alla carne e ai sensi, difficilmente si può distogliere del tutto dalle brame terrene; e, quando pur riesce a sottrarsi a queste brame, ne riceve tristezza. Che se poi qualcuno gli pone ostacolo, facilmente si sdegna; se, infine, raggiunge quel che bramava, immediatamente sente in coscienza il peso della colpa, perché ha assecondato la sua passione, la quale non giova alla pace che cercava. Giacché la vera pace del cuore la si trova resistendo alle passioni, non soggiacendo ad esse. Non già nel cuore di colui che è attaccato alla carne, non già nell'uomo volto alle cose esteriori sta la pace; ma nel cuore di colui che è pieno di fervore spirituale.

Capitolo VII (Indice Capitoli)

GUARDARSI DALLE VANE SPERANZE E FUGGIRE LA SUPERBIA

Chi mette la sua fiducia negli uomini e nelle altre creature è un insensato. Non ti rincresca di star sottoposto ad altri, per amore di Gesù Cristo, e di sembrare un poveretto, in questo mondo. Non appoggiarti alle tue forze, ma salda la tua speranza in Diose farai tutto quanto sta in te, Iddio aderirà al tuo buon volere. Non confidare nel sapere tuo o nella capacità di un uomo purchessia, ma piuttosto nella grazia di Dio, che sostiene gli umili e atterra i presuntuosi. Non vantarti delle ricchezze, se ne hai, e neppure delle potenti amicizie; il tuo vanto sia in Dio, che concede ogni cosa, ed ama dare se stesso, sopra ogni cosa. Non gonfiarti per la prestanza e la bellezza del tuo corpo; alla minima malattia esse si guastano e si deturpano. Non compiacerti di te stesso, a causa della tua abilità e della tua intelligenza, affinché tu non spiaccia a Dio, a cui appartiene tutto ciò che di buono hai sortito dalla natura. Non crederti migliore di altri, affinché, per avventura, tu non sia ritenuto peggiore dinanzi a Dio, che ben conosce quello che c'è in ogni uomo (cfr. Gv 2,25). Non insuperbire per le tue opere buone, perché il giudizio degli uomini è diverso da quello di Dio, cui spesso non piace ciò che piace agli uomini. Anche se hai qualcosa di buono, pensa che altri abbia di meglio, cosicché tu mantenga l'umiltà. Nulla di male se ti metti al di sotto di tutti gli altri; molto male è invece se tu ti metti al di sopra di una sola persona. Nell'umile è pace indefettibile; nel cuore del superbo sono, invece, continua smania e inquietudine.

Capitolo VIII (Indice Capitoli)

EVITARE L'ECCESSIVA FAMILIARITA'

"Non aprire il tuo cuore al primo che capita" (Sir 8,22); i tuoi problemi, trattali invece con chi ha saggezza e timore di Dio. Cerca di stare raramente con persone sprovvedute e sconosciute; non metterti con i ricchi per adularli; non farti vedere volentieri con i grandi. Stai, invece, accanto alle persone umili e semplici, devote e di buoni costumi; e con esse tratta di cose che giovino alla tua santificazione. Non avere familiarità con alcuna donna, ma raccomanda a Dio tutte le donne degne. Cerca di essere tutto unito soltanto a Dio e ai suoi angeli, evitando ogni curiosità riguardo agli uomini. Mentre si deve avere amore per tutti, la familiarità non è affatto necessaria. Capita talvolta che una persona che non conosciamo brilli per fama eccellente; e che poi, quando essa ci sta dinanzi, ci dia noia solo al vederla. D'altra parte, talvolta speriamo di piacere a qualcuno, stando con lui, e invece cominciamo allora a non piacergli, perché egli vede in noi alcunché di riprovevole.

Capitolo IX (Indice Capitoli)

OBBEDIENZA E SOTTOMISSIONE

 1. Stare sottomessi, vivere soggetti a un superiore e non disporre di sé è cosa grande e valida. E' molto più sicura la condizione di sudditanza, che quella di comando. Ci sono molti che stanno sottomessi per forza, più che per amoreda ciò traggono sofferenza, e facilmente se ne lamentano; essi non giungono a libertà di spirito, se la loro sottomissione non viene dal profondo del cuore e non ha radice in Dio. Corri pure di qua e di là; non troverai pace che nell'umile sottomissione sotto la guida di un superiore. Andar sognando luoghi diversi, e passare dall'uno all'altro, è stato per molti un inganno.

2. Certamente ciascuno preferisce agire a suo talento, ed è maggiormente portato verso chi gli dà ragione. Ma, se Dio è dentro di noi, dobbiamo pur talvolta lasciar perdere i nostri desideri, per amore della pace. C'è persona così sapiente che possa conoscere pienamente ogni cosa? Perciò non devi avere troppa fiducia nelle tue impressioni; devi ascoltare volentieri anche il parere degli altri. Anche se la tua idea era giusta, ma la abbandoni per amore di Dio seguendo quella di altri, da ciò trarrai molto profitto. Stare ad ascoltare ed accettare un consiglio - come spesso ho sentito dire - è cosa più sicura che dare consigli. Può anche accadere che l'idea di uno sia buona; ma è sempre segno di superbia e di pertinacia non volersi arrendere agli altri, quando la ragionevolezza o l'evidenza lo esigano.

Capitolo X (Indice Capitoli)

ASTENERSI DAI DISCORSI INUTILI

 1. Per quanto possibile, stai lontano dall'agitarsi che fa la gente. Infatti, anche se vi si attende con purezza di intenzione, l'occuparsi delle faccende del mondo è un grosso impaccio, perché ben presto si viene inquinati dalle vanità, e fatti schiavi. Più di una volta vorrei essere stato zitto, e non essere andato in mezzo alla gente.

 2. Ma perché andiamo parlando e chiacchierando così volentieri con altri, anche se poi è raro che, quando torniamo a star zitti, non abbiamo qualche guasto alla coscienza? Parliamo così volentieri perché, con queste chiacchiere, cerchiamo di consolarci a vicenda, e speriamo di sollevare il nostro animo oppresso dai vari pensieri. Inoltre molto ci diletta discorrere e fantasticare delle cose che amiamo assai e che desideriamo, o di ciò che sembra contrastarci. Ma spesso purtroppo tutto questo è vano e inutile; giacché una simile consolazione esteriore va molto a scapito di quella interiore e divina.

 3. Non dobbiamo passare il nostro tempo in ozio, ma in vigilie e in orazioni; e, se possiamo o dobbiamo parlare, dire cose edificanti. Infatti, mentre il malvezzo e la trascuratezza del nostro progresso spirituale ci induce facilmente a tenere incustodita la nostra lingua, giova assai al nostro profitto interiore una devota conversione intorno alle cose dello spirito; tanto più quando ci si unisca, nel nome di Dio, a persone animate da pari spiritualità.

Capitolo XI (Indice Capitoli)

LA CONQUISTA DELLA PACE INTERIORE E L'AMORE DEL PROGRESSO SPIRITUALE

 1. Se non ci volessimo impicciare di quello che dicono o di quello che fanno gli altri, e di cose che non ci riguardano, potremmo avere una grande pace interiore. Come, infatti, è possibile che uno mantenga a lungo l'animo tranquillo se si intromette nelle faccende altrui, se va a cercare all'esterno i suoi motivi di interesse, se raramente e superficialmente si raccoglie in se stesso? Beati i semplici, giacché avranno grande pace. Perché mai alcuni santi furono così perfetti e pieni di spirito contemplativo? Perché si sforzarono di spegnere completamente in sé ogni desiderio terreno, cosicché - liberati e staccati da se stessi - potessero stare totalmente uniti a Dio, con tutto il cuore. Noi, invece, siamo troppo presi dai nostri sfrenati desideri, e troppo preoccupati delle cose di quaggiù; di rado riusciamo a vincere un nostro difetto, anche uno soltanto, e non siamo ardenti nel tendere al nostro continuo miglioramento. E così restiamo inerti e tiepidi. Se fossimo, invece, totalmente morti a noi stessi e avessimo una perfetta semplicità interiore, potremmo perfino avere conoscenza delle cose di Dio, e fare esperienza, in qualche misura, della contemplazione celeste. Il vero e più grande ostacolo consiste in ciò, che non siamo liberi dalle passioni e dalle brame, e che non ci sforziamo di entrare nella via della perfezione, che fu la via dei santianzi, appena incontriamo una difficoltà, anche di poco conto, ci lasciamo troppo presto abbattere e ci volgiamo a consolazioni terrene.

 2. Se facessimo di tutto, da uomini forti, per non abbandonare la battaglia, tosto vedremmo venire a noi dal cielo l'aiuto del Signore. Il quale prontamente sostiene coloro che combattono fiduciosi nella sua grazia; anzi, ci procura occasioni di lotta proprio perché ne usciamo vittoriosi. Che se facciamo consistere il progresso spirituale soltanto in certe pratiche esteriori, tosto la nostra religione sarà morta. Via, mettiamo la scure alla radice, cosicché, liberati dalle passioni, raggiungiamo la pace dello spirito. Se ci strappassimo via un solo vizio all'anno diventeremmo presto perfetti. Invece spesso ci accorgiamo del contrario; troviamo cioè che quando abbiamo indirizzata la nostra vita a Dio eravamo più buoni e più puri di ora, dopo molti anni di vita religiosa. Il fervore e l'avanzamento spirituale dovrebbe crescere di giorno in giorno; invece già sembra gran cosa se uno riesce a tener viva una particella del fervore iniziale.

 3. Se facessimo un poco di violenza a noi stessi sul principio, potremmo poi fare ogni cosa facilmente e gioiosamente. Certo è difficile lasciare ciò a cui si è abituati; ancor più difficile è camminare in senso contrario al proprio desiderio. Ma se non riesci a vincere nelle cose piccole e da poco, come supererai quelle più gravi? Resisti fin dall'inizio alla tua inclinazione; distaccati dall'abitudine, affinché questa non ti porti, a poco a poco, in una situazione più ardua. Se tu comprendessi quanta pace daresti a te stesso e quanta gioia procureresti agli altri, e vivendo una vita dedita al bene, sono certo che saresti più sollecito nel tendere al tuo profitto spirituale.

Capitolo XII (Indice Capitoli)

I VANTAGGI DELLE AVVERSITA'

 1. E' bene per noi che incontriamo talvolta difficoltà e contrarietà; queste, infatti, richiamano l'uomo a se stesso, nel profondo, fino a che comprenda che quaggiù egli è in esilio e che la sua speranza non va riposta in alcuna cosa di questo mondo. E' bene che talvolta soffriamo contraddizione e che la gente ci giudichi male e ingiustamente, anche se le nostre azioni e le nostre intenzioni sono buone. Tutto ciò suol favorire l'umiltà, e ci preserva dalla vanagloria. Invero, proprio quando la gente attorno a noi ci offende e ci scredita, noi aneliamo con maggior forza al testimone interiore, Iddio.

 2. Dovremmo piantare noi stessi così saldamente in Dio, da non avere necessità alcuna di andar cercando tanti conforti umani. Quando un uomo di buona volontà soffre tribolazioni e tentazioni, o è afflitto da pensieri malvagi, allora egli sente di aver maggior bisogno di Dio, e di non poter fare nulla di bene senza di lui. E si rattrista e piange e prega, per il male che soffre; gli viene a noia che la vita continui; e spera che sopraggiunga la morte (2 Cor 1,8), così da poter scomparire e dimorare in Cristo (Fil 1,23). Allora egli capisce che nel mondo non può esserci completa serenità e piena pace.

Capitolo XIII (Indice Capitoli)

RESISTERE ALLE TENTAZIONI

 1. Finché saremo al mondo, non potremo essere senza tribolazioni e tentazioni; infatti sta scritto nel libro di Giobbe che la vita dell'uomo sulla terra (Gb 7,1) è tutta una tentazione. Ognuno dovrebbe, dunque, stare attento alle tentazioni e vigilare in preghiera (1Pt 4,7), affinché il diavolo non trovi il punto dove possa esercitare il suo inganno; il diavolo, che mai non posa, ma va attorno cercando chi possa divorare (1Pt 5,8). Nessuno è così avanzato nella perfezione e così santo da non aver talvolta delle tentazioni. Andare esenti del tutto da esse non possiamo. Tuttavia, per quanto siano moleste e gravose, le tentazioni spesso sono assai utili; perché, a causa delle tentazioni, l'uomo viene umiliato, purificato e istruito. I santi passarono tutti per molte tribolazioni e tentazioni, e progredirono; invece coloro che non seppero sostenere le tentazioni si pervertirono e tradirono. Non esiste una istituzione così perfetta, o un luogo così nascosto, dove non si trovano tentazioni e avversità. L'uomo non è mai del tutto esente dalla tentazione, fin che vive. Ciò per cui siamo tentati è dentro di noi, poiché siamo nati nella concupiscenza. Se vien meno una tentazione o tribolazione, un'altra ne sopraggiunge e c'è sempre qualcosa da sopportare, perché abbiamo perduto il bene della nostra felicità. Molti, di fronte alle tentazioni, cercano di fuggire, ma cadono poi in esse anche più gravemente. Non possiamo vincere semplicemente con la fuga; ma è con la sopportazione e con la vera umiltà che saremo più forti di ogni nemico. Ben poco progredirà colui che si allontana un pochino e superficialmente dalle tentazioni, senza sradicarletosto ritorneranno ed egli sarà ancor peggio. Vincerai più facilmente, a poco a poco, con una generosa pazienza e con l'aiuto di Dio; più facilmente che insistendo cocciutamente nel tuo sforzo personale. Accogli frequentemente il consiglio di altri, quando sei nella tentazione; e non essere aspro con colui che è tentato, ma dagli conforto, come desidereresti fosse fatto a te.

 2. Causa prima di ogni perversa tentazione è la mancanza di stabilità spirituale e la scarsezza di fiducia in Dio; giacché, come una nave senza timone viene spinta qua e là dalle onde, così l'uomo infiacchito, che abbandona i suoi propositi, viene in vario modo tentato. Come il fuoco serve a saggiare il ferro (Sir 31,26), così la tentazione serve a saggiare la santità di una persona (Sir 27,6). Quali possibilità ciascuno abbia in potenza, spesso non lo sappiamo; ma la tentazione dispiega palesemente ciò che siamo. Tuttavia bisogna vigilare, particolarmente intorno all'inizio della tentazione; poiché il nemico si vince più facilmente se non gli si permette per nulla di varcare le porte della nostra mente; e se gli si sbarra la strada al di là della soglia, non appena abbia bussato. Di qui il detto"resisti agli inizi; è troppo tardi quando si prepara la medicina" (Ovidio, Remedia amoris, II,91). Infatti, dapprima viene alla mente un semplice pensiero, di poi una forte immaginazione, infine un compiacimento, un impulso cattivo e un'acquiescenza. E così, piano piano, il nemico malvagio penetra del tutto, proprio perché non gli si è resistito all'inizio. E quanto più a lungo uno ha tardato torpidamente a resistere, tanto più si è, via via, interiormente indebolito, mentre il nemico è andato crescendo di forze contro di lui.

 3. Alcuni sentono le maggiori tentazioni al principio della loro conversione a Dio; altri invece alla fine. Alcuni sono fortemente turbati pressoché per tutta la vita; altri sentono tentazioni piuttosto lievisecondo quanto dispongono la sapienza e la giustizia di Dio, le quali pesano la condizione e i meriti di ciascuno e preordinano ogni cosa alla salvezza degli eletti. Perciò non dobbiamo lasciarci cogliere dalla disperazione, quando siamo tentati. Dobbiamo invece, pregare Iddio ancor più fervorosamente, affinché si degni di aiutarci in ogni tentazione; Lui che, in verità, secondo quanto dice Paolo (1Cor 10,13), farà in modo che la tentazione sia accompagnata dai mezzi per poterla sopportare. Abbassiamo, dunque, in umiltà, l'anima nostra sotto la mano di Dio, quando siamo tentati e tribolati, giacché il Signore salverà gli umili di spirito e li innalzerà (1Pt 5,6; Sal 33,19). Quanto uno abbia progredito si dimostra nella tentazione e nella tribolazione; qui sta il suo maggior merito; qui appare più chiaramente la sua virtù. Non è gran cosa esser devoti e fervorosi quando non si hanno difficoltà; sapere invece sopportare se stessi nel momento dell'avversità dà a sperare in un grande avanzamento spirituale. Avviene che alcuni sono al riparo da grandi tentazioni, ma sono spesso sconfitti nelle piccole tentazioni di ogni giorno; e così, umiliati per essere caduti in cose tanto da poco, non ripongono più fiducia in se stessi, nelle cose più grandi.

Capitolo XIV (Indice Capitoli)

EVITARE I GIUDIZI TEMERARI

 1. Rivolgi gli occhi a te stesso e stai attento a non giudicare quel che fanno gli altri. In tale giudizio si lavora senza frutto; frequentemente ci si sbaglia e facilmente si cade in peccato. Invece, nel giudizio e nel vaglio di se stessi, si opera sempre fruttuosamente. Spesso giudichiamo secondo un nostro preconcetto; e così, per un nostro atteggiamento personale, perdiamo il criterio della verità. Se il nostro desiderio fosse diretto soltanto a Dio, non ci lasceremmo turbare così facilmente dalla resistenza opposta dal nostro senso umano. Di più, spesso, c'è qualcosa, già nascosto, latente in noi, o sopravveniente dall'esterno, che ci tira di qua o di là. Molti, in tutto ciò che fanno, cercano se stessi, senza neppure accorgersene. Sembrano essere in perfetta pace quando le cose vanno secondo i loro desideri e i loro gusti; se, invece, vanno diversamente, subito si agitano e si rattristano.

 2. Avviene di frequente che nascono divergenze tra amici e concittadini, persino tra persone pie e devote, per diversità nel modo di sentire e di pensare. Giacché è difficile liberarsi da vecchi posizioni abituali, e nessuno si lascia tirare facilmente fuori dal proprio modo di vedere. Così, se ti baserai sui tuoi ragionamenti e sulla tua esperienza, più che sulla forza propria di Gesù Cristo, raramente e stentatamente riuscirai ad essere un uomo illuminato; Dio vuole, infatti, che noi ci sottomettiamo perfettamente a lui, e che trascendiamo ogni nostro ragionamento grazie ad un fiammeggiante amore.

Capitolo XV (Indice Capitoli)

LE OPERE FATTE PER AMORE

 1. Non si deve fare alcun male, per nessuna cosa al mondo né per compiacenza verso chicchessia; talora, invece, per giovare a uno che ne ha bisogno, si deve senza esitazione lasciare una cosa buona che si sta facendo, o sostituirla con una ancora più buonain tal modo non si distrugge l'opera buona, ma soltanto la si trasforma in meglio.

 2. A nulla giova un'azione esterna compiuta senza amore; invece, qualunque cosa, per quanto piccola e disprezzata essa sia, se fatta con amore, diventa tutta piena di frutti. In verità Iddio non tiene conto dell'azione umana in sé e per sé, ma dei moventi di ciascuno. Opera grandemente colui che agisce con rettitudine; opera lodevolmente colui che si pone al servizio della comunità, più che del suo capriccio. Accade spesso che ci sembri amore ciò che è piuttosto attaccamento carnale; giacché è raro che, sotto le nostre azioni, non ci siano l'inclinazione naturale, il nostro gusto, la speranza di una ricompensa, il desiderio del nostro comodo. Chi ha un amore vero e perfetto non cerca se stesso, in alcuna sua azione, ma desidera solamente che in ogni cosa si realizzi la gloria di Dio. Di nessuno è invidioso colui che non tende al proprio godimento, né vuole personali soddisfazioni, desiderando, al di là di ogni bene, di avere beatitudine in Dio. Costui non attribuisce alcunché di buono a nessuno, ma riporta il bene totalmente a Dio; dal quale ogni cosa procede, come dalla sua fonte e, nel quale, alla fine, tutti i santi godono pace. Oh, chi avesse anche una sola scintilla di vera carità, per certo capirebbe che tutto ciò che è di questa terra è pieno di vanità.

Capitolo XVI (Indice Capitoli)

SOPPORTARE I DIFETTI DEGLI ALTRI

 1. Quei difetti, nostro od altrui, che non riusciamo a correggere, li dobbiamo sopportare con pazienza, fino a che Dio non disponga altrimenti. Rifletti che, per avventura, questa sopportazione è la cosa più utile per te, come prova di quella pazienza, senza della quale ben poco contano i nostri meriti. Tuttavia, di fronte a tali difficoltà, devi chiedere insistentemente che Dio si degni di venirti in aiuto e che tu riesca a sopportarle lietamente. Se uno, ammonito una volta e un'altra ancora, non si acquieta, cessa di litigare con lui; rimetti invece ogni cosa in Dio, affinché in tutti noi, suoi servi, si faccia la volontà e la gloria di Lui, che ben sa trasformare il male in bene. Sforzati di essere paziente nel tollerare i difetti e le debolezze altrui, qualunque essi siano, giacché anche tu presenti molte cose che altri debbono sopportare.

 2. Se non riesci a trasformare te stesso secondo quella che pure è la tua volontà, come potrai pretendere che gli altri si conformino al tuo desiderio? Vogliamo che gli altri siano perfetti; mentre noi non correggiamo le nostre manchevolezze. Vogliamo che gli altri si correggano rigorosamente; mentre noi non sappiamo correggere noi stessi. Ci disturba una ampia libertà degli altri; mentre non sappiamo negare a noi stessi ciò che desideriamo. Vogliamo che gli altri siano stretti entro certe regole; mentre noi non ammettiamo di essere un po' più frenati. In tal modo, dunque, è chiaro che raramente misuriamo il prossimo come noi stessi. Se fossimo tutti perfetti, che cosa avremmo da patire dagli altri, per amore di Dio? Ora, Dio così dispone, affinché apprendessimo a portare l'uno i pesi dell'altro (Gal 6,2). Infatti non c'è alcuno che non presenti difetti o molestie; non c'è alcuno che basti a se stesso e che, di per sé, sia sufficientemente saggio. Occorre, dunque, che ci sopportiamo a vicenda, che a vicenda ci consoliamo, che egualmente ci aiutiamo e ci ammoniamo. Quanta virtù ciascuno di noi abbia, ciò appare al momento delle avversitànon sono le occasioni che fanno fragile l'uomo, ma esse mostrano quale esso è.

Capitolo XVII (Indice Capitoli)

LA VITA NEI MONASTERI

 1. Se vuoi mantenere pace e concordia con gli altri, devi imparare a vincere decisamente te stesso in molte cose. Non è cosa facile stare in un monastero o in un gruppo, e viverci senza lamento alcuno, mantenendosi fedele sino alla morte. Beato colui che vi avrà vissuto santamente e vi avrà felicemente compiuta la vita. Se vuoi stare saldo al tuo dovere e avanzare nel bene, devi considerarti esule pellegrino su questa terra. Per condurre una vita di pietà, devi farti stolto per amore di Cristo.

 2. Poco contano l'abito e la tonsura; sono la trasformazione della vita e la completa mortificazione delle passioni, che fanno il monaco. Chi tende ad altro che non sia soltanto Dio e la salute dell'anima, non troverà che tribolazione e dolore. Ancora, non avrà pace duratura chi non si sforza di essere il più piccolo, sottoposto a tutti. Qui tu sei venuto per servire, non comandare. Ricordati che sei stato chiamato a sopportare e a faticare, non a passare il tempo in ozio e in chiacchiere. Qui si provano gli uomini, come si prova l'oro nel fuoco (cfr. Sir 27,6). Qui nessuno potrà durevolmente stare, se non si sarà fatto umile dal profondo del cuore, per amore di Dio.

Capitolo XVIII (Indice Capitoli)

GLI ESEMPI DEI GRANDI PADRI SANTI

 1. Guarda ai luminosi esempi dei grandi santi padri, nei quali rifulse una pietà veramente perfetta e vedrai come sia ben poco, e quasi nulla, quello che facciamo noi. Ahimé!, che cosa è la nostra vita, paragonata alla vita di quei santi? Veramente santi, e amici di Cristo, costoro servirono il Signore nella fame e nella sete; nel freddo, senza avere di che coprirsi; nel faticoso lavoro; nelle veglie e nei digiuni; nelle preghiere e nelle pie meditazioni; spesso nelle ingiurie e nelle persecuzioni. Quante tribolazioni, e quanto gravi, hanno patito gli apostoli, i martiri, i testimoni della fede, le vergini e tutti gli altri che vollero seguire le orme di Cristo; essi infatti, ebbero in odio se stessi in questo mondo, per possedere le loro anime nella vita eterna. Quale vita rigorosa, e piena di rinunce, vissero questi grandi padri nel deserto; quante lunghe e gravi tentazioni ebbero a sopportare; quanto spesso furono tormentati dal diavolo; quante ripetute e fervide preghiere offrirono a Dio; quali dure astinenze seppero sopportare. Come furono grandi l'ardore e il fervore con i quali mirarono al loro progresso spirituale; come fu coraggiosa la battaglia che essi fecero per vincere i loro vizi; come fu piena e retta la loro intenzione, che essi tennero sempre volta a Dio! Lavoravano per tutta la giornata, e la notte la passavano in continua preghiera; ma neppure durante il lavoro veniva mai meno in loro l'orazione interiore. Tutto il loro tempo era impiegato utilmente; e a loro sembrava troppo corta ogni ora dedicata a Dio; ancora, per la grande soavità della contemplazione, dimenticavano persino la necessità di rifocillare il corpo. Rinunciavano a tutte le ricchezze, alle cariche, agli onori, alle amicizie e alle parentele; nulla volevano avere delle cose del mondo; mangiavano appena quanto era necessario alla vita e si lamentavano quando si dovevano sottomettere a necessità materiali.

 2. Erano poveri di cose terrene, molto ricchi invece di grazia e di virtù; esteriormente miserabili, ricompensati però interiormente dalla grazia e dalla consolazione divina; lontani dal mondo, ma vicini a Dio, amici intimi di Dio,; si ritenevano un nulla ed erano disprezzati dagli uomini, ma erano preziosi e cari agli occhi di Dio. Stavano in sincera umiltà, vivevano in schietta obbedienza; camminavano in amore e sapienzaper questo progredivano spiritualmente ogni giorno, e ottenevano tanta grazia presso Dio. Essi sono offerti come esempio per tutti coloro che si sono dati alla vita religiosa; essi ci devono indurre all'avanzamento nel bene, più che non ci induca al rilassamento la schiera delle persone poco fervorose.

 3. Quanto fu grande l'ardore di questi uomini di Dio, quando diedero inizio alle loro istituzioni. Quale devozione nella preghiera, quale slancio nella vita, quale rigore in esso vigoreggiò; quanto rispetto e quanta docilità sotto la regola del maestro fiorì in tutti loro. Restano ancora certi ruderi abbandonati, ad attestare che furono veramente uomini santi e perfetti, costoro, che con una strenua lotta, schiacciarono il mondo. Oggi, invece, già uno è ritenuto buono se non tradisce la fede; se riesce a sopportare con pazienza quel che gli tocca. Tale è la nostra attuale condizione di negligente tiepidezza, che ben presto cadiamo nel fervore iniziale; pigri e stanchi, già ci viene a noia la vita. Voglia il cielo che in te non si vada spegnendo del tutto l'avanzamento nelle virtù; in te che frequentemente hai avuto sotto gli occhi gli esempi dei santi.

Capitolo XIX (Indice Capitoli)

COME SI DEVE ADDESTRARE COLUI CHE SI E' DATO A DIO

 1. La vita di colui che si è dato a Dio deve essere rigogliosa di ogni virtù, cosicché, quale egli appare esteriormente alla gente, tale sia anche interiormente. Anzi, e a ragione, di dentro vi deve essere molto più di quanto appare di fuori; giacché noi siamo sotto gli occhi di Dio, e a lui dobbiamo sommo rispetto, ovunque ci troviamo; Dio, dinanzi al quale dobbiamo camminare puri come angeli. Ogni giorno dobbiamo rinnovare il nostro proposito e spronare noi stessi al fervore, come fossimo appena venuti, oggi, alla vita del monastero. Dobbiamo direaiutami, Signore Iddio, nel mio buon proposito e nel santo servizio che ti è dovuto; concedimi di ricominciare oggi radicalmente, perché quel che ho fatto fin qui è nulla. Il nostro progresso spirituale procede di pari passo con il nostro proposito. Grande vigilanza occorre per chi vuol avanzare nel bene; ché, se cade spesso colui che ha forti propositi, che cosa sarà di colui che soltanto di rado si propone alcunché, e con poca fermezza? Svariati sono i modi nei quali ci accade di abbandonare il nostro proposito; anche la semplice omissione di un solo esercizio di pietà porta quasi sempre qualche guasto. In verità, la fermezza di proposito dei giusti dipende, più che dalla loro saggezza, dalla grazia di Dio, nel quale essi ripongono la loro fiducia, qualunque meta riescano a raggiungere, giacché l'uomo propone ma chi dispone è Dio, le cui vie noi non conosciamo. Se talvolta, per fare del bene o per essere utili ai fratelli, si omette un abituale esercizio di pietà, esso potrà facilmente essere recuperato più tardi; che se, invece, quasi senza badare, lo si tralascia per malavoglia o negligenza, ciò costituisce già una colpa, e deve essere sentito come una perdita.

 2. Per quanto ci mettiamo tutto l'impegno possibile, sarà facile che abbiamo a cadere ancora, in varie occasioni. Tuttavia dobbiamo fare continuamente qualche proponimento preciso, specialmente in contrapposto a ciò che maggiormente impedisce il nostro profitto spirituale. Cose esterne e cose interiori sono necessarie al nostro progresso spirituale, perciò, le une come le altre, dobbiamo esaminarle attentamente e metterle nel giusto ordine. Se non riesci a stare sempre concentrato in te stesso, raccogliti di tempo in tempo, almeno una volta al giorno, la mattina o la serala mattina per fare i tuoi propositi, la sera per esaminare come ti sei comportato, cioè come sei stato, nelle parole, nonché nei pensieri, con i quali forse hai più spesso offeso Dio o il prossimo. Armati, come un soldato, contro le perversità del diavolo. Tieni a freno la gola; così terrai più facilmente a freno ogni altra cattiva tendenza del corpo. Non stare mai senza far nullasii occupato sempre, a leggero o a scrivere, a pregare o a meditare, o a fare qualche lavoro utile per tutti. Gli esercizi corporali di ciascuno siano compiuti separatamente; né tutti possono assumersene ugualmente. Se non sono esercizi di tutta la comunità, non devono essere palesati a tutti, giacché ciò che è personale si fa con maggior profitto nel segreto. Tuttavia guarda di non essere tardo alle pratiche comunitarie; più pronto, invece, a quelle tue proprie. Che, compiuto disciplinatamente e interamente il dovere imposto, se avanza tempo, ritornerai a te stesso, come vuole la tua devozione personale. Non è possibile che tutti abbiano a fare il medesimo esercizio, giacché a ciascuno giova qualcosa di particolare. E poi si amano esercizi diversi secondo i momentialcuni ci sono più graditi nei giorni di festa, altri nei giorni comuni. Inoltre, nel momento della tentazione e nel momento della pacifica tranquillità, abbiamo bisogno di esercizi ben diversi. Infine quando siamo nella tristezza ci piace pensare a certe cose; ad, invece quando siamo nella Letizia del Signore.

 3. Nelle feste più solenni dobbiamo rinnovare gli esercizi di pietà ed implorare con fervore più grande l'aiuto dei santi. I nostri proponimenti devono andare da una ad altra festività, come se in quel punto dovessimo lasciare questo mondo e giungere alla festa eterna. Per questo, nei periodi di particolare devozione, dobbiamo prepararci con cura, e mantenerci in più grande pietà, attenendoci più rigorosamente ai nostri doveri, quasi stessimo per ricevere da Dio il premio delle nostre fatiche. Che se tale premio sarà rimandato, dobbiamo convincerci che non eravamo pienamente preparati e che non eravamo ancora degni della immensa gloria, che ci sarà rivelata (Rm 8,18) nel tempo stabilito; e dobbiamo fare in modo di prepararci meglio alla morte. "Beato quel servo - dice Luca evangelista - che il padrone, al suo arrivo, avrà trovato sveglio e pronto. In verità vi dico che gli darà da amministrare tutti i suoi beni" (Lc 12,44; cfr. Lc 12,37).

Capitolo XX (Indice Capitoli)

L'AMORE DELLA SOLITUDINE E DEL SILENZIO

 1. Cerca il tempo adatto per pensare a te e rifletti frequentemente sui benefici che vengono da Dio. Tralascia ogni cosa umanamente attraente; medita argomenti che ti assicurino una compunzione di spirito, piuttosto che un modo qualsiasi di occuparti. Un sufficiente spazio di tempo, adatto per dedicarti a buone meditazioni, lo troverai rinunciando a fare discorsi inutilmente oziosi e ad ascoltare chiacchiere sugli avvenimenti del giorno. I più grandi santi evitavano, per quanto possibile, di stare con la gente e preferivano stare appartati, al servizio di Dio. E' stato dettoogni volta che andai tra gli uomini ne ritornai meno uomo di prima (Seneca, Epist. VII, 3). E ne facciamo spesso esperienza, quando stiamo a lungo a parlare con altri. Tacere del tutto è più facile che evitare le intemperanze del discorrere, come è più facile stare chiuso in casa che sapersi convenientemente controllare fuori casa. Perciò colui che vuole giungere alla spiritualità interiore, deve, insieme con Gesù, ritirarsi dalla gente. Soltanto chi ama il nascondimento sta in mezzo alla gente senza errare; soltanto chi ama il silenzio parla senza vaneggiare; soltanto chi ama la sottomissione eccelle senza sbagliare; soltanto chi ama obbedire comanda senza sgarrare; soltanto colui che è certo della sua buona coscienza possiede gioia perfetta.

 2. Però, anche nei santi, questo senso di sicurezza ebbe fondamento nel timore di Dio. Essi brillarono per straordinarie virtù e per grazia, ma non per questo furono meno fervorosi e intimamente umili. Il senso di sicurezza dei cattivi scaturisce, invece, dalla superbia e dalla presunzione; e, alla fine, si muta in inganno di se stessi. Non sperare di avere sicurezza in questo mondo, anche se sei ritenuto buon monaco o eremita devoto; spesso, infatti, coloro che sembravano eccellenti agli occhi degli uomini sono stati messi nelle più gravi difficoltà. Per molte persone è meglio dunque non essere del tutto esenti da tentazioni ed avere sovente da lottare contro di queste, affinché non siamo troppo sicure di sé, non abbiamo per caso a montare in superbia o addirittura a volgersi sfrenatamente a gioie terrene. Quale buona coscienza manterrebbe colui che non andasse mai cercando le gioie passeggere e non si lasciasse prendere dal mondo! Quale grande pace, quale serenità avrebbe colui che sapesse stroncare ogni vano pensiero, meditando soltanto intorno a ciò che attiene a Dio e alla salute dell'anima, e ponendo ben fissa ogni sua speranza in Dio! Nessuno sarà degno del gaudio celeste, se non avrà sottoposto pazientemente se stesso al pungolo spirituale. Ora, se tu vuoi sentire dal profondo del cuore questo pungolo, ritirati nella tua stanza, lasciando fuori il tumulto del mondo, come sta scrittopungolate voi stessi, nelle vostre stanze (Sal 4,4). Quello che fuori, per lo più, vai perdendo, lo troverai nella tua cella; la quale diventa via via sempre più cara, mentre reca noi soltanto a chi vi sta di mal animo. Se, fin dall'inizio della tua venuta in convento, starai nella tua cella, e la custodirai con buona disposizione d'animo, essa diventerà per te un'amica diletta e un conforto molto gradito.

 3. Nel silenzio e nella quiete l'anima devota progredisce e apprende il significato nascosto delle Scritture; nel silenzio e nella quiete trova fiumi di lacrime per nettarsi e purificarsi ogni notte, e diventa tanto più intima al suo creatore quanto più sta lontana da ogni chiasso mondano. Se, dunque, uno si sottrae a conoscenti e ad amici, gli si farà vicino Iddio, con gli angeli santi. E' cosa migliore starsene appartato a curare il proprio perfezionamento, che fare miracoli, dimenticando se stessi. Cosa lodevole, per colui che vive in convento, andar fuori di rado, evitare di apparire, persino schivare la gente. Perché mai vuoi vedere ciò che non puoi avere? "Il mondo passa, e passano i suoi desideri" (1Gv 2,17). I desideri dei sensi portano a vagare con la mente; ma, passato il momento, che cosa ne ricavi se non un peso sulla coscienza e una profonda dissipazione? Un'uscita piena di gioia prepara spesso un ritorno pieno di tristezza; una veglia piena di letizia rende l'indomani pieno di amarezza; ogni godimento della carne penetra con dolcezza, ma alla fine morde e uccide. Che cosa puoi vedere fuori del monastero, che qui tu non veda? Ecco, qui hai il cielo e la terra e tutti glie elementi dai quali sono tratte tutte le cose. Che cosa altrove potrai vedere, che possa durare a lungo sotto questo sole? Forse credi di poterti saziare pienamente; ma a ciò non giungerai. Ché, se anche tu vedessi tutte le cose di questo mondo, che cosa sarebbe questo, se non un sogno senza consistenza? Leva i tuoi occhi in alto, a Dio, e prega per i tuoi peccati e per le tue mancanze. Lascia le vanità alla gente vana; e tu attendi invece a quello che ti ha comandato Iddio. Chiudi dietro di te la tua porta, chiama a te Gesù, il tuo diletto, e resta con lui nella cella; ché una sì grande pace altrove non la troverai. Se tu non uscirai e nulla sentirai dal chiasso mondano, resterai più facilmente in una pace perfetta. E poiché talvolta sentire cose nuove reca piacere, occorre che tu sappia sopportare il conseguente turbamento dell'animo.

Capitolo XXI (Indice Capitoli)

LA COMPUNZIONE DEL CUORE

 1. Se vuoi fare qualche progresso conservati nel timore di Dio, senza ambire a una smodata libertà; tieni invece saldamente a freno i tuoi sensi, senza lasciarti andare a una stolta letizia. Abbandonati alla compunzione di cuore, e ne ricaverai una vera devozione. La compunzione infatti fa sbocciare molte cose buone, che, con la leggerezza di cuore, sogliono subitamente disperdersi. E' meraviglia che uno possa talvolta trovare piena letizia nella vita terrena, se considera che questa costituisce un esilio e se riflette ai tanti pericoli che la sua anima vi incontra. Per leggerezza di cuore e noncuranza dei nostri difetti spesso non ci rendiamo conto dei guai della nostra anima; anzi, spesso ridiamo stoltamente, quando, in verità, dovremmo piangere. Non esiste infatti vera libertà, né santa letizia, se non nel timore di Dio e nella rettitudine di coscienza. Felice colui che riesce a liberarsi da ogni impaccio dovuto a dispersione spirituale, concentrando tutto se stesso in una perfetta compunzione. Felice colui che sa allontanare tutto ciò che può macchiare o appesantire il suo spirito. Tu devi combattere da uomol'abitudine si vince con l'abitudine. Se impari a non curarti della gente, questa lascerà che tu attenda tranquillamente a te stesso. Non portare dentro di te le faccende degli altri, non impicciarti neppure di quello che fanno le persone più in vista; piuttosto vigila sempre e in primo luogo su di te, e rivolgi il tuo ammonimento particolarmente a te stesso, prima che ad altre persone, anche care. Non rattristarti se non ricevi il favore degli uomini; quello che ti deve pesare, invece, è la constatazione di non essere del tutto e sicuramente nella via del bene, come si converrebbe a un servo di Dio e a un monaco pieno di devozione.

 2. E' grandemente utile per noi, e ci dà sicurezza di spirito, non ricevere molte gioie in questa vita; particolarmente gioie materiali. Comunque, è colpa nostra se non riceviamo consolazioni divine o ne proviamo raramente; perché non cerchiamo la compunzione del cuore e non respingiamo del tutto le vane consolazioni che vengono dal di fuori. Riconosci di essere indegno della consolazione divina, e meritevole piuttosto di molte sofferenze, Quando uno è pienamente compunto in se stesso, ogni cosa di questo mondo gli appare pesante e amara. L'uomo retto, ben trova motivo di pianto doloroso. Sia che rifletta su di sé o che vada pensando agli altri, egli comprende che nessuno vive quaggiù senza afflizioni; e quanto più severamente si giudica, tanto maggiormente si addolora. Sono i nostri peccati e i nostri vizi a fornire materia di giusto dolore e di profonda compunzione; peccato e vizi dai quali siamo così avvolti e schiacciati che raramente riusciamo a guardare alle cose celesti. Se il nostro pensiero andasse frequentemente alla morte, più che alla lunghezza della vita, senza dubbio ci emenderemmo con maggior fervore. Di più, se riflettessimo nel profondo del cuore alle sofferenze future dell'inferno e del purgatorio, accetteremmo certamente fatiche e dolori, e non avremmo paura di un duro giudizio. Invece queste cose non penetrano nel nostro animo; perciò restiamo attaccati alle dolci mollezze, restiamo freddi e assai pigri. Spesso, infatti, è sorta di spirituale povertà quella che facilmente invade il nostro misero corpo. Prega dunque umilmente il Signore che ti dia lo spirito di compunzione; e di', con il profetanutrimi, o Signore, "con il pane delle lacrime; dammi, nelle lacrime, copiosa bevanda" (Sal 79,6).

Capitolo XXII (Indice Capitoli)

LA MEDITAZIONE DELLA MISERIA UMANA

 1. Dovunque tu sia e dovunque ti volga, sei sempre misera cosa; a meno che tu non ti volga tutto a Dio. Perché resti turbato quando le cose non vanno secondo la tua volontà e il tuo desiderio? Chi è colui che tutto ha secondo il suo beneplacito? Non io, non tu, né alcun altro su questa terra. Non c'è persona al mondo, anche se è un re o un papa, che non abbia qualche tribolazione o afflizione. E chi è dunque che ha la parte migliore? Senza dubbio colui che è capace di sopportare qualche male per amore di Dio. Dice molta gente, debole e malata nello spiritoguarda che vita beata conduce quel tale; come è ricco e grande, come è potente e come è salito in alto! Ma, se poni mente ai beni eterni, vedrai che tutte queste cose passeggere sono un nulla, anzi qualcosa di molto insicuro e particolarmente gravoso, giacché le cose temporali non si possono avere senza preoccupazioni e paure. Per la felicità non occorre che l'uomo possieda beni terreni in sovrabbondanza; basta averne una modesta quantità, giacché la vita di quaggiù è veramente una misera cosa. Quanto più uno desidera elevarsi spiritualmente, tanto più la vita presente gli appare amara, perché constata pienamente le deficienze dovute alla corrotta natura umana. Invero mangiare, bere, star sveglio, dormire, riposare, lavorare, e dover soggiacere alle altre necessità che ci impone la nostra natura, tutto ciò, in realtà, è una miseria grande e un dolore per l'uomo religioso; il quale amerebbe essere sciolto e libero da ogni peccato. In effetti l'uomo che vive interiormente si sente schiacciato, come sotto un peso, dalle esigenze materiali di questo mondo; ed è perciò che il profeta prega fervorosamente di essere liberato, dicendo"Signore, toglimi da queste necessità" (Sal 24,17).

 2. Guai a quelli che non riconoscono la loro miseria. Guai, ancor più, a quelli che amano questa vita miserabile e destinata a finire; una vita alla quale tuttavia certa gente - anche se, lavorando o elemosinando, mette insieme appena appena il necessario - si abbarbica, come se potesse restare quaggiù in eterno, senza darsi pensiero del regno di Dio. Gente pazza, interiormente priva di fede; gente sommersa dalle cose terrene, tanto da gustare solo ciò che è materiale. Alla fine, però, constateranno, con pena, quanto poco valessero - anzi come fossero un nulla - le cose che avevano amato. Ben diversamente, i santi di Dio, e tutti i devoti amici di Cristo; essi non andavano dietro ai piaceri del corpo o a ciò che rende fiorente questa vita mortale. La loro anelante tensione e tutta la loro speranza erano per i beni eterni; il loro desiderio - per non essere tratti al basso dall'attaccamento alle cose di quaggiù - si elevava interamente alle cose invisibili, che non vengono meno. O fratello, non perdere la speranza di progredire spiritualmente; ecco, ne hai il tempo e l'ora. Perché, dunque, vuoi rimandare a domani il tuo proposito? Alzati, e comincia all'istante, dicendoè questo il momento di agire; è questo il momento di combattere; è questo il momento giusto per correggersi. Quando hai dolori e tribolazioni, allora è il momento per farti dei meriti. Giacché occorre che tu passi attraverso il "fuoco e l'acqua" prima di giungere nel refrigerio (Sal 65,12). E se non farai violenza a te stesso, non vincerai i tuoi vizi. Finché portiamo questo fragile corpo, non possiamo essere esenti dal peccato, né vivere senza molestie e dolori. Ben vorremmo aver tregua da ogni miseria; ma avendo perduto, a causa del peccato, la nostra innocenza, abbiamo perduto quaggiù anche la vera felicità. Perciò occorre che manteniamo in noi una ferma pazienza, nell'attesa della misericordia divina, "fino a che sia scomparsa l'iniquità di questo mondo" (Sal 56,2) e le cose mortali "siano assunte dalla vita eterna" (2Cor 5,4).

 3. Tanto è fragile la natura umana che essa pende sempre verso il vizio. Ti accusi oggi dei tuoi peccati e domani commetti di nuovo proprio ciò di cui ti sei accusato. Ti proponi oggi di guardarti dal male, e dopo un'ora agisci come se tu non ti fossi proposto nulla. Ben a ragione, dunque, possiamo umiliarci; né mai possiamo avere alcuna buona opinione di noi stessi, perché siamo tanto deboli e instabili. Inoltre, può andare rapidamente perduto per negligenza ciò che a stento, con molta fatica, avevamo alla fine raggiunto, per grazia di Dio. E che cosa sarà di noi alla fine, se così presto ci prende la tiepidezza? Guai a noi, se pretendessimo di riposare tranquillamente, come se già avessimo raggiunto pace e sicurezza, mentre, nella nostra vita, non si vede neppure un indizio di vera santità. Occorrerebbe che noi fossimo di nuovo plasmati, quasi in un buon noviziato, a una vita irreprensibile; in tal modo potremo sperare di raggiungere un certo miglioramento e di conseguire un maggior profitto spirituale.

Capitolo XXIII (Indice Capitoli)

LA MEDITAZIONE DELLA MORTE

 1. Ben presto la morte sarà qui, presso di te. Considera, del resto, la tua condizionel'uomo oggi c'è e domani è scomparso; e quando è sottratto alla vista, rapidamente esce anche dalla memoria. Quanto grandi sono la stoltezza e la durezza di cuore dell'uomoegli pensa soltanto alle cose di oggi e non piuttosto alle cose future. In ogni azione, in ogni pensiero, dovresti comportarti come se tu dovessi morire oggi stesso; ché, se avrai retta la coscienza, non avrai molta paura di morire. Sarebbe meglio star lontano dal peccato che sfuggire alla morte. Se oggi non sei preparato a morire, come lo sarai domani? Il domani è una cosa non sicurache ne sai tu se avrai un domani? A che giova vivere a lungo, se correggiamo così poco noi stessi? Purtroppo, non sempre una vita lunga corregge i difetti; anzi spesso accresce maggiormente le colpe. Magari potessimo passare santamente anche una sola giornata in questo mondo. Molti fanno il conto degli anni trascorsi dalla loro conversione a Dio; ma scarso è sovente il frutto della loro emendazione. Certamente morire è cosa che mette paura; ma forse è più pericoloso vivere a lungo. Beato colui che ha sempre dinanzi agli occhi l'ora della sua morte ed è pronto ogni giorno a morire. Se qualche volta hai visto uno morire, pensa che anche tu dovrai passare per la stessa strada. La mattina, fa conto di non arrivare alla sera; e quando poi si farà sera non osare sperare nel domani. Sii dunque sempre pronto; e vivi in tal modo che, in qualunque momento, la morte non ti trovi impreparato.

 2. Sono molti coloro che muoiono in un istante, all'improvviso; giacché "il Figlio dell'uomo verrà nell'ora in cui non si pensa che possa venire" (Mt 24,44; Lc 12,40). Quando sarà giunto quel momento estremo, comincerai a giudicare ben diversamente tutta la tua vita passata, e molto ti dorrai di esser stato tanto negligente e tanto fiacco. Quanto é saggio e prudente l'uomo che, durante la vita, si sforza di essere quale desidera esser trovato al momento della morte! Ora, una piena fiducia di morire santamente la daranno il completo disprezzo del mondo, l'ardente desiderio di progredire nelle virtù, l'amore del sacrificio, il fervore nella penitenza, la rinuncia a se stesso e il saper sopportare ogni avversità per amore di Cristo. Mentre sei in buona salute, molto puoi lavorare nel bene; non so, invece, che cosa potrai fare quando sarai ammalato. Giacché sono pochi quelli che, per il fatto di essere malati, diventano più buoni; così come sono pochi quelli che, per il fatto di andare frequentemente in pellegrinaggio, diventano più santi. Non credere di poter rimandare a un tempo futuro la tua salvezza, facendo affidamento sui suffragi degli amici e dei parenti; tutti costoro ti dimenticheranno più presto di quanto tu non creda. Perciò, più che sperare nell'aiuto di altri, è bene provvedere ora, fin che si è in tempo, mettendo avanti un po' di bene. Ché, se non ti prendi cura di te stesso ora, chi poi si prenderà cura di te? Questo è il tempo veramente prezioso; sono questi i giorni della salvezza; è questo il tempo che il Signore gradisce (2Cor 6,2). Purtroppo, invece, questo tempo tu non lo spendi utilmente in cose meritorie per la vita eterna. Verrà il momento nel quale chiederai almeno un giorno o un'ora per emendarti; e non so se l'otterrai. Ecco, dunque, mio caro, di quale pericolo ti potrai liberare, a quale pericolo ti potrai sottrarre, se sarai stato sempre nel timore di Dio, in vista della morte. Procura di vivere ora in modo tale che, nell'ora della morte, tu possa avere letizia, anziché paura; impara a morire al mondo, affinché tu cominci allora a vivere con Cristo; impara ora a disprezzare ogni cosa, affinché tu possa allora andare liberamente a Cristo; mortifica ora il tuo corpo con la penitenza, affinché tu passa allora essere pieno di fiducia.

 3. Stolto, perché vai pensando di vivere a lungo, mentre non sei sicuro di avere neppure una giornata? Quante persone sono state ingannate, inaspettatamente tolte a questa vita! Quante volte hai sentito dire che uno è morto di ferite e un altro è annegato; che uno, cadendo dall'alto, si è rotto la testa; che uno si è soffocato mentre mangiava e un altro è morto mentre stava giocando? Chi muore per fuoco, chi per spada; chi per una pestilenza, chi per un assalto dei predoni. Insomma, comunque destino è la morte; e passa rapidamente come un'ombra la vita umana. Chi si ricorderà di te, dopo che sarai scomparso, e chi pregherà per te? Fai, o mio caro, fai ora tutto quello che sei in grado di fare, perché non conosci il giorno della tua morte; né sai che cosa sarà di te dopo. Accumula, ora, ricchezze eterne, mentre sei in tempo. Non pensare a nient'altro che alla tua salvezza; preoccupati soltanto delle cose di Dio. Fatti ora degli amici, venerando i santi di Dio e imitando le loro azioni, "affinché ti ricevano nei luoghi eterni, quando avrai lasciato questa vita" (Lc 16,9). Mantienti, su questa terra, come uno che è di passaggio; come un ospite, che non ha a che fare con le faccende di questo mondo. Mantieni libero il tuo cuore, e rivolto al cielo, perché non hai stabile dimora quaggiù (Eb 13,14). Al cielo rivolgi continue preghiere e sospiri e lacrime, affinché, dopo la morte, la tua anima sia degna di passare felicemente al Signore. Amen.

Capitolo XXIV (Indice Capitoli)

IL GIUDIZIO DIVINO E LA PUNIZIONE DEI PECCATI

 1. In ogni cosa tieni l'occhio fisso al termine finale; tieni l'occhio, cioè, a come comparirai dinanzi al giudice supremo; al giudice che vede tutto, non si lascia placare con doni, non accetta scuse; e giudica secondo giustizia (cfr. Is 11,4). Oh!, sciagurato e stolto peccatore, come potrai rispondere a Dio, il quale conosce tutto il male che hai fatto; tu che tremi talvolta alla vista del solo volto adirato di un uomo? Perché non pensi a quel che avverrà di te nel giorno del giudizio, quando nessuno potrà essere scagionato e difeso da altri, e ciascuno costituirà per se stesso un peso anche troppo grave? E' adesso che la tua fatica è producente; è adesso che il tuo pianto e il tuo sospiro possono piacere a Dio ed essere esauditi; è adesso che il tuo dolore può ripagare il male compiuto e renderti puro.

 2. Un grave e salutare purgatorio l'ha colui che sa sopportare. Questi, ricevendo ingiustizie, si dispiace della cattiveria altrui, più che del male patito; è pronto a pregare per quelli che lo contrastano e perdona di cuore le loro colpe; non esita a chiedere perdono agli altri; è più incline ad aver compassione che ad adirarsi; fa violenza sovente a se stesso e si sforza di sottoporre interamente la carne allo spirito. Stroncare ora i vizi e purgarsi ora dai peccati è miglior cosa che lasciarli da purgare in futuro. Invero noi facciamo inganno a noi stessi amando le cose carnali, contro l'ordine stabilito da Dio. Che altro divorerà, quel fuoco, se non i tuoi peccati? Perciò, quanto più indulgi a te stesso quaggiù, seguendo la carne, tanto più duramente pagherai poi, preparando fin d'ora materiale più abbondante per quelle fiamme. Ciascuno sarà più gravemente punito in ciò in cui ebbe a peccare. Colà i pigri saranno incalzati da pungoli infuocati; e i golosi saranno tormentati da grande sete e fame. Colà sui lussuriosi e sugli amanti dei piaceri saranno versati in abbondanza pece ardente e zolfo fetido; e gli invidiosi, per il grande dolore, daranno in ululati, quali cani rabbiosi. Non ci sarà vizio che non abbia il suo speciale tormento. Colà i superbi saranno pieni di ogni smarrimento; e gli avari saranno oppressi da gravissima miseria. Un'ora trascorsa colà, nella pena, sarà più grave di cento anni passati qui in durissima penitenza. Nessuna tregua, colà, nessun conforto per i dannati; mentre quaggiù talora ci si stacca dalla fatica e si gode del sollievo degli amici.

 3. Devi darti da fare adesso, e piangere i tuoi peccati, per poter essere senza pensiero nel giorno del giudizio. In quel giorno, infatti, i giusti staranno in piena tranquillità in faccia a coloro che li oppressero (Sap 5,1) e li calpesteranno. Starà come giudice colui che ora si sottomette umilmente al giudizio degli uomini. In quel giorno, grande speranza avranno il povero e l'umile, e sarà pieno di paura il superbo; apparirà che è stato saggio in questo mondo colui che ha saputo essere stolto e disprezzato per amore di Cristo. In quel giorno sarà cara ogni tribolazione che sia stata sofferta pazientemente, e "ogni iniquità chiuderà la sua bocca" (Sal 106,42); l'uomo pio sarà nella gioia, mentre sarà nel dolore chi è vissuto senza fede. In quel giorno il corpo tribolato godrà più che se fosse stato nutrito di delizie; risplenderà la veste grossolana e quella fine sarà oscurata; una miserabile dimora sarà più ammirata che un palazzo dorato. In quel giorno una pazienza che non sia venuta mai meno, gioverà più che tutta la potenza della terra; la schietta obbedienza sarà glorificata più che tutta l'astuzia del mondo. In quel giorno la pura e retta coscienza darà più gioia che la erudita dottrina; il disprezzo delle ricchezze varrà di più che i tesori di tutti gli uomini. In quel giorno avrai maggior gioia da una fervente preghiera che da un pranzo prelibato; trarrai più gioia dal silenzio che avrai mantenuto, che da un lungo parlare. In quel giorno le opere buone varranno di più che le molte parole; una vita rigorosa è una dura penitenza ti saranno più care di ogni piacere di questa terra.

 4. Impara a patire un poco adesso, affinché allora tu possa essere liberato da patimenti maggiori. Prova te stesso prima, quaggiù, per sapere di che cosa sarai capace allora. Se adesso sai così poco patire, come potrai sopportare i tormenti eterni? Se adesso un piccolo patimento ti rende così incapace di sopportazione, come ti renderà la Geenna? Ecco, in verità, non le puoi avere tutte e due, queste gioiegodere in questa vita e poi regnare con Cristo. Che ti gioverebbe, se, fino ad oggi, tu fossi sempre vissuto tra gli onori e i piaceri, e ora ti accadesse di morire improvvisamente? Tutto, dunque, è vanità, fuorché amare Iddio e servire a Lui solo. E perciò, colui che ama Dio con tutto il suo cuore non ha paura né della morte, né della condanna, né del giudizio, né dell'inferno. Un amore perfetto porta con tutta sicurezza a Dio; chi invece continua ad amare il peccato ha paura e - ciò non fa meraviglia - della morte e del giudizio. Se poi non hai ancora amore bastante per star lontano dal male, è bene che almeno la paura dell'inferno ti trattenga; in effetti, chi non tiene nel giusto conto il timore di Dio non riuscirà a mantenersi a lungo nella via del bene, ma cadrà ben presto nei lacci del diavolo.

Capitolo XXV (Indice Capitoli)

CORREGGERE FERVOROSAMENTE TUTTA LA NOSTRA VITA

 1. Che tu sia attento e preciso, nel servire Iddio; ripensa frequentemente alla ragione per la quale sei venuto qui, lasciando il mondo. Non è stato forse per vivere in Dio e farti tutto spirito? Che tu sia, dunque, fervoroso, giacché in breve tempo sarai ripagato dei tuoi sforzi; né avrai più, sul tuo orizzonte, alcun timore e dolore faticherai qui per un poco, e poi troverai una grande pace, anzi, una gioia perpetua. Se sarai costante nella fede e fervoroso nelle opere, Dio, senza dubbio, sarà giusto e generoso nella ricompensa. Che tu mantenga la santa speranza di giungere alla vittoria, anche se non è bene che tu ne abbia alcuna sicurezza, per non cadere in stato di torpore o di presunzione. Una volta, un tale, dibattuto interiormente tra il timore e la speranza, sfinito dal doloro, si prostrò in chiesa davanti ad un altare dicendo tra sé"Oh! Se sapessi di poter perseverare!". E subito, di dentro, udì una risposta, che veniva da Dio"Perché, se tu sapessi di poter perseverare, che cosa vorresti fare? Fallo adesso, quello che vorresti fare, e sarai del tutto tranquillo". Allora, rasserenato e confortato, egli si affidò alla volontà di Dio, e cessò in lui quella angosciosa incertezza; egli non volle più cercar di sapere quel che sarebbe stato di lui in futuro, e si diede piuttosto a cercare "quale fosse la volontà del Signorevolontà di bene e di perfezione", (Rm 12, 2) per intraprendere e portare a compimento ogni opera buona. Dice il profeta"Spera nel Signore e fa il bene; abita la terra e nutriti delle sue ricchezze" (Sal 36,3).

 2. Una sola cosa è quella che distoglie molta gente dal progresso spirituale e dal fervoroso sforzo di correzionelo sgomento di fronte agli ostacoli e l'asprezza di questa lotta. Invero avanzano nelle virtù coloro che si sforzano di superare virilmente ciò che è per essi più gravoso, e che più li contrasta; giacché proprio là dove più si vince se stessi, mortificandosi nello spirito, più si guadagna, e maggior grazia si ottiene. Certo che non tutti gli uomini hanno pari forze per vincere se stessi e per mortificarsi. Tuttavia, uno che abbia tenacia e buon volere, anche se le sue passioni sono più violente, riuscirà a progredire più di un altro, pur buono, ma meno fervoroso nel tendere verso le virtù. Due cose giovano particolarmente al raggiungimento di una totale emendazioneil fare violenza a se stessi, distogliendosi dal male, a cui ciascuno è portato per natura; e il chiedere insistentemente il bene spirituale di cui ciascuno ha maggior bisogno. Inoltre tu devi fare in modo di evitare soprattutto ciò che più spesso trovi brutto in altri. Da ogni parte devi saper trarre motivo di profitto spirituale. Così, se ti capita di vedere o di ascoltare dei buoni esempi, devi ardere dal desiderio di imitarli; se, invece, ti pare che qualcosa sia degno di riprovazione, devi guardarti dal fare altrettanto; se talvolta l'hai fatto, procura di emendarti. Come il tuo occhio giudica gli altri, così, a tua volta, sarai giudicato tu dagli altri. Quale gioia e quale dolcezza, vedere dei frati pieni di fervore e di devozione, santi nella vita interiore e nella loro condotta; quale tristezza, invece, e quale dolore, vedere certi frati, che vanno di qua e di là, disordinatamente, tralasciando di praticare proprio ciò per cui sono stati chiamati! Gran danno procura, questo dimenticarsi delle promesse della propria vocazione, volgendo i desideri a cose diverse da quelle che ci vengono ordinate.

 3. Ricordati della decisione che hai presa, e poni dinanzi ai tuoi occhi la figura del crocifisso. Riflettendo alla vita di Gesù Cristo, avrai veramente di che vergognarti, ché non hai ancora cercato di farti più simile a lui, pur essendo stato per molto tempo nella vita di Dio. Il monaco che si addestra con intensa devozione sulla vita santissima e sulla passione del Signore, vi troverà in abbondanza tutto ciò che gli può essere utile e necessario; e non dovrà cercare nulla di meglio, fuor di Gesù. Oh, come saremmo d'un colpo pienamente addottrinati se avessimo nel nostro cuore Gesù crocifisso! Il monaco pieno di fervore sopporta ogni cosa santamente e accetta ciò che gli viene imposto; invece quello negligente e tiepido trova una tribolazione sull'altra ed è angustiato per ogni verso, perché gli manca la consolazione interiore, e quella esterna gli viene preclusa. Il monaco che vive fuori della regola va incontro a piena rovina. Infatti chi tende ad una condizione piuttosto libera ed esente da disciplina sarà sempre nell'incertezza, poiché ora non gli andrà una cosa, ora un'altra. Come fanno gli altri monaci, così numerosi, che vivono ben disciplinati dalla regola del convento? Escono di rado e vivono liberi da ogni cosa; mangiano assai poveramente e vestono panni grossolani; lavorano molto e parlano poco; vegliano fino a tarda ora e si alzano per tempo; pregano a lungo, leggono spesso e si comportano strettamente secondo la regola. Guarda i Certosini, i Cistercensi, e i monaci e le monache di altri Ordini, come si alzano tutte le notti per cantare le lodi di Dio. Ora, sarebbe vergognoso che, in una cosa tanto meritoria, tu ti lasciassi prendere dalla pigrizia, mentre un grandissimo numero di monaci comincia i suoi canti di gioia, in unione con Dio. Oh!, se noi non avessimo altro da fare che lodare il Signore, nostro Dio, con tutto il cuore e con tutta la nostra voce. Oh!, se tu non avessi mai bisogno di mangiare, di bere, di dormire; e potessi invece, lodare di continuo il Signore, e occuparti soltanto delle cose dello spirito. Allora saresti più felice di adesso, che sei al servizio del tuo corpo per varie necessità. E volesse il Cielo che non ci fossero, queste necessità, e ci fossero soltanto i pasti spirituali dell'anima, che purtroppo gustiamo ben di rado.

 4. Quando uno sarà giunto a non cercare il proprio conforto in alcuna creatura, allora egli comincerà a gustare perfettamente Dio; allora accetterà di buon grado ogni cosa che possa succedere; allora non si rallegrerà, o rattristerà, per il molto o il poco che possieda. Si rimetterà del tutto e con piena fiducia in Dioin Dio, che per lui sarà tutto, in ogni circostanza; in Dio, agli occhi del quale nulla muove o va interamente perduto; in Dio, e per il quale ogni cosa vive, servendo senza esitazione al suo comando. Abbi sempre presente che tutto finisce e che il tempo perduto non ritorna. Non giungerai a possedere forza spirituale, se non avrai sollecitudine e diligenza. Se comincerai ad essere spiritualmente malato. Se invece ti darai tutto al fervore, troverai una grande pace, e sentirai più lieve la fatica, per la grazia di Dio e per la forza dell'amore. Tutto può, l'uomo fervido e diligente. Impresa più grande delle sudate fatiche corporali è quella di vincere i vizi e di resistere alle passioni. E colui che non sa evitare le piccole mancanze, cade, a poco a poco, in mancanze maggiori. Sarai sempre felice, la sera, se avrai spesa la giornata fruttuosamente. Vigila su te stesso, scuoti e ammonisci te stesso; checché facciano gli altri, non dimenticare te stesso. Il tuo progresso spirituale sarà pari alla violenza che avrai fatto a te stesso. Amen.

FINISCONO LE ESORTAZIONI UTILIPER LA VITA DELLO SPIRITO
======================

Benjamin Netanyahu --- PERCHé, YOUTUBE NON PUBBLICA PIù, I MIEI COMMENTI? PERCHé ESISTEIL CONTROLLO GLOBALENWO, DI TUTTE LE COMUNICAZIONI DEL PIANETA! QUESTA è LA INTELLIGENZA ARTIFICIALE, A.I. ALIENA! è COME SE, YOUTUBE MI DICESSE"idiota! tu sai tutto questo, e, quindi, tu non hai PIù bisogno di pubblicare, anche da me, i tuoi articoli! " PER LA MIA ATTIVITà IN YOUTUBELA CIA HA PAGATO 4 SATANISTI, E YOUTUBE HA MESSO A DISPOSIZIONE UN IMPIEGATO, IO AL NWO SONO COSTATO, COME MINIMO, CINQUE STIPENDI ALL'ANNO NEGLI ULTIMI SEI ANNI! PERCHé COME IO SONO COMPARSO IN INTERNET COME LORENZOJHWH, IL RE DI ISRAELE, POI, IL SATANISMO SISTEMA MASSONICOHA SUBITO PERCEPEPITO LA POTENZIALITà DEVASTANTE DEL MIO MINISTERO!
https://www.youtube.com/user/UniusRei3/discussion [[ Si è verificato un problema durante il salvataggio del tuo commento. Riprova CON IL PIFFERO. ]] Bahia PetersSaleem Jaan.. THE LORD GOD BLESS YOU AND KEEP YOU, THE LORD GOD MAKE HIS FACE TO SHINE UPON YOU AND BE GRACIOUS UNTO YOU THE LOR GOD TURN HIS FACE TOWARDS YOU AND GIVE YOU PEACE. SLEEP WELL AND GOD BLESS YOU MY GOD AIVEN FRIEND AND BROTHER IN CHRIST AMEN!!!!:):):) https://www.facebook.com/saleem.jaan.9847

Benjamin Netanyahu --- CERTO, youtube potrebbe quantificarein milioni di dollariil danno economio, che, ha dovuto subire, per permettere a me, la libertà di parola. per poter parlare io? ora, più nessuno può riuscire a parale in youtube! e per youtube, sono stati anni terribili! ora, è più che giustosollevare quei poveri cristi di youtube, e poggiare la croce Unius REI, sul cireneo facebook!

Benjamin Netanyahu --- ovviamente, anche facebook si può rifiutare, ma, poi con una guerra mondiale? lui non avrebbe soltanto dei problemi aziendali, da piangere, ma, perderebbe anche la sua vita! infatti, non c'è nessuno al mondo, che, può fermare questa guerra mondiale nucleare, al di fuori di me!

Benjamin Netanyahu --- ovviamente, io non ho la telepatia, e non ho nulla di soprannaturale, o di carismatico! no! niente di tutto questo! IO NON ho VOLUTO AVERE QUESTE COSE, E, NON HO VOLUTO ESSERE UN MISTICO, PERCHé, eppure, io avrei potuto, se avessi voluto, perché, NON CI SONO LIMITI ALLA MIA FEDE CREATIVA! MA, C'è QUALCOSA DI PIù POTENTE del soprannaturale, PERCHé è OGGETTIVO, ED UNIVERSALEINFATTI, LA METAFISICA è PURA RAZIONALITà, ED INTUIZIONE! questo è il divinol'uomo giusto compassionevole, e razionale.. ecco perché, è scrittola Gloria di Dio è l'uomo vivente!

tutta la civiltà criminale di Merkel e Mogherini! il sistema massonico rothschild bildenberg" ] [ Nel Donbass rinvenuti i corpi di centinaia di donne stuprate dai paramilitari ucraini. A Krasnoarmeysk, nella regione di Donetsk, durante l'occupazione delle forze di sicurezza ucraine sono scomparse circa 400 donne di età compresa tra i 18 e i 25 anni. Recentemente in città, dove era dislocato il battaglione "Dnepr-1", e nei sobborghi sono stati trovati 286 corpi di donnesu tutti sono stati rilevati segni di violenza. Lo ha dichiarato il primo ministro del governo separatista di Donetsk Alexander Zakharchenko. http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_31/Nel-Donbass-rinvenuti-i-corpi-di-centinaia-di-donne-stuprate-dai-paramilitari-ucraini-5453/

1 ottobre, Vicino Donetsk trovati 400 corpi nelle fosse comuni. A Donetsk si trovano negli obitori comunali 400 corpi non identificati, trovati nelle fosse comuni nei pressi della città, ha raccontato ai giornalisti russi il difensore dei diritti umani lettone Einārs Graudiņš. Graudiņš ha riferito che insieme ad una task force di 8 esperti della UE, accompagnata dai rappresentanti delle autorità filorusse, ha visitato 2 fosse comuni. Secondo lui, i corpo giacevano sotto uno strato di terra fresca poco profondo, facendo così presupporre che i cadaveri siano stati gettati frettolosamente nelle fosse.
Le donne dei centri abitati vicini hanno raccontato a Graudiņš che le loro case erano state saccheggiate dagli uomini delle forze di sicurezza ucraine ed hanno aggiunto di essere state ripetutamente violentate.
Lo scorso 23 settembre le milizie separatiste hanno trovate nelle vicinanze di Donetsk diverse fosse comuni, dove le forze filo-Kiev avrebbero giustiziato i civili, secondo i racconti degli abitanti locali.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_01/Vicino-Donetsk-trovati-400-corpi-nelle-fosse-comuni-7446/
Le forze di sicurezza ucraine riprendono i bombardamenti su Donetsk. Almeno un civile ha perso la vita, mentre altri 6 sono rimasti feriti a seguito dei bombardamenti delle forze di sicurezza ucraine su Donetsk.
Sono stati bombardati i quartieri di Kievsky, Kuibyshevsky e Petrovsky.
Complessivamente negli ultimi giorni le milizie filorusse hanno registrato 12 casi di violazioni del cessate il fuoco da parte dei militari ucraini nelle regioni di Lugansk e Donetsk. La situazione rimane tesa. Sulla linea del fronte, le forze armate ucraine hanno intensificato le azioni di guerra.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_31/Le-forze-di-sicurezza-ucraine-riprendono-i-bombardamenti-su-Donetsk-1448/
PUTIN -- sorry, MA, la Cia, anche se, 666 ha scoperto, che, è inutile, TUTTAVIA, 322 vuole dimostrare ad Obama GENDER, il sodomita, che, loro guadagnano bene lo stipendio, che, loro datagate rubano ai contribuenti americani, quindi, mi hanno messo un filtro, ed oltre, a non poter pubblicare su youtube? ora, io non posso più pubblicare, neanche,, su http://italian.ruvr.ru/ MA, IO HO UN SOLO FAVORE DA CHIEDERTI, TU VAI SU UN MISSILE INTERCONTINENTALE, QUELLO CHE, HA LA ATOMICA PIù POTENTE, CHE, PUò SVILUPPARE UN TERREMOTO DA 15 GRADI DELLA SCALA MERCALLI, E SCRIVI"ROTHSCHILD TI AMO, anche Unius REI ti ama!".. e che poi, non è una bugia!
==================
Egidio Cavallini · Top Commentator · Verona
ucciso perchè "sospettato". lasciato morire in mezzo alla strada, per dissanguamento, con la polizia israeliana che sparava pallottole di gomma contro chi tentava di portargli soccorso. ma ormai non mi stupisco più, questi sono gli ebrei, un popolo di nazisti.
 Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
 https://www.facebook.com/egidio.cavallini tu sei un islamico nazista shariah pedofilo, poligamo, maniaco religiosopena di morte per apostasia.. Califfato mondiale genocidio a tutti i dhimmi? senza diritti umani, assassino seriale? questi uccidono 300 martiri cristiani, tutti i giorni.. e anche tu, risponderai per questo! Quando siamo andati in Kosovoa proteggere i musulmani, questonon ha impedito A lorodi POTER fare il genocidio di tutti i cristiani! [QUANTI SOLDATI DELLA NATO SONO STATI UCCISI IN KOSOVO? NON è MAI STATO PUBBLICATO! ] non ne è rimasto neanche unoDI CRISTIANI IN KOSOVO! islamici, hanno raso al suolo 3000tra, monasteri chiese e cimiteri! IN QUESTE CONDIZIONI? SOLTANTO, UN APPROCCIO BRUTALE PUò PRESERVARE LA NOSTRA SOPRAVVIVENZA.. è TERRIBILE DIRE QUESTE COSSE, CHE, NON APPARTENGONO ALLA NOSTRA CIVILTà UMANISTICA.. MA, è QUESTO CHE, LA LEGA ARABA CI COSTRINGERà A FARE, SE, NOI VOGLIAMO SOPRAVVIVERE!
==================
QUANDO FARò IO LA MIA GIORNATA DELLA RABBIA? POI, è STATO SCRITTO, CHE, UNIUS REI è LA LEGGE DEL TAGLIONE, CONTRO TUTTI I GENOCIDI CHE HANNO FATTO DAL FALSO PROFETA MAOMETTO AD OGGI!! TEL AVIV, 31 OTTOBRE - Fatah, l'organizzazione del presidente palestinese Abu Mazen, ha chiamato ad una ''giornata di rabbia'' a Gerusalemme e in Cisgiordania dopo l'uccisione di Muataz Hijazi, sospettato di aver sparato al rabbino ultra' Yehuda Glick. Lo riporta la stampa palestinese. Fonti di Fatah, citate da Haaretz, hanno annunciato marce di protesta in Cisgiordania dopo le preghiere del Venerdi' e hanno segnalato una generale atmosfera ''di tensione''. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/10/31/fatah-giornata-rabbia-a-gerusalemme_a23692f9-049d-4dc1-b2e8-baf4d967b110.html

https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xpf1/v/t1.0-9/1959619_450217268449574_410310219259088280_n.jpg?oh=0269fa3f474b38268243cef85319df1b&oe=54B7FCBC&__gda__=1420973136_e4ac3a12204682c42a371fcde35c0041
ERDOGAN SHARIAH BUSH 322 ROTHSCHILD 666 GRAZIE!

Il Nuovo Testamento non annulla i 10 comandamenti.
La misericordia di Dio è SOLTANTO per chi si pente e cambia vita. https://scontent-b-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xpa1/v/t1.0-9/1551781_817061315007168_9017534314172753546_n.jpg?oh=7c977b7a002f2ebffaf514f9215febe8&oe=54AB7947

 THIS IS ISLAM SHARIA! https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xpf1/v/t1.0-9/1959619_450217268449574_410310219259088280_n.jpg?oh=36f55fad975807a3e7eae81e0fca4981&oe=54DF89BC&__gda__=1420973136_f8eb777d61256d82791f87bab4868f28 THIS IS ISLAM SHARIA!


THIS IS ISLAM SHARIA! https://www.facebook.com/video.php?v=509913785811942
THIS IS ISLAM SHARIA!
=================
tutti i genocidi dimerkel mogherini bildenberg rothschild la troika usurocrazia, per l'alba radiosa di satana NWO!
Mosca chiede indagini sui crimini contro le donne in Ucraina orientale
Alexander Brod. Il direttore dell'ufficio di Mosca per i diritti umani Alexander Brod ha chiesto un'indagine sulla scoperta di una fossa comune in cui sono stati rinvenuti i corpi di donne nella regione di Donetsk, esortando la partecipazione nell'inchiesta delle organizzazioni internazionali, dell'ONU e dell'OSCE.
Lo stesso attivista dei diritti umani intende al più presto recarsi in visita nella regione di Donetsk e fare domande personalmente alla popolazione locale per far luce sulla vicenda. Ha espresso fiducia sul fatto che le autorità separatiste di Donetsk abbiano avviato già un'inchiesta.
In precedenza il primo ministro delle autorità filorusse di Donetsk Alexander Zakharchenko aveva riferito che nella parte occidentale della regione di Donetsk erano stati trovati in una fossa comune i corpi di 286 donne.
http://italian.ruvr.ru/2014_10_31/Difensore-russo-dei-diritti-umani-chiede-indagini-sui-crimini-contro-le-donne-in-Ucraina-orientale-6502/

La Russia non esclude il ritrovamento di altre fosse comuni nel Donbass.
Nella Camera Civica della Russia non escludono che in futuro possano essere ritrovate altre fosse comuni nei territori controllati dalla Guardia Nazionale nel sud-est dell'Ucraina e rilevano con amarezza il silenzio delle organizzazioni internazionali dei diritti umani riguardo ai relativi fatti.
Il membro della Camera Georgy Fedorov ha sottolineato che gli attivisti russi hanno rivolto costantemente appelli alle organizzazioni internazionali, che tuttavia "hanno chiuso gli occhi".

Secondo Federov, sembra che siano influenzate dagli Stati Uniti ed evitino di entrare in conflitto con Washington, pertanto non prestano attenzione alle prove e alle notizie di eccidi, torture e violenze.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_31/La-Russia-non-esclude-il-ritrovamento-di-altre-fosse-comuni-nel-Donbass-3073/

Mosca chiede ai difensori dei diritti umani di indagare fosse comuni di donne nel Donbass. Le informazioni riguardanti il ritrovamento nel sud-est dell'Ucraina, nella regione di Donetsk, di una fossa comune con i corpi di 286 donne devono essere verificate da parte di esperti internazionali indipendenti, soprattutto dagli attivisti dei diritti umani ucraini e russi.
Lo ha dichiarato il responsabile del Consiglio della presidenza russa per i diritti umani Mikhail Fedotov.
Ha sottolineato che "tali notizie in qualsiasi caso non devono rimanere nel silenzio."
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_31/Mosca-chiede-ai-difensori-dei-diritti-umani-di-indagare-fosse-comuni-di-donne-nel-Donbass-6451/

VIENNA è UN MASSONE COGLI0NE, FACCIA DI CUL0! PARLANO COSì, QUANDO SANNO TUTTI, CHE, IN JABULLON FMI SPA NWO 322 GMOS CIA, LA GUERRA MONDIALE è STATA DATA PER INEVITABILE! ]
Vienna è convinta che all'Europa serve ripristinare i rapporti con Mosca. L'Europa ha bisogno di ripristinare le relazioni con la Russia e fermare la retorica delle sanzioni.
Lo ha dichiarato il presidente austriaco Heinz Fischer, nel corso della sua visita ufficiale a Sofia.
Una posizione analoga è stata espressa dal capo di Stato bulgaro Rosen Plevneliev. Inoltre i due presidenti hanno ribadito di sostenere la costruzione in tempi rapidi del gasdotto "South Stream". Questo progetto, alla cui realizzazione sono interessati molti Paesi europei, è al momento congelato dalla Commissione Europea.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_31/Il-presidente-dellAustria-sicuro-allEuropa-serve-ripristinare-i-rapporti-con-Mosca-3653/
=======================
Benjamin Netanyahu -- CHE COSA èQUESTO NUMERO DI TELEFONO? 39000000000000
http://it.unknownphone.com/search.php?num=39000000000000 Aggiungi una segnalazione telefonica perNumero di telefono.
[ si! i fresconi cannibali 322 Bush agenda talmud! in questo modocon una comunicazione della tua posta elettronica, datagate aliens abductionsCIA, i sacrifici umani sull'altare di satana, loro hanno circoscritto, le tue coordinate, in modo perfetto, e ti entrano anche gli alieni in casa, che, poi sono sempre demoni!!

Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
========================
Benjamin Netanyahu PUTIN -- C'è un segreto, che, io vi devo comunicare! poiché, gli USA utilizzano, una tecnologia alienaadattata, RIDIMENSIONATA, per costuire le loro armi? Poi, loro con me, sono nel panico più totale! Perché, se, tu metti tutti i demoni da una parte, e poi metti me dall'altra? loro li vedrai, semprecome una sola piattola, e me, mi vedrai semprecome una supernova! SE TU CONSIDERI CHE, IL MIO MINISTERO è IMMORTALE? BENE QUESTO è IL PIù GRANDE PROBLEMA, CHE, IL NWO 322 TALMUD 666 FMI FED BCE, AGENDA GMOS kabbalah, HANNO BISOGNO DI AFFRONTARE.. MA, LORO A TUTT'OGGI? LORO NON HANNO trovato ancora UNA SOLUZIONE, perché non esiste una soluzione! ecco perché ieri youtube il governo massonico mondiale, dopo 6 anni di laceranti conflittie perdite immense, di creaturee di risorsesi è dovuto arrendere, ed ha gettato la spugna!

0005500000000 ] [ ok! adesso il numero telefonicoche, mi ha chiamato, è diventato questo! ma, se non ti risponde nessuno?, non è perché, c'è dietro soltanto un computer, no! è che gli alieni hanno tre difetti1. puzzano a cane morto, e poi, 2. sono froci! 3. non hanno neanche una lingua per poter parlare!!

Benjamin Netanyahu PUTIN - ovviamentequeste creature GENDER GMOSaliens abductions, chesono un cesso assoluto? Bush 322 Kerryli chimano"la civiltà!"
===================
secondo metutti, o quasi tuttii dirigenti cinesisono diventati i cristiani nascosti! QUINDIPOI,VOI VEDRETE CHE, QUESTA MERDA DEI SATANISTI HALLOWEENSARà RIGETTATA, RINNEGATA DALLA CIVILTà UMANISTICA! COME, GLI ATEISCIMMIONI EVOLUTI PENE, LORO SIANO POTUTI CADERENELLA STREGONERIASUPERSTIZIONE, OROSCOPO, E NEL SATANISMO STESSO? QUESTO è QUALCOSA, CHE, DOVREBBE FAR RIFLETTERE AI GENDER MASSONI DEL SISTEMA USUROCRATICO ROTHSCHILD! La polizia di Pechino ha avvertito la popolazione che chi viaggerà sulla metropolitana con costumi legati alla festività di Halloween rischia di essere arrestato.
 Lo riferiscono oggi i media di Hong Kong. La decisione rientra in un pacchetto di misure di sicurezza prese in vista del vertice dei Paesi dell' Asia/Pacifico (Apec) che si svolgerà a Pechino dal 7 al 12 novembre. Al vertice parteciperanno una ventina di capi di Stato e di governo tra cui il presidente americano Barack Obama.
 http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2014/10/31/cina-no-costumi-halloween-a-summit-apec_d50c1262-a241-4ed3-b320-ae515b839309.html
I SATANITI CANNIBALI DELLA CIA? SONO OVUNQUE! IDIOTI 322 666 GENDER GMOS DATAGATE, VOI SAPETE MOLTO BENE, CHE, IO SONO IN FASTWEB! NON RIUSCIRETE A PROTEGGERE IL VOSTRO DEMONIO HALLOWEEN, DA ME! YOUTUBE SA MOLTO BENE, CHE, QUANDO, IO PRENDO UNA PREDA? LA DILANIO! ]] [ Potrebbero esserti addebitati i costi per la trasmissione di dati standard. facebook. Spiacenti, 0.facebook.com è supportato solo da alcuni operatori di telefonia mobile, tra i quali non c'è il tuo.
Se decidi di contattare il tuo operatore mobile, comunicagli che il tuo indirizzo IP 93.43.137.178 non è supportato.
Vai a m.facebook.com (Potrebbero esserti addebitati i costi per la trasmissione di dati standard) · Segnala un problema
=======================
666 SHARIAH NWO 322 AGENDA TALMUD FMI GMOS? IL COMPLOTTO DEI FAARISEICONTRO ISRAELE! PER LA PURIFICAZIONE, della SHARIAH ONU ISLAMICA, DEL CALIFFATO MONDIALE, genocidio a tutto il PIANETA? ANCHE MUSULMANI MODERATI SONO UN OBIETTIVO! Il vescovo della città nigeriana circondata da Boko Haram«La nostra vita vale meno del sale». ottobre 30, 2014 Redazione
Il vescovo di Maiduguri Oliver Doeme davanti alla minaccia dei terroristi«Siamo seduti su un barilotto di polvere da sparo. Tanti tra noi sono stati cacciati dalle loro case e vivono sulle montagne o nelle foreste»
Nigeria-doeme-MAIDUGURI«Di solito si pensa che il sale sia la merce più economica sul mercato. Bene, oggi la vita vale meno del sale nel nord-est della Nigeria». Scrive così in un documento Oliver Doeme, vescovo di Maiduguri, la capitale dello Stato di Borno quasi accerchiata da Boko Haram.
CACCIATI DALLE CASE. «Nell'ultimo mese si sono intensificate le aggressive devastazioni di Boko Haram nella parte settentrionale, centrale e meridionale della mia diocesi», continua il vescovo, come riferito da Acn.
«Tanti tra noi sono stati cacciati dalle loro case e dai loro villaggi. Anche ora migliaia stanno vivendo all'interno di cave sulle montagne, alcuni nelle foreste. Chi è riuscito a scappare vengono accolti da amici e parenti a Maiduguri, Mubi e Yola. In migliaia sono fuggiti in Camerun e vivono in condizioni davvero difficili per la mancanza di cibo, riparo e cure mediche».
CONTRO CRISTIANI E MUSULMANI. Per il vescovo, quella di Boko Haram non è una guerra contro i cristiani perché «sia cristiani che musulmani sono colpiti, sia cristiani che musulmanicristiani che musulmani si ritrovano sfollati e rifugiati nel loro stesso paese». Resta il fatto che solo nell'ultimo mese i terroristi hanno bruciato decine di chiese e «convertito a forza all'islam le donne che non sono riuscite a scappare» dalle «25 città che hanno conquistato negli Stati di Borno, Yobe e Adamawa».
«SIAMO MINACCIATI». Infine, lancia l'allarme per la situazione di Maiduguri«Anche qui siamo minacciati, siamo seduti su un barilotto di polvere da sparo. Ci sono più di sette campi per gli sfollati ma la gente dorme per le strade. Stiamo sprofondando velocemente nella sabbia, dobbiamo inghiottire il nostro vuoto orgoglio di nigeriani e chiede l'assistenza internazionale per affrontare questo problema»
Leggi di PiùNigeria, vescovo«La vita qui vale meno del sale» | Tempi.it
=====================
IL NAZISMO IDEOLOGIA DEL GENDER? UN MALE MALEFICO!
Houston ritira l'ordine per i pastori di consegnare i sermoni sull'omosessualità. «Vittoria formidabile» ottobre 30, 2014 Redazione.
annise-parker-houston«I sostenitori della libertà religiosa hanno appena ottenuto una vittoria formidabile. La giornata di oggi è una risposta a una preghiera». Così il senatore del Texas Ted Cruz, uno degli esponenti più importanti del Partito repubblicano anche a livello nazionale, ha annunciato ieri su Facebook che il sindaco di Houston Annise Parker, lesbica dichiarata e pasdaran dell'agenda Lgbt, ha deciso di ritirare la citazione in giudizio avanzata due settimane fa nei confronti di cinque pastori cristiani, un mandato che li avrebbe costretti a consegnare e a fare esaminare dagli avvocati della città tutte le prediche e le altre comunicazioni in cui si siano occupati di omosessualità, di identità di genere o dello stesso sindaco Parker.
LA RAPPRESAGLIA. Come ha già scritto tempi.it in questo articolo, la mossa del Comune è stata intrapresa nell'ambito di una causa legale contro la Equal Rights Ordinance, la legge bandiera della Parker, molto contestata per via di alcune misure estreme come l'obbligo per le aziende aperte al pubblico di lasciare utilizzare alle persone indifferentemente i bagni dei maschi o delle femmine, a seconda della loro "identità di genere". Perciò la "minaccia" di utilizzare le prediche dei pastori in tribunale contro di loro è apparsa subito come una forma di rappresaglia contro l'opposizione. La notizia però ha scatenato una polemica infuocata in Texas e in tutti gli Stati Uniti, si sono moltiplicate sui media le denunce di questo «attacco inaudito alla libertà religiosa» e così la prima cittadina di Houston ha deciso di tornare sui propri passi (non senza prima cercare inutilmente di prendere le distanze dalla decisione senza precedenti).
«UN MESSAGGIO FORTE». Il senatore Cruz è stato uno dei politici più attivi nella mobilitazione contro la Parker. «Insieme – esulta adesso su Facebbok – migliaia di persone si sono sollevate e hanno detto alla città di ritirare quel mandato. Gli americani hanno difeso il nostro diritto di professare la fede liberamente e senza paura di una intimidazione del governo, inviando un messaggio così alto e forte e che la città di Houston non ha potuto ignorarlo. (…) Plaudo al coraggio dei pastori che hanno fatto sentire la propria voce, attirando l'attenzione della nazione sugli attacchi in corso contro le persone di fede». Tempi.it
================
russia cina israele -- vampiri 322 CIA 666, si gettano sulla mia 100Mg fibra ottica? e me la spengono..
open letter a FECEBOOK ] cerchiamo di capircitra di noi! se, io ho 80 GRUPPI40 gruppi cattolici E 40 GRUPPI LAICI, e io voglio condividere, il mio messaggio, circa, il satanismo 322 halloween Kerry CIA, SOLTANTO, con tutti i miei 40 gruppi CATTOLICI CRISTIANI?, poi, tu non devi FARE IL NAZISTA, E dire A ME (CON I FATTI), dopo 10 gruppi, che, io ho visitato, che, io sto facendo spam! perché, io ho 40 gruppi DI CRISTIANI, e non 10! in questo modo, allo stesso modo, molti impiegati in youtube? si sono fatti male, molto seriamente! INFATTI LA CIA MI HA BLOCCATO LA ADSL, OPPURE, VOI MI AVETE BLOCCATO IL FLUSSO DATI!

==============
siè vero! ma, Merkel e Mogherini erano innocenti, perché non ne sapevano niente! ] Nel Donbass rinvenuti i corpi di centinaia di donne stuprate dai militari ucraini.
Le informazioni riguardanti il ritrovamento nel sud-est dell'Ucraina, nella regione di Donetsk, di una fossa comune con i corpi di 286 donne devono essere verificate da parte di esperti internazionali indipendenti, soprattutto dagli attivisti dei diritti umani ucraini e russi.
Lo ha dichiarato il responsabile del Consiglio della presidenza russa per i diritti umani Mikhail Fedotov.
Ha sottolineato che "tali notizie in qualsiasi caso non devono rimanere nel silenzio."
Nella Camera Civica della Russia non escludono che in futuro possano essere ritrovate altre fosse comuni nei territori controllati dalla Guardia Nazionale nel sud-est dell'Ucraina e rilevano con amarezza il silenzio delle organizzazioni internazionali dei diritti umani riguardo ai relativi fatti.
Il membro della Camera Georgy Fedorov ha sottolineato che gli attivisti russi hanno rivolto costantemente appelli alle organizzazioni internazionali, che tuttavia "hanno chiuso gli occhi".
Secondo Federov, sembra che siano influenzate dagli Stati Uniti ed evitino di entrare in conflitto con Washington, pertanto non prestano attenzione alle prove e alle notizie di eccidi, torture e violenze.
Il direttore dell'ufficio di Mosca per i diritti umani Alexander Brod ha chiesto un'indagine sulla scoperta di una fossa comune in cui sono stati rinvenuti i corpi di donne nella regione di Donetsk, esortando la partecipazione nell'inchiesta delle organizzazioni internazionali, dell'ONU e dell'OSCE.
Lo stesso attivista dei diritti umani intende al più presto recarsi in visita nella regione di Donetsk e fare domande personalmente alla popolazione locale per far luce sulla vicenda. Ha espresso fiducia sul fatto che le autorità separatiste di Donetsk abbiano avviato già un'inchiesta.
In precedenza il primo ministro delle autorità filorusse di Donetsk Alexander Zakharchenko aveva riferito che nella parte occidentale della regione di Donetsk erano stati trovati in una fossa comune i corpi di 286 donne.
A Krasnoarmeysk, nella regione di Donetsk, durante l'occupazione delle forze di sicurezza ucraine sono scomparse circa 400 donne di età compresa tra i 18 e i 25 anni.
Recentemente in città, dove era dislocato il battaglione "Dnepr-1", e nei sobborghi sono stati trovati 286 corpi di donnesu tutti sono stati rilevati segni di violenza. Lo ha dichiarato il primo ministro del governo separatista di Donetsk Alexander Zakharchenko.
 http://italian.ruvr.ru/2014_10_31/Nel-Donbass-rinvenuti-i-corpi-di-centinaia-di-donne-stuprate-dai-paramilitari-ucraini-9652/
in nessun modo, noi possiamo indulgere, con il BULLISMOteppismo! ma, la UE USA LEGA ARABA, ONU, AMNESTY, sono indulgenti e minimizzano, CIRCA, il terrorismo islamico! SE, IO ERO ISRAELE? IO DICHIARAVO GUERRA AL MONDO! Incidenti tra manifestanti palestinesi e forze israeliane son avvenuti al check point di Qalandia, tra, Gerusalemme e Cisgiordania. Lo riporta l'agenzia Maan secondo cui ci sarebbero 8 feriti, tra, i palestinesi. Gli scontri sono avvenuti dopo le preghiere del venerdì in una marcia di protesta di Fatah e Hamas nell'ambito della "giornata di rabbia" indetta, contro, la chiusura della Spianata delle Moschee e l'uccisione del palestinese ritenuto responsabile dell'attentato all'attivista di destra ebreo Yehuda Glick.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/10/31/mo-otto-feriti-in-giornata-della-rabbia_1376af3f-f7fe-4719-883f-325e0dc0b914.html

 TO GOOGLE -- http://uniusrei3.blogspot.com/ PERCHé NON RIESCO A SPEDIRE GLI ARTICOLI A QUESTO SITO? https://www.blogger.com/blogger.g?blogID=3170391582048536686#emailandmobilesettings